Tribulus Terrestris | A Cosa Serve | Proprietà | Dosi e Benefici 21 Lug 2022 | In X115

Che Cos’è

Tribulus terrestris è il nome botanico di una pianta annuale strisciante, comune nelle regioni mediterranee e subtropicali di tutto il mondo (tra cui India, Vietnam, Cina, Spagna, Messico e Bulgaria).

Il tribulus appartiene alla famiglia delle Zygophyllaceae ed è stato tradizionalmente usato per energizzare, vitalizzare e migliorare la funzione sessuale e le prestazioni fisiche.

In base agli studi attualmente disponibili, le radici del Tribulus terrestris sembrano poter aumentare la libido e il benessere sessuale, sia nell’uomo che nella donna, senza tuttavia influenzare i livelli di testosterone.

I frutti della pianta sembrerebbero invece avere una funzione antiossidante, adattogena e protettiva della funzione degli organi (soprattutto fegato e reni) dal danno ossidativo.

A Cosa Serve

Nell’ambito della medicina tradizionale indiana e cinese, le radici e i frutti del Tribulus terrestris sono considerati rimedi per numerosi disturbi, ideali come tonici per la salute generale.

Usi Medici Tradizionali

Il Tribulus terrestris è stato impiegato da tempo immemorabile nella tradizione erboristica asiatica, in particolare nella medicina ayurvedica.

Oltre alla cura di alcune patologie legate alla sfera sessuale (disfunzione erettile, infertilità, calo della libido), gli impieghi tradizionali del Tribulus terrestris sono rivolti al trattamento dell’edema, del gonfiore addominale, dei problemi renali e delle malattie cardiovascolari 1.

Usi Moderni

Gli integratori a base di Tribulus terrestris sono sfruttati per l’azione stimolante generale dell’attività sessuale, motoria e del tono muscolare.

Con finalità commerciali, si tende a dipingere il Tribulus terrestris come un valido aiuto per migliorare le prestazioni sportive, aumentare i livelli di testosterone e combattere l’impotenza e il calo di desiderio sessuale.

Tutte queste proprietà sono tuttavia il frutto di una letteratura ancora limitata, povera di studi clinici, quindi non conclusiva.

Ad esempio, per quanto riguarda gli effetti sulla sfera sessuale, il Tribulus terrestris sembra essere un potenziatore della libido relativamente affidabile e potente nei ratti, mentre nell’uomo esistono pochi ma promettenti studi clinici che ne confermano un effetto positivo sull’aumento del benessere sessuale e della funzione erettile.

Per quanto riguarda l’aumento del testosterone, la maggior parte degli studi clinici ha dimostrato che il Tribulus terrestris NON è efficace in tal senso 2.

Mancano inoltre evidenze certe sulla capacità di questa pianta di aumentare le performance atletiche.

Proprietà e Studi

Segue una breve panoramica degli studi che hanno indagato le proprietà del Tribulus terrestris maggiormente pubblicizzate a fini commerciali.

Aumento del Testosterone

Sebbene il tribulus sia spesso pubblicizzato per aumentare i livelli di testosterone, la ricerca non supporta pienamente la sua efficacia.

In effetti, in uomini altrimenti sani, il Tribulus terrestris non è stato in grado di aumentare i livelli di testosterone. Piccoli ma deboli aumenti sono stati invece osservati in uomini infertili.

È improbabile che il Tribulus terrestris aumenti i livelli di testosterone in uomini o donne sani con livelli normali di ormoni sessuali. Sono necessarie ulteriori ricerche per confermare che il tribulus sia in grado di aumentare il testosterone negli uomini infertili e anziani con bassi livelli di questo ormone.

Cosa dicono gli studi

In uno studio, due gruppi di uomini di età compresa tra 20 e 36 anni hanno assunto rispettivamente 10 e 20 mg/die di Tribulus terrestris per kg di peso corporeo, per un periodo di 24 giorni.

Nessuna differenza è stata osservata nei valori di testosterone, androstenedione e ormone luteinizzante (LH) 3.

In un altro studio simile, 30 uomini infertili hanno assunto 750 mg di estratto di Tribulus terrestris al giorno, in 3 dosi quotidiane, per 3 mesi.

Non ci sono state differenze significative tra i valori iniziali e quelli finali di testosterone sierico, testosterone libero e ormone luteinizzante 4.

In due studi su 100 uomini anziani con bassi livelli di testosterone, 750 mg/die di tribulus hanno aumentato significativamente i livelli di testosterone totale e libero 5, 6.

In uno studio su 40 donne, il tribulus ha aumentato i livelli di testosterone 7. Tuttavia, in un altro studio su 106 donne, 750 mg/die di Tribulus terrestris per 90 giorni hanno ridotto i livelli di testosterone e aumentato il DHEA 8.

Performance atletica

In uno studio condotto su 22 ventenni giocatori di rugby, 450mg di Tribulus terrestris al giorno per 5 settimane non hanno prodotto variazioni significative della forza, della massa muscolare e del rapporto urinario testosterone/epitestosterone (T/E) rispetto al placebo 9.

Un ulteriore studio condotto su 15 atleti ha dimostrato che l’assunzione per 8 settimane di Tribulus terrestris (3,21 mg/kg/die) non ha determinato differenze significative rispetto al placebo, sia per quanto riguarda la massa muscolare che la resistenza alla fatica 10.

In uno studio condotto su 15 pugili maschi, la somministrazione di Tribulus terrestris (1250 mg/die, >40% di saponine) non ha prodotto alcun effetto sul testosterone plasmatico, sulla massa muscolare e sul diidrotestosterone 11. Tuttavia, ha alleviato significativamente il danno muscolare e ha migliorato le prestazioni anaerobiche.

In uno studio RCT su 30 maschi sani addestrati al CrossFit ®, 770 mg di Tribulus terrestris al giorno per 6 settimane hanno aumentato le prestazioni soltanto nell’esercizio "panca piana", senza elevare la performance complessiva. Tuttavia, hanno aumentato i livelli di testosterone, con una tendenza a migliorare il rapporto testosterone/cortisolo 12.

Gli Autori hanno suggerito che l’integrazione di Tribulus terrestris possa agire come un booster di testosterone, aiutando il recupero dopo i carichi fisici e mitigando l’affaticamento.

Sessualità e Libido

Il Tribulus terrestris è noto per essere un utile potenziatore della libido, migliorando il desiderio e l’attrattiva sessuale.

La prova più forte di queste proprietà proviene da studi su donne con desiderio sessuale ridotto, mentre gli studi su uomini hanno prodotto risultati contrastanti.

Disfunzione Erettile e Libido Maschile

In uno studio di 12 settimane su 172 uomini con disfunzione erettile e desiderio sessuale ridotto, il Tribulus terrestris (1.500 mg/die suddivisi in 3 dosi) ha migliorato la soddisfazione sessuale 13.

Gli Autori hanno osservato un miglioramento significativo dell’erezione, della libido e della funzione orgasmica nel gruppo trattato, senza differenze rispetto al placebo sul piano degli effetti collaterali.

Altri due studi su 100 uomini con disfunzione erettile hanno riscontrato che l’assunzione di Tribulus terrestris (750 mg/die) per 3 mesi ha migliorato la funzione sessuale 6, 5.

In un altro studio, l’assunzione di 6 g di radice di Tribulus terrestris al giorno per 60 giorni in persone con basso numero di spermatozoi ha prodotto miglioramenti nelle proprietà erettili e nella frequenza dei coiti, oltre a ridurre la debolezza e ad aumentare i livelli di testosterone (+16,3%) in maniera statisticamente non significativa 14.

In un altro studio, 70 uomini con disfunzione erettile e carenza androgena parziale hanno assunto 750 mg di Tribulus terrestris al giorno (suddivisi in 3 dosi uguali) per 3 mesi.

Rispetto al gruppo placebo, è stato osservato un aumento significativo dell’aspartato transaminasi, del testosterone totale e della funzione erettile 5.

In un altro studio pilota, 30 uomini con manifestazioni di deficit parziale di androgeni, disfunzione erettile e bassa libido hanno assunto 750 mg/die di Tribulus terrestris (in 3 dosi divise) per 3 mesi 6.

Sono stati osservati aumenti significativi rispetto ai valori basali per il testosterone e il testosterone libero. Anche la funzionalità erettile è migliorata.

Tuttavia, in uno studio su 30 uomini con disfunzione erettile, 800 mg/die di tribulus non hanno funzionato meglio del placebo 15.

Sessualità Femminile

Diversi studi hanno dimostrato che gli estratti di Tribulus terrestris sono efficaci nelle donne con disturbi sessuali, grazie all’azione favorevole sul desiderio e sul controllo dei sintomi di transizione della menopausa 7, 16, 17.

In uno studio, 67 donne che lamentavano una perdita di libido hanno assunto 10,5 g/die di un estratto alcolico di Tribulus terrestris in sciroppo (diviso in 2 dosi uguali) per 4 settimane 17.

Rispetto al placebo, il gruppo di intervento ha visto un miglioramento significativo in tutti gli elementi dell’indice della funzione sessuale femminile 17.

In un altro studio, 64 donne in premenopausa che segnalavano un calo della libido hanno assunto 750 mg/die di estratto di Tribulus (in 3 dosi divise) o placebo per 120 giorni 7.

In questo caso, l’unica differenza significativa tra i gruppi è stata un piccolo aumento nella soddisfazione sessuale nel gruppo Tribulus. Il desiderio, l’eccitazione, la lubrificazione, l’orgasmo e il dolore associato ai rapporti non hanno mostrato differenze significative tra i due gruppi.

In altri 2 studi su 76 donne con desiderio sessuale ridotto, l’assunzione di 750 mg/die di tribulus per un massimo di 4 mesi ha migliorato la libido, l’orgasmo e la soddisfazione sessuale 7, 18.

Durante altri 2 studi su 90 donne con disfunzione sessuale, l’assunzione di 750 mg/die di tribulus ha migliorato la funzione sessuale e la libido 8, 20.

In un ulteriore studio, 144 donne in età fertile con disfunzione sessuale hanno assunto 750 mg/die di Tribulus (suddiviso in 3 dosi uguali) per 90 giorni 8.

Rispetto ai valori basali (a inizio trattamento), si è registrato un aumento significativo di desiderio, eccitazione, orgasmo, soddisfazione e punteggio totale per l’indice della funzione sessuale femminile. La lubrificazione e il dolore non sono stati influenzati.

Fertilità

Il Tribulus terrestris aumenta la produzione di sperma nei ratti e migliora la qualità dello sperma e il tempo di sopravvivenza degli spermatozoi in vitro 21, 22.

Due studi clinici hanno esaminato questi effetti negli uomini con infertilità.

In uno studio ayurvedico di bassa qualità su 63 uomini con basso numero di spermatozoi, l’assunzione di 12 g/die di granuli di tribulus per 60 giorni ha migliorato la qualità dello sperma. Il contenuto esatto di questi granuli non è stato specificato 14.

In un altro studio su 65 uomini con infertilità, l’integrazione con 250 mg/die di tribulus per 12 settimane ha aumentato il numero e la qualità degli spermatozoi 23.

Tuttavia, 750 mg/die di Tribulus terrestris per 3 mesi non hanno migliorato la qualità o il conteggio degli spermatozoi, né hanno influenzato il testosterone e l’LH in 30 uomini con infertilità 4.

Altri Benefici

Angina Pectoris

Uno studio cinese condotto su 406 pazienti affetti da angina pectoris ha dimostrato che la protodioscina del Tribulus terrestris può essere utile nel trattamento di questa patologia cardiaca grazie ai suoi effetti coronarodilatatori 24.

Pressione alta

In uno studio su 75 pazienti con pressione alta, 3 g/die di Tribulus per 4 settimane hanno ridotto la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna del 9% 25.

Nei topi con pressione alta, il Tribulus ha ridotto la pressione sanguigna. Gli scienziati sospettano che l’estratto di tribulus possa agire diminuendo l’attività dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE).

L’ACE è un enzima che aumenta la pressione sanguigna restringendo i vasi sanguigni. I farmaci comunemente prescritti per la pressione alta (chiamati ACE-inibitori) agiscono su questa via 27, 28.

Colesterolo

In merito agli effetti del Tribulus terrestris sulla lipidemia, alcuni studi hanno notato una lieve riduzione dei valori di colesterolo totale e LDL, mentre altri non hanno rilevato variazioni significative 29, 13.

Come per la pressione arteriosa, sono quindi auspicabili ulteriori studi per chiarire meglio le potenzialità del Tribulus terrestris.

Ad esempio, in uno studio su 98 donne con diabete, 1 g/die di tribulus per 3 mesi ha ridotto i livelli di colesterolo totale e LDL 30.

In un altro studio su 75 persone, 3 g/die di una formulazione ayurvedica contenente tribulus hanno ridotto i livelli di colesterolo totale del 10% nel corso di 4 settimane. Tuttavia, gli ingredienti di questa formulazione non sono stati specificati 25.

In un altro studio di 12 settimane su 180 persone, l’assunzione di 750 mg/die di tribulus non ha influenzato i livelli di colesterolo.

Tuttavia, quest’ultimo studio ha incluso partecipanti con livelli di colesterolo normali. È teoricamente possibile che questa pianta influisca solo sui livelli elevati nelle persone a rischio di malattie cardiache 13.

Glicemia

Ricerche recenti suggeriscono che bassi livelli di testosterone negli uomini predicono un alto rischio di diabete di tipo 2 31.

In uno studio su 98 donne diabetiche, l’assunzione di 1 g/die di tribulus per tre mesi ha ridotto la glicemia a digiuno e l’emoglobina glicata 30.

Calcoli Renali

Il Tribulus terrestris sembra ridurre la formazione di calcoli renali in vitro (in particolare i calcoli di ossalato di calcio).

Studi sui ratti hanno confermato questa potenziale utilità, ma mancano conferme sull’uomo 33, 34,

Principi Attivi

Gli effetti medicinali del Tribulus terrestris sono da ricondurre al contenuto di saponine e flavonoidi.

Le radici contengono principalmente le saponine protodioscina, diosgenina e tribulosina 35, 36, 37, 38, 39.

Si ritiene che la protodioscina sia responsabile degli effetti di miglioramento della libido di questa pianta. Agisce infatti come afrodisiaco, migliorando l’attività sessuale e il flusso sanguigno agli organi sessuali (aumentando l’ossido nitrico) 40, 8.

Pertanto, gli estratti di Tribulus terrestris sono generalmente standardizzati per contenere una certa percentuale di saponine sotto forma di protodioscina 41, 1, 42.

Protodioscina

La protodioscina è una saponina steroidea che costituisce circa il 45% dell’estratto secco di Tribulus terrestris, ed è considerata il principale componente bioattivo della droga.

Negli studi iniziali condotti su modelli animali, la protodioscina ha dimostrato di poter incrementare la produzione endogena di testosterone, diidrotestosterone, ormone luteinizzante (LH), deidroepiandrosterone (DHEA) e deidroepiandrosterone solfato (DHEA-S), aumentando la spermatogenesi e la frequenza degli accoppiamenti 43, 44.

Nel coniglio, in particolare, è stato dimostrato che il composto stimola il rilascio di ossido nitrico (NO) da parte dell’endotelio vasale dei corpi cavernosi, esercitando così un effetto pro-erettile.

Dosi e Modo d’uso

Gli integratori di Tribulus terrestris contengono generalmente estratti di radice titolati in saponine al 15-60%, con almeno il 6% di protodioscina 23, 2, 5.

Per aumentare la libido e la funzione sessuale e abbassare la glicemia, la dose di estratti usata negli studi clinici varia da 750 a 1.500 mg al giorno (divisa in 3 dosi) 23, 7, 18, 8, 20, 13, 6, 5, 15.

Dosi di estratto da 1 a 3 grammi al giorno sono state utilizzate negli studi che esaminavano l’azione ipocolesterolemizzante 30, 25.

Se non si utilizza un estratto concentrato e titolato, i dosaggi tradizionali della polvere di radice grezza sono compresi nell’intervallo tra 5 e 6 grammi al giorno, mentre le dosi per i frutti sono nell’intervallo tra 2 e 3 g/die.

Avvertenze

Controindicazioni

Attualmente, non esistono controindicazioni all’integrazione di Tribulus terrestris in soggetti adulti in buono stato di salute, salvo la presenza di reazioni di ipersensibilità individuale.

L’uso di Tribulus terrestris è da ritenersi generalmente controindicato in gravidanza, allattamento e nei bambini, salvo diversa indicazione medica.

Effetti Collaterali

In base ai dati di letteratura, il Tribulus terrestris risulta essere un integratore molto ben tollerato.

Raramente sono stati segnalati i seguenti effetti collaterali:

In letteratura è stato descritto il caso clinico di un ragazzo di 21 anni che aveva assunto cronicamente prodotti a base di Tribulus terrestris per migliorare le proprie performance atletiche 31.

In seguito all’uso di tale prodotti il giovane ha sviluppato ginecomastia con alterazione del profilo ormonale (riduzione dei livelli di FSH, di LH e di testosterone con livelli normali di prolattina, estradiolo e progesterone). Tale alterazione si è risolta solo dopo che il ragazzo ha sospeso l’assunzione del Tribulus terrestris.

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH
X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Nuova Corpo X115® BODY
Scopri i suoi Benefici
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Un Aiuto per le Tue Difese Immunitarie?
Scopri Vitamina C Suprema ®
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come