Probiotici e Sistema Immunitario | Benefici e Proprietà 23 Feb 2018 | In X115

Cosa Sono

I probiotici sono microrganismi in grado di raggiungere vivi e vitali il tratto intestinale dell’ospite, esercitando una funzione benefica per la salute.

Classicamente e sinteticamente, questi microrganismi vengono classificati in batteri probiotici (Lattobacilli, Bifidobatteri, Streptococchi) e lieviti probiotici (come il Saccharomyces boulardii).

I probiotici possono essere assunti attraverso alimenti fermentati (kefir, yogurt, skyr, tempeh, crauti ecc.) o integratori specifici 1.

I probiotici promuovono un sano equilibrio dei batteri intestinali e sono stati collegati a una vasta gamma di benefici per la salute, tra cui perdita di peso, salute dell’apparato digerente e migliore funzione immunitaria 2, 3.

I benefici dei probiotici sono ceppo-specifici; questo significa che non tutti i probiotici agiscono allo stesso modo e non tutti producono gli stessi benefici.

Si noti che negli studi clinici le miscele probiotiche hanno spesso dimostrato di essere migliori di un singolo ceppo per migliorare la microflora indigena 4.

Benefici Sul Sistema Immunitario

I probiotici possono aiutare a rafforzare il sistema immunitario e inibire la crescita di batteri intestinali dannosi 5.

Una grande revisione ha concluso che l’assunzione di probiotici ha ridotto la probabilità e la durata delle infezioni respiratorie. Tuttavia, la qualità delle prove era bassa 6.

Inoltre, alcuni probiotici hanno dimostrato di promuovere la produzione di anticorpi nell’organismo. Possono inoltre potenziare le cellule immunitarie, come le cellule produttrici di IgA, i linfociti T e le cellule natural killer 7, 8.

Tra i probiotici che sembrano più efficaci nell’aumentare l’immunità ricordiamo i ceppi Lactobacillus GG, Lactobacillus crispatus, Lactobacillus gasseri, Bifidobacterium bifidum e Bifidobacterium longum.

Alcuni esempi:

Meccanismo d’azione

Il tratto gastrointestinale possiede un ben rappresentato sistema immunitario, definito GALT (tessuto linfoide associato al tratto gastroenterico).

Questa stretta associazione spiegherebbe il motivo per cui, agendo a livello della flora intestinale, sarebbe possibile controllare l’attività dell’intero sistema immunitario.

Le numerosissime ricerche in merito hanno chiarito come l’uso adeguato di specifici ceppi probiotici possa:

Probiotici contro l’Infiammazione

In uno studio, 32 adulti anziani hanno assunto una miscela di Lactobacillus gasseri, Bifidobacterium bifidum e Bifidobacterium longum o un placebo per tre settimane.

Dopo aver assunto gli integratori probiotici, i marker infiammatori sono diminuiti, i marker anti-infiammatori sono aumentati e l’equilibrio dei batteri intestinali è divenuto simile a quello di persone giovani e sane 16.

Probiotici contro le Infezioni Respiratorie

Una grande revisione ha scoperto che l’assunzione di probiotici ha ridotto la probabilità e la durata delle infezioni respiratorie. Tuttavia, la qualità delle prove era bassa 6.

Alcuni studi hanno suggerito che i probiotici possono prevenire e migliorare i sintomi del raffreddore comune 17, 3.

In uno studio su 326 bambini, sei mesi di assunzione del probiotico L. acidophilus hanno ridotto la febbre del 53%, la tosse del 41%, l’uso di antibiotici del 68% e i giorni di assenza da scuola del 32% 18. Lo stesso studio ha scoperto che la combinazione di L. acidophilus con Bifidobacterium animalis subsp lactis era ancora più efficace.

Probiotici contro le Infezioni Urinarie

È stato dimostrato che il probiotico Lactobacillus crispatus può ridurre del 50% il rischio di infezioni del tratto urinario (IVU) nelle donne 19.

Una meta-analisi ha scoperto che i probiotici del genere Lactobacillus hanno aiutato a prevenire le infezioni urinarie nelle donne adulte 20.

Un altro studio ha scoperto che l’assunzione di probiotici e antibiotici era più efficace nel prevenire le infezioni ricorrenti del tratto urinario rispetto all’uso dei soli antibiotici 21.

Probiotici contro le Infezioni Vaginali

In un piccolo studio del 1996, i medici hanno scoperto che le donne che mangiavano uno yogurt probiotico contenente Lactobacillus acidophilus avevano una maggiore quantità di lattobacilli nelle loro vagine rispetto a quelle che non lo facevano.

Le donne che hanno mangiato questo yogurt probiotico avevano anche meno probabilità di sperimentare vaginosi batteriche22.

In uno studio, 125 donne premenopausali con diagnosi di vaginosi batterica hanno ricevuto antibiotici per 7 giorni. Metà delle donne ha assunto anche probiotici (Lactobacillus rhamnosus e Lactobacillus reuteri) due volte al giorno per 30 giorni; l’altra metà era il gruppo placebo. Il tasso di guarigione a 30 giorni era vicino al 90% nel gruppo antibiotico + probiotico, in contrasto con il 40% registrato nel gruppo antibiotico + placebo 23.

Uno studio ha valutato l’efficacia dei probiotici incapsulati Lactobacillus rhamnosus GR-1 in associazione a Lactobacillus fermentum RC-14 nel trattamento di 42 donne, comparandola con quella del L. rhamnosus GG.

Mentre quest’ultimo è risultato inefficace, l’associazione ha elevato dal 40 al 90% la percentuale di pazienti con flora vaginale sana; inoltre ha fatto sì che 7 su 11 pazienti con vaginosi batterica mostrassero un netto miglioramento dopo 1 mese di trattamento 24.

Numerosi studi hanno scoperto che l’assunzione di L. acidophilus come integratore probiotico può prevenire e curare le infezioni vaginali aumentando i lattobacilli nella vagina 29, 30. Tuttavia, altri studi non hanno trovato alcun effetto 31, 32.

Probiotici contro le Malattie Allergiche

Il ruolo dei probiotici nelle malattie allergiche è ancora molto controverso; alcune recenti evidenze sembrano attribuire ad alcuni ceppi una modesta efficacia nella dermatite atopica, ma il loro ruolo per asma e rinite allergica è ancora da stabilire.

17 studi sui 22 inclusi in una revisione hanno mostrato un beneficio significativo dei probiotici sul piano clinico nella rinite allergica, mentre otto studi hanno mostrato un miglioramento significativo dei parametri immunologici 33.

L. plantarum ha ridotto l’allergenicità della farina di soia 34.

L. salivarius, L. paracasei , B. animalis e B. bifidum hanno prevenuto la sensibilizzazione atopica dei comuni allergeni alimentari. Gli autori di questo studio ritengono che questa miscela probiotica potrebbe ridurre l’incidenza dell’eczema atopico nella prima infanzia 35.

Probiotici contro l’Eczema

Uno studio ha rilevato che i sintomi dell’eczema sono migliorati nei neonati nutriti con latte integrato con probiotici, rispetto ai neonati alimentati con latte senza probiotici 36.

Un altro studio ha seguito i bambini di donne che hanno assunto probiotici durante la gravidanza. Questi bambini avevano un rischio inferiore dell’83% di sviluppare eczema nei primi due anni di vita 37.

L’ingestione prolungata di L. acidophilus da parte di adulti con dermatite atopica ha ridotto significativamente l’area dell’eczema e l’indice di gravità 38.

La somministrazione topica di una crema contenente S. thermophilus a pazienti con dermatite atopica ha aumentato i livelli di ceramidi e migliorato i segni e i sintomi della dermatite atopica (es. eritema, desquamazione, prurito) 39.

Tuttavia, il legame tra probiotici e ridotta gravità dell’eczema è ancora debole e devono essere condotte ulteriori ricerche 40, 41.

Probiotici contro la Diarrea

Un’ampia revisione di 35 studi ha rilevato che alcuni ceppi di probiotici possono ridurre la durata della diarrea infettiva in media di 25 ore 42.

Ceppi come Lactobacillus rhamnosus, Lactobacillus casei e il lievito Saccharomyces boulardii sono più comunemente associati a un ridotto rischio di diarrea 43, 44.

I ceppi Lactobacillus rhamnosus GG (LGG) e Saccharomyces boulardii I-745 hanno dimostrato di essere efficaci nel trattamento della diarrea infettiva acuta (gastroenterite acuta) e della diarrea associata a terapia antibiotica 45.

I dati derivanti dall’analisi aggregata di alcuni studi hanno mostrato che Bacillus clausii (es. enterogermina) ha ridotto significativamente la durata della diarrea acuta nei bambini, ma con una differenza media di sole 9-12 ore rispetto al controllo 46.

La maggior parte degli studi dimostra che S. boulardii è efficace nel ridurre il rischio di diarrea associata agli antibiotici sia nei bambini che negli adulti 47, 48, 49, 50, 51, 52, 53.

Probiotici contro la Gengivite

Alcuni probiotici possono aiutare a prevenire la gengivite.

Uno studio di 14 giorni ha esaminato gli adulti che si sono astenuti dal lavarsi i denti e dall’usare il filo interdentale durante il trattamento con Lactobacillus brevis o un placebo.

La gengivite è progredita più rapidamente nel gruppo placebo, suggerendo che i probiotici hanno contribuito a proteggere dalle infezioni 54.

Integratore Collagene Antirughe

X115®+PLUS2 – Integratore Antiage | Doppia Formula Day & Night | Con Collagene (5g), Acido Ialuronico, Coenzima Q10, Acido Lipoico, Resveratrolo, ed Estratti Vegetali Biostimolanti e Antiossidanti (Melograno, Cacao, Olivo, Centella, Echinacea).

Bibliografia

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH
X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Scopri il Nuovo Siero X115®ACE
Provalo Gratis - Vitamine Pure | A | C | E
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come