Globuli Rossi Bassi | Cosa Mangiare per Aumentarli 29 Gen 2021 | In X115

Globuli Rossi e Anemia

I globuli rossi sono cellule del sangue deputate al trasporto dell’ossigeno ai tessuti del corpo.

Di conseguenza, un basso numero di globuli rossi riduce la capacità del sangue di trasportare l’ossigeno ai tessuti.

Ogni globulo rosso contiene una proteina, chiamata emoglobina, deputata al legame e al trasporto dell’ossigeno.

Quando il contenuto di emoglobina del sangue scende al di sotto di un certo valore si parla di anemia.

In molti casi, ma non sempre, la riduzione dell’emoglobina è accompagnata da una riduzione del numero dei globuli rossi.

Cause

L’anemia è una condizione molto diffusa, che colpisce più di 1,6 miliardi di persone in tutto il mondo. Di queste, oltre 1,2 miliardi di persone soffrono di anemia da carenza di ferro 1, 2.

Le donne in età fertile e le persone con malattie croniche come il cancro hanno il più alto rischio di sviluppare anemia.

Le possibili cause dell’anemia si possono suddividere in:

Per alcune persone, l’anemia è causata dalla coesistenza di più fattori.

Fattori che riducono la produzione di globuli rossi

I fattori che possono ridurre la produzione e il numero di globuli rossi, causando anemia, includono:

Nel complesso, la carenza di ferro è la causa più comune di anemia.

Fattori che aumentano la perdita o la distruzione dei globuli rossi

Diversi fattori possono determinare un’aumentata perdita o distruzione dei globuli rossi:

Sintomi

Molti dei sintomi dell’anemia sono causati da un ridotto apporto di ossigeno ai tessuti e agli organi vitali del corpo.

Le persone con anemia appaiono pallide e spesso lamentano debolezza, più o meno marcata, e intolleranza alle basse temperature.

Possono anche sperimentare:

Alcuni tipi di anemia possono causare infiammazione della lingua, che appare liscia, lucida, rossa e spesso dolorosa.

Se l’anemia è grave, può verificarsi svenimento. Altri segni e sintomi includono:

Nelle anemie emolitiche, è tipica la comparsa di un colorito giallo (ittero) delle sclere oculari e della pelle.

Cosa Mangiare

Premessa

In presenza di globuli rossi bassi, è importante collaborare con il medico per scoprirne le cause e trattare eventuali condizioni sottostanti.

Molti casi di anemia possono essere corretti con cambiamenti dietetici e integratori; altri casi possono richiedere trasfusioni di sangue, trapianto di midollo osseo o l’assunzione di farmaci che stimolano la produzione di globuli rossi.

L’eritropoietina (EPO) è un ormone che viene prodotto nei reni e stimola la produzione di globuli rossi (eritropoiesi) 3.

Oltre all’abuso in campo sportivo, l’EPO viene usato per il trattamento dell’anemia associata a condizioni gravi, come malattie renali, chemioterapia, malattie infiammatorie intestinali (IBD), malattie autoimmuni, HIV, disturbi dei globuli rossi e perdita di sangue a seguito di interventi chirurgici o traumi 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10.

Ferro

Il ferro è un minerale essenziale per la sintesi di emoglobina e globuli rossi 11. Una carenza di ferro, pertanto, riduce la produzione di globuli rossi 12.

La carenza di ferro si traduce anche in una dimensione dei globuli rossi più variabile (> 20% RDW) e globuli rossi più piccoli (MCV basso) e poveri di emoglobina (MCH basso) 13, 14.

Il ferro si trova naturalmente in molti alimenti ed è possibile assumerne quantità adeguate mangiando una varietà di cibi, inclusi i seguenti:

Molti alimenti contengono ferro, ma "il ferro non è tutto uguale". Occorre infatti distinguere tra:

La carne e il pesce contengono sia ferro EME che non EME. I vegetali, invece, contengono esclusivamente ferro non EME.

Ferro EME

Il ferro EME è associato all’emoglobina e alla mioglobina, ed è contenuto esclusivamente negli alimenti di origine animale (carne, frattaglie, pesce e altri prodotti della pesca), dove rappresenta circa il 40-50% del ferro totale.

Il suo tasso di assorbimento arriva fino al 40% della dose assunta ed è scarsamente influenzato dagli antinutrienti, sebbene tenda a ridursi con le alte temperature (da qui il consiglio di mangiare "bistecche al sangue")15.

Ferro non EME

Il Ferro non EME è contenuto sia negli alimenti animali che in quelli vegetali. Ne troviamo buone quantità in cereali, verdure, legumi e cibi fortificati.

Il suo tasso di assorbimento è molto più basso (2-20%) rispetto a quello del ferro EME 15.

Lo stato di ossidazione del ferro non EME ne influenza l’assorbimento; in particolare, per essere assorbito dall’intestino, il ferro deve trovarsi nella forma bivalente (Fe2+).

Il corpo assorbe meglio il ferro dalle fonti vegetali quando il pasto include carne, pollame, prodotti della pesca e cibi che contengono vitamina C e vitamina A, come agrumi, fragole, peperoni, pomodori e broccoli.

Fattori che Aumentano l’Assorbimento del FerroFattori che Riducono l’Assorbimento del Ferro
  • vitamina C;
  • altri acidi organici, come acido tartarico, acido citrico, acido malico, acido succinico e acido fumarico;
  • amminoacidi (ad esempio cisteina) e oligopeptidi derivanti dalla digestione della carne o di altri alimenti di origine animale;
  • verdure fermentate (ad es. crauti), salse di soia fermentate ecc.
  • fitati: contenuti nella crusca e nei cereali integrali
  • calcio e fosfati: contenuti tipicamente nei latticini
  • tannini: contenuti nel tè e nel vino rosso
  • composti fenolici contenuti in tè, caffè, cacao, spinaci e spezie.

Generalità

Diversi nutrienti sono importanti per la salute e la bellezza dei capelli.

Ad esempio, sono necessari adeguati apporti di proteine, ferro, zinco, selenio, vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina D e antiossidanti.

I capelli "nascono" nei cosiddetti follicoli capilliferi, dove – all’interno del bulbo – troviamo un pull di cellule staminali.

Queste cellule staminali sono in grado di replicarsi stimolando la formazione di un nuovo bulbo dopo la naturale caduta periodica dei capelli.

Dal bulbo, il nuovo capello cresce e si sviluppa grazie all’attività dei cheratinociti, che sintetizzano i vari tipi di cheratina che formano la struttura del capello.

Come tutte le cellule in rapida proliferazione, anche quelle che permettono la crescita dei capelli hanno bisogno di un rifornimento costante di nutrienti che sostenga la loro intensa attività metabolica 1, 2.

Il cuoio capelluto umano contiene circa 100.000 follicoli piliferi. Di questi, il 90% si trova nella fase anagen (di crescita), che richiede elementi nutritivi essenziali, come proteine, vitamine e minerali, per produrre in modo efficiente capelli sani.

Diverse vitamine giocano un ruolo importante nel turnover delle cellule bulbo-follicolari che si stanno rapidamente dividendo:

La caduta dei capelli è un problema comune che può essere migliorato con l’integrazione di vitamine e minerali. Questi micronutrienti sono infatti importanti per la normale crescita e funzione cellulare, e possono contribuire alla caduta dei capelli quando sono carenti.

Controversie

Considerate le premesse, l’uso di integratori vitaminici e minerali è considerato un rimedio popolare nel trattamento della caduta dei capelli.

Esistono tuttavia importanti controversie su questa pratica.

Infatti, in assenza di carenze o aumentati fabbisogni, è improbabile che l’aumentato apporto di vitamine e minerali possa apportare benefici oltre il normale stato di salute dei capelli.

Dall’altro lato bisogna considerare che, nella società moderna, le carenze subcliniche di vitamine e minerali sono estremamente diffuse.

Si tratta di carenze marginali, non così gravi da manifestarsi con sintomi evidenti e ben definiti, ma comunque implicate nell’aumentato rischio di numerose malattie croniche e favorenti la caduta dei capelli 3.

Le carenze franche di riboflavina, biotina, acido folico, vitamina C e vitamina B12 sono infatti associate alla caduta dei capelli. Anche la carenza di alcuni minerali – tra cui zinco, selenio e ferro – può essere causa di alopecia.

Carenze e insufficienze di vitamine e minerali importanti per capelli
VitaminaQuanto è diffusa la carenza
Vitamina D

35-45% della popolazione; questa percentuale sale al 50-75% negli anziani ed è maggiore nelle persone con pelle scura 4, 5, 6.

Vitamina B12

6% della popolazione e fino al 20% degli adulti di età superiore ai 60 anni 7, 8. Inoltre, fino all’80-90% dei vegetariani e dei vegani può essere carente di vitamina B12 9, 10.

Vitamina C5-15% degli adulti negli Stati Uniti 11, 12; tassi più alti (30%) si osservano negli anziani 13.
Acido Folico

La carenza di folati (vitamina B9) è piuttosto comune, soprattutto negli anziani e nelle donne in gravidanza 14. Mentre la carenza franca interessa meno del 5% della popolazione, l’insufficienza supera il 40% in molte nazioni 15.

BiotinaLe carenze di biotina sono estremamente rare.
RiboflavinaLa carenza franca è estremamente rara nei Paesi industrializzati. Tuttavia, molte persone – soprattutto i vegani (fino al 48%), gli anziani (10-41%) e le ragazze nella fase adolescenziale (fino al 95%) – hanno un’assunzione insufficiente di riboflavina 16.
Ferro

La carenza di ferro interessa oltre il 25% delle persone a livello mondiale 17, 18. Risulta più comune in bambini, donne in età fertile e donatori di sangue frequenti 19, 20, 21.

Occorre anche capire che "le cadute dei capelli non sono tutte uguali".

Le cause che possono portare alla tanto temuta alopecia sono infatti numerose e ognuna di esse risponde diversamente all’integrazione di vitamine (vedi tabella a fondo articolo).

Un consiglio per la tua bellezza

X115®+Plus2 è un integratore antirughe di nuova generazione, con una Doppia Formula "Day & Night" che apporta Collagene (5g), Acido Ialuronico (100mg), Vitamina C, Biotina, Zinco, Rame, ed Estratti Vegetali Biostimolanti (utili per la belelzza di pelle, unghie e capelli).

Integratore Collagene Antirughe
X115®+PLUS – Integratore Antiage | Doppia Formula Day & Night | Con Collagene (5g), Acido Ialuronico, Astaxantina, Coenzima Q10, Acido Lipoico, Resveratrolo, ed Estratti Vegetali Biostimolanti e Antiossidanti (Melograno, Cacao, Olivo, Centella, Echinacea).

Studi e Benefici

Biotina e Capelli

Una revisione del 2017 ha riscontrato che gli integratori di biotina aumentano la crescita dei capelli nei soggetti con una carenza sottostante del nutriente. Tuttavia, a causa della rarità di questa carenza, gli Autori hanno concluso che questi integratori non sono efficaci per la popolazione generale 22.

In una revisione del 2019, i ricercatori hanno scoperto che gli uomini con alopecia androgenetica avevano livelli leggermente inferiori di biotina rispetto a quelli senza perdita di capelli.

Tuttavia, la differenza non era abbastanza significativa da indicare un collegamento diretto tra biotina e calvizie androgenetica 23.

Vitamine e Capelli grigi

Ferro, vitamina D, folato, vitamina B12 e selenio sono vitamine e minerali che possono essere coinvolti nell’ingrigimento precoce dei capelli durante l’infanzia o nella prima età adulta.

L’integrazione di questi micronutrienti carenti può migliorare l’incanutimento precoce 24.

PABA e Capelli grigi

Il PABA è un fattore vitamino-simile che non può essere sintetizzato dai mammiferi, ma è fornito dal cibo e dai batteri simbiotici intestinali.

Ricerche limitate suggeriscono che gli integratori di PABA possono aiutare a scurire i capelli grigi.

Questo potenziale beneficio emerge da studi eseguiti negli anni ’40 e ’50 del secolo scorso, secondo i quali l’assunzione di PABA a dosi giornaliere comprese tra 200 mg e 24 grammi ha contribuito a scurire i capelli grigi, facendoli tornare al loro colore originale 25, 26, 27.

Inoltre, alcune ricerche hanno scoperto che i capelli sono diventati di nuovo grigi dopo che i partecipanti hanno interrotto l’integrazione 25.

Mancano tuttavia studi recenti a sostegno di questa efficacia.

Alcuni ricercatori hanno concluso che il PABA non dovrebbe essere assunto al solo scopo di scurire i capelli, a causa dei suoi effetti collaterali sconosciuti 25, 28.

Vitamina C

La vitamina C è un potente antiossidante che previene l’ossidazione delle lipoproteine a bassa densità e il danno da radicali liberi 29.

Inoltre, il corpo ha bisogno di vitamina C per sintetizzare una proteina nota come collagene, che insieme alla cheratina rappresenta una componente importante della struttura dei capelli.

La vitamina C svolge anche un ruolo essenziale nell’assorbimento intestinale del ferro; può quindi essere importante nei pazienti con perdita di capelli associata a carenza di ferro, come le donne in età fertile.

Sebbene la carenza di vitamina C sia tipicamente associata ad anomalie dei peli e dei capelli, non ci sono dati significativi che confermino l’utilità della vitamina C per arrestare la caduta dei capelli 30.

Fragole, peperoni, guaiave e agrumi sono tutte buone fonti di vitamina C. Scopri gli alimenti più ricchi di vitamina C »

Per il tuo benessere: Vitamina C Suprema®. Formula multivitaminica-multiminerale con estratti naturali di arancia, zenzero ed echinacea; con potassio e magnesio, zinco, selenio e un complesso multivitaminico a elevata biodisponibilità.

Migliore Vitamina C Suprema

Vitamina C Suprema® | Multivitaminico – Multiminerale | Con 500 mg di Vitamina C naturale da Rosa canina e Vitamina C 100% europea
Contro stanchezza e affaticamento | Con Magnesio, Potassio, Zenzero, Bioflavonoidi, Vitamine del gruppo B
Sostiene le difese immunitarie | Con Echinacea, Sambuco, Zinco, Selenio, Vitamina D

Vitamina D

Il ruolo della vitamina D nel follicolo pilifero è evidenziato dalla caduta dei capelli osservata nei pazienti con rachitismo di tipo II dipendente dalla carenza di vitamina D.

Gli studi hanno anche dimostrato che la vitamina D, a causa del suo effetto immunomodulatore, può essere coinvolta nell’alopecia areata.

In effetti numerosi studi indicano come il livello medio di 25-idrossivitamina D nel sangue dei pazienti con alopecia areata sia mediamente inferiore a quello dei soggetti privi di questa forma di alopecia 9.

In uno di questi studi, dei 30 pazienti con alopecia areata il 96,7% era carente di vitamina D [25(OH)D < 20 ng/mL], rispetto al 73,3% dei 30 controlli sani 24.

La vitamina D dovrebbe essere pertanto integrata quando i suoi livelli sono bassi 24

Il corpo produce vitamina D attraverso il contatto della pelle con i raggi del sole. Buone fonti alimentari di vitamina D includono pesce grasso, olio di fegato di merluzzo, alcuni funghi e cibi fortificati. Scopri gli alimenti più ricchi di vitamina D »

Vitamina E

La vitamina E aiuta a prevenire lo stress ossidativo e ad aumentare la crescita dei capelli.

In uno studio, le persone con perdita di capelli hanno sperimentato un aumento del 34,5% nella crescita dei capelli dopo aver assunto vitamina E (100 mg al giorno) per 8 mesi. Il gruppo placebo ha avuto solo un aumento dello 0,1% 25.

Buone fonti alimentari includono semi di girasole, mandorle, spinaci e avocado. Scopri gli alimenti più ricchi di vitamina E »

Eccesso di Vitamina A

Le diete carenti di vitamina A possono portare a diversi problemi, inclusa la caduta dei capelli 26 .

D’altro canto, gli studi dimostrano che troppa vitamina A può contribuire alla caduta dei capelli 27.

Ad esempio, l’assunzione orale di derivati della vitamina A (come il retinoide isotretinoina) per il trattamento dell’acne ha causato una diminuzione del numero di capelli, della loro densità e della percentuale di capelli anagen 28.

Anche l’integrazione a dosi elevate di vitamina A (5.000 UI) al giorno è stata associata alla caduta dei capelli, sia negli uomini che nelle donne 28, 29.

Patate dolci, carote, zucche, spinaci e cavoli sono tutti cibi ricchi di beta-carotene, che si trasforma in vitamina A. La vitamina A preformata (retinolo) si trova in prodotti di origine animale come latte, uova e yogurt. Per approfondire, consulta l’elenco degli alimenti più ricchi di vitamina A »

Ricorda che

Cause di caduta dei capelli e caratteristicheIntegratori potenzialmente utili
Alopecia androgenetica: interessa l’80% degli uomini e il 40-50% delle donne (in particolar modo dopo la menopausa); è causata dall’azione degli ormoni androgeni su follicoli geneticamente predisposti a subirne l’azione involutiva. Il processo di "caduta" è lento, con un progressivo assottigliamento dei capelli fino a renderli invisibili. Questo processo può essere rallentato tramite specifici trattamenti nutri-cosmetici, ma nei casi più aggressivi è richiesta una terapia farmacologicaInibitori naturali dell’enzima 5-alfa-reduttasi: serenoa repens (saw palmetto), pigeo africano, ortica (radice); steroli vegetali; Multivitaminici e Minerali come supporto generale; vitamina D; ferro, zinco e selenio se il paziente è carente; flavonoidi, come le proantocianidine da mela annurca.

Telogen effluvium: caduta massiva dei capelli da stress (ad es. causata da febbre alta, dimagrimenti improvvisi, interventi chirurgici, chemioterapia ecc.). Cessato l’elemento stressante, i capelli ricrescono spontaneamente

Multivitaminici e Minerali. Vitamina D, Vitamine Antiossidanti; ferro, zinco e selenio se il paziente è carente. Amminoacidi solforati.
Alopecia areata: caratterizzata dall’improvvisa perdita dei capelli a chiazze, in una o più aree circoscritte; ha un’origine autoimmune. Il trattamento medico include cortisonici topici e/o orali e immunoterapia topica (ad esempio, con difenciprone o dibultilestere dell’acido squarico).Acidi grassi omega-3; fonte di GLA (olio di enotera, olio di borragine); Multivitaminici e Minerali come supporto generale.

Per riassumere

La seguente tabella, tratta da una revisione scientifica, riassume il ruolo di vitamine e minerali nelle forme di alopecia non cicatriziale e nell’ingrigimento precoce dei capelli 24.

MicronutrientiTelogen Effluvium (TE) e Alopecia Androgenetica (AGA)Alopecia Areata (AA)Incanutimento precoce
Vitamina DI risultati degli studi sono contrastanti, ma la maggior parte degli Autori concorda sull’integrazione di vitamina D nei pazienti con perdita di capelli e carenza di vitamina D.Diversi studi hanno mostrato un’associazione tra AA e bassi livelli di vitamina D.
La correzione della carenza di vitamina D migliora l’esito dell’AA e migliora la risposta al trattamento
Si raccomanda lo screening per la carenza e l’integrazione
Vitamina CFondamentale nei pazienti con perdita di capelli associata a carenza di ferroI pochi studi pubblicati non permettono di fornire raccomandazioniI dati non sono disponibili
Vitamina EDati non disponibiliI dati contrastanti degli studi scientifici precludono raccomandazioniI dati non sono disponibili
Vitamina AL’ipervitaminosi A causa la caduta dei capelli.
Lo screening è raccomandato in casi selezionati
I dati non sono disponibiliI dati non sono disponibili
Acido folico / vitamina B12I dati non sono sufficienti per raccomandare lo screening e l’integrazioneAlcuni studi suggeriscono che i livelli di folato o vitamina B12 potrebbero modificare la progressione dell’AA. I dati sono tuttavia scarsi per raccomandare l’integrazioneSi raccomanda lo screening per la carenza e l’integrazione
RiboflavinaLa carenza può causare la caduta dei capelli. I dati sono troppo scarsi per raccomandare lo screeningI dati non sono disponibiliI dati non sono disponibili
BiotinaI livelli di biotina possono essere bassi nei pazienti che lamentano perdita di capelli.
L’efficacia dell’integrazione non è adeguatamente supportata da studi basati sull’evidenza.
La biotina esogena interferisce con alcuni test di laboratorio, creando risultati falsi negativi o falsi positivi
Nessuno studio sulla biotina in monoterapiaI dati non sono disponibili
Ferro / FerritinaLa maggior parte degli Autori concorda sulla supplementazione di ferro nei pazienti con carenza di ferro o ferritina e perdita di capelliCarenza di ferro segnalata in pazienti di sesso femminile, probabilmente casualeSi raccomanda lo screening per la carenza e l’integrazione
ZincoI dati non sono omogenei e i risultati sono troppo incoerenti per raccomandare lo screening

La maggior parte degli studi ha rivelato bassi livelli sierici di zinco nei pazienti con AA.

Mancano informazioni basate sull’evidenza di efficacia della supplementazione di zinco nell’AA.

I dati non sono disponibili
SelenioLa tossicità può causare la caduta dei capelli. Non ci sono dati per raccomandare lo screeningNessun dato per fornire raccomandazioniSi raccomanda lo screening per la carenza e l’integrazione

Per il tuo benessere: Vitamina C Suprema®. Formula multivitaminica-multiminerale con estratti naturali di arancia, zenzero ed echinacea; con potassio e magnesio, zinco, selenio e un complesso multivitaminico a elevata biodisponibilità.

Migliore Vitamina C Suprema

Vitamina C Suprema® | Multivitaminico – Multiminerale | Con 500 mg di Vitamina C naturale da Rosa canina e Vitamina C 100% europea
Contro stanchezza e affaticamento | Con Magnesio, Potassio, Zenzero, Bioflavonoidi, Vitamine del gruppo B
Sostiene le difese immunitarie | Con Echinacea, Sambuco, Zinco, Selenio, Vitamina D

Vitamine

Nelle persone con globuli rossi bassi sono importanti soprattutto 5 vitamine, che sono la vitamina B12, l’acido folico (B9), la vitamina B6, la vitamina C e la vitamina D.

La vitamina B12, la vitamina B6 e l’acido folico sono necessarie per la produzione di globuli rossi, e la loro carenza è associata ad anemia 16, 17, 18, 19:

Le carenze di queste vitamine sono molto meno comuni della carenza di ferro. Tuttavia, la carenza di vitamina B12 è relativamente frequente nell’età anziana, mentre l’acido folico scarseggia nelle diete povere di vegetali freschi e nelle donne in gravidanza.

Inoltre, la carenza di vitamina B12 è comune nelle persone vegane che non integrano questa vitamina.

La vitamina C è importante soprattutto perché aiuta il corpo ad assorbire il ferro. Pertanto, mangiare cibi ricchi di ferro insieme a fonti di vitamina C può aumentare la produzione di globuli rossi.

In uno studio, assumere 100 mg di vitamina C con un pasto ha aumentato l’assorbimento di ferro del 67% 20.

Anche la vitamina A e il beta-carotene possono aumentare l’assorbimento del ferro e annullare l’influenza negativa dell’acido fitico 21, 22, 23.

VitamineAlimenti che le Contengono
Vitamina A

Carne rossa, pollame, pesce e latticini, fegato, carote, patate dolci, pesce, melone, peperoni, zucca e pompelmo. Per approfondire: alimenti ricchi di vitamina A »

Vitamina B6Lievito, cereali, fegato, cervello, latte, frutta, ortaggi
Vitamina B9Lievito, fegato, asparagi e numerosi ortaggi. Per approfondire: alimenti ricchi di acido folico »
Vitamina B12Fegato, cervello, uova, formaggi e tutti gli alimenti di origine animale. Per approfondire: alimenti ricchi di vitamina B12 »
Vitamina CAgrumi, frutta, verdura, fegato, ostriche. Per approfondire: alimenti ricchi di vitamina C »
Vitamina DPesci grassi (sgombri, salmone, tonno, sardine), oli di fegato di pesce, tuorlo d’uovo, funghi esposti alla luce solare o ai raggi UV. Per approfondire: alimenti ricchi di vitamina D »

Vitamina D

I globuli rossi bassi sono un reperto clinico comune nelle persone con malattie o infiammazioni croniche 24, 25.

L’anemia infiammatoria è la seconda causa più comune di anemia dopo la carenza di ferro. Questa forma anemica è tipicamente associata a infezioni acute e croniche, sepsi, tumori maligni, malattie autoimmuni e malattie renali croniche 24.

La vitamina D è considerata una vitamina immunomodulante e antinfiammatoria; potrebbe quindi avere un ruolo beneficio come coadiuvante nel trattamento di queste malattie croniche.

I primi studi clinici sono stati promettenti, dimostrando che l’integrazione di vitamina D potrebbe aiutare a ridurre l’infiammazione e aumentare i livelli di globuli rossi nelle persone con malattie croniche. Tuttavia, i risultati sono contrastanti e sono necessarie ulteriori ricerche 26, 27.

Si consideri che la carenza di vitamina D è estremamente comune, specie negli anziani, coinvolgendo oltre la metà della popolazione. Per approfondire, leggi il nostro articolo sulla carenza di vitamina D »

Rame

Il rame è un altro nutriente necessario per la produzione di globuli rossi 28, 29, 30.

Tuttavia, il rame è necessario solamente in piccolissime quantità e risulta ampiamente disponibile negli alimenti. Pertanto, la carenza di rame è rara e solitamente dovuta a cause non alimentari.

Tra gli alimenti ricchi di rame ricordiamo ostriche, noci, semi, aragoste, fegato, verdure a foglia verde e cioccolato fondente.

Stile di Vita

Alcol

Il consumo eccessivo di alcol riduce la produzione di globuli rossi 31. Inoltre, l’alcolismo è spesso associato a carenze di vitamine importanti per la produzione di globuli rossi, come l’acido folico.

Un consumo moderato di alcool potrebbe invece ridurre il rischio di carenza di ferro e anemia da carenza di ferro 32.

Igiene orale

L’infiammazione gengivale cronica (parodontite) è stata associata a globuli rossi bassi, che tendono invece ad aumentare dopo il trattamento parodontale 33.

Al contrario, la progressione della malattia parodontale è associata a globuli rossi bassi 34.

Esercizio Fisico

Fare esercizio fisico in maniera regolare e senza eccessi può aumentare i livelli di globuli rossi 35.

Tuttavia, un intenso esercizio fisico può avere l’effetto opposto. Questo è uno dei motivi per cui gli atleti di resistenza spesso soffrono di anemia 36.

Altitudine

Alle altitudini elevate, l’ossigeno disponibile per l’organismo è scarso; per compensare, il corpo stimola la produzione di globuli rossi.

Questa risposta fisiologica è sfruttata dagli Atleti, che si allenano ad alta quota per aumentare i globuli rossi e migliorare le prestazioni 37.

Per ottenere benefici concreti, occorre soggiornare in altura, preferibilmente sopra i 1.800 metri, per almeno 10-15 giorni.

Integratori

Integratori di Ferro

Gli integratori di ferro possono aiutare a correggere le carenze di questo minerale e aumentare il numero di globuli rossi in presenza di anemia da carenza di ferro.

Sono spesso considerati il ​​metodo di trattamento preferito e possono produrre risultati più rapidi rispetto agli interventi dietetici.

Ad esempio, il medico potrebbe prescrivere un integratore di ferro nelle seguenti situazioni:

È importante notare che l’assunzione di integratori di ferro quando non sono necessari potrebbe danneggiare la salute. In particolare, il loro utilizzo risulta controindicato nei pazienti con:

Il ferro per via orale provoca effetti collaterali fino al 60% delle persone, come irritazione intestinale, costipazione, diarrea, nausea e bruciore di stomaco 38, 39.

Il ferro è anche la causa più comune di morte da avvelenamento nei bambini. Tra il 1983 e il 2000, almeno 43 bambini statunitensi sono morti per ingestione involontaria di integratori contenenti alte dosi di ferro (36-443 mg di ferro/kg di peso corporeo) 40.

Altri Integratori

Oltre al classico ferro, alcuni integratori utili per aumentare i globuli rossi e l’emoglobina includono vitamina C, acido folico, rame, zinco, selenio, vitamina B12, vitamina B6 e vitamina A 41, 42, 43.

Gli integratori di vitamina A e pro-vitamina A (beta-carotene), hanno ad esempio dimostrato di poter aumentare la produzione di eritropoietina e aumentare i livelli di emoglobina 44, 45, 46, 47, 48.

Uno studio su 100 persone che avevano consumato pasti a base di cereali ha rilevato che la presenza di vitamina A aumentava l’assorbimento di ferro fino al 200% per il riso, l’80% per il frumento e il 140% per il mais 23.

Nello stesso studio, l’aggiunta di beta-carotene ai pasti ha aumentato l’assorbimento di oltre il 300% per il ferro del riso e del 180% per il ferro di grano e mais.

In uno studio, l’integrazione di vitamina E ha migliorato i livelli di emoglobina negli adulti sani lievemente anemici (86 e 60 soggetti) 49.

L’aggiunta di zinco al trattamento con ferro aumenta ulteriormente l’emoglobina, migliora gli indici di ferro e ha effetti positivi sulla diarrea nei bambini anemici 50.

Anche il selenio e il rame sono stati associati all’anemia e l’integrazione è utile se si è carenti 51.

Effetti positivi sul numero di globuli rossi potrebbero derivare anche dall’integrazione di vitamina D 26, 27.

Per il tuo benessere: Vitamina C Suprema®. Formula multivitaminica-multiminerale con estratti naturali di arancia, zenzero ed echinacea; con potassio e magnesio, zinco, selenio e un complesso multivitaminico a elevata biodisponibilità.

Migliore Vitamina C Suprema

Vitamina C Suprema® | Multivitaminico – Multiminerale | Con 500 mg di Vitamina C naturale da Rosa canina e Vitamina C 100% europea
Contro stanchezza e affaticamento | Con Magnesio, Potassio, Zenzero, Bioflavonoidi, Vitamine del gruppo B
Sostiene le difese immunitarie | Con Echinacea, Sambuco, Zinco, Selenio, Vitamina D

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH
Un Aiuto per le Tue Difese Immunitarie?
Scopri Vitamina C Suprema ®
X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Scopri il Nuovo Siero X115®ACE
Provalo Gratis - Vitamine Pure | A | C | E
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come