Fumo e Calo della Fertilità 23 Feb 2018 | In X115

Introduzione

Da sempre gli operatori sanitari hanno considerato l’esposizione al fumo di sigaretta come un serio fattore di rischio per le capacità riproduttive dell’organimo umano. E’ noto infatti come la Nicotina, e soprattutto molti sottoprodotti derivati dalla combustione, presentino effetti tossici diretti sugli organi riproduttivi. Recenti stime dimostrano come il numero di donne fumatrici, in età fertile, sia sensibilmente aumentato, toccando quasi il 20%, e come i problemi di coppia legati all’infertilità o alla riduzione della fertilità, siano in continua ascesa. Nonostante le numerose campagne di informazione e le differenti scelte socio-politiche intraprese per dissuadere dal fumo, il tabagismo continua a diffondersi a macchia d’olio, soprattutto in particolari fasce vulnerabili, come ad esempio gli adolescenti o le donne con problemi di natura socio-economica. Proprio le suddette problematiche hanno indirizzato numerosi ricercatori verso la caratterizzazione dei danni indotti dal fumo sulla fertilità, proponendo quindi numerosi lavori nei quali valutare gli effetti sia molecolari che clinici del fumo, attivo e passivo, su alcuni endpoint importanti.

Fumo e fertilità femminile

Per comprendere al meglio gli effetti del tabacco e dei suoi sottoprodotti sulla salute degli organi riproduttivi, e più in generale sulle potenzialità riproduttive, si è pensato di studiare alcune caratteristiche come ciclo mestruale, menarca e menopausa. Gli effetti della continua esposizione a queste sostanze sulla funzione mestruale sono quindi divenuti il fulcro di molte ricerche. Nonostante tali studi siano stati condotti ormai diversi decenni fa, solo pochi anni addietro si è riuscito a caratterizzare, con rigorosità scientifica, i potenziali effetti del fumo di sigaretta sulle potenzialità riproduttive. Più precisamente, in donne fumatrici, si è osservata una correlazione dose-dipendente con:

Parte di queste alterazioni si sarebbe inoltre osservata anche nelle donne esposte a fumo passivo, ampliando così sensibilmente il numero di donne a rischio. A complicare ulteriormente il quadro clinico vi sarebbero anche gli esiti di alcuni studi, che avrebbero individuato una stretta correlazione tra numero di sigarette fumate e durata del periodo fertile, osservando nelle fumatrici un netto anticipo della menopausa. Di conseguenza, oltre ai disagi indotti sul ciclo mestruale, il fumo di sigaretta impatterebbe negativamente sulla fertilità, inducendo generalmente un ritardo nel concepimento ed un incremento apprezzabile del rischio di sterilità primaria e secondaria. Altrettanto importante, seppur non ancora del tutto caratterizzato, potrebbe essere l’effetto delle alterazioni ormonali legate ai problemi mestruali, sulla normale funzionalità di altri organi come il tessuto mammario e chiaramente l’utero. In questo senso, infatti, sono ancora in corso, studi in grado di verificare una correlazione tra fumo di sigaretta e carcinoma mammario ed uterino.

Fumo e fertilità maschile

Nonostante la gametogenesi maschile differisca sensibilmente da quella femminile, studi epidemiologici avrebbero comunque individuato variazioni sulla qualità dello sperma nei fumatori. Seppur non ancora presente, come nelle donne, un nesso causale, le evidenze sottolineano gli effetti dannosi del tabacco sulla funzionalità riproduttiva maschile. In particolare da queste evidenze emergerebbe nei fumatori;

Alla base di queste anomalie vi sarebbero alterazioni del normale sviluppo e della normale funzionalità delle cellule del Leydig e del Sertoli, importantissime nel controllare il microambiente riproduttivo. Queste alterazioni sembrerebbero indotte dal fortissimo impatto ossidante del fumo di sigaretta, ed in particolare dalla continua esposizione a Radicali liberi dell’Ossigeno e idrocarburi policiclici aromatici. Queste sostanze, infatti, potrebbero interagire con strutture biologiche, compreso anche il DNA, delle suddette cellule di sostegno e degli stessi spermatogoni, inducendo variazioni strutturali e funzionali responsabili delle anomalie precedentemente elencate. Effetto deleterio che si osserverebbe anche sulle strutture vascolari gonadiche, con conseguenti problematiche nella vascolarizzazione e nel continuo turn-over nutrizionale. L’effetto pro-ossidante, quindi, rimarrebbe uno dei principali imputati dei problemi di infertilità legati al fumo di sigaretta.

Bibliografia

Il Gesto d'Amore
Più Prezioso
Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è un trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi: