Botox® – Botulino | Cos’è? Come Funziona? Rughe e Pericoli 22 Dic 2018 | In Tesi Antirughe

Botulino e Tossina Botulinica

Il batterio Clostridium botulinum produce sette differenti sierotipi di tossine botuliniche, identificate con lettere dalla A alla G; la più potente e studiata è il tipo A.

Le tossine prodotte dal botulino bloccano la trasmissione degli impulsi nervosi ai muscoli, impedendone la contrazione e determinandone un’anomalo rilassamento. Pertanto, il loro utilizzo in campo medico risulta utile per l’azione miorilassante nei quadri di:

Botulino Contro le Rughe

E’ tuttavia quello estetico il campo di applicazione più noto al grande pubblico; in tal senso la tossina del botulino viene utilizzato per il temporaneo miglioramento nell’aspetto di:

quando la gravità delle rughe del viso ha un importante impatto psicologico in pazienti adulti. Tra le specialità medicinali più utilizzate in campo medico, ricordiamo Vistabex, Botox, Dyspot e Azalure.

Meccanismo d’azione

Come abbiamo visto, il botulino agisce bloccando gli impulsi nervosi diretti a tutti i muscoli in cui è stato iniettato. Ciò consente di prevenire la contrazione muscolare, determinando una paralisi temporanea e reversibile.

Il botulino agisce in particolare a livello della giunzione tra i nervi ed i muscoli (placca neuromuscolare), inibendo il rilascio dalle terminazioni nervose di un messaggero chimico chiamato acetilcolina. Questo impedisce la contrazione dei muscoli. Di seguito approfondiamo megli il meccanismo d’azione.

La neurotossina esplica la propria azione a livello della placca neuromuscolare, bloccando il rilascio dell’acetilcolina nella zona presinaptica; in questo modo produce una "denervazione chimica" del muscolo, con un rilassamento completo che porta alla distensione del distretto cutaneo sovrastante.

Infatti la tossina botulinica di tipo A va ad agire su un complesso proteico chiamato SNARE, che ha un ruolo fondamentale per il rilascio di neurotrasmettitori nello spazio sinaptico. Attraverso endocitosi, la tossina penetra nel citoplasma cellulare e, grazie alla sua azione proteolitica, è in grado di degradare la proteina SNAP-25 (necessaria per il rilascio di acetilcolina), bloccando l’esocitosi delle vescicole dei neurotrasmettitori e causando la paralisi flaccida dei muscoli.

Questo blocco è reversibile e la ripresa del tono muscolare – che avviene dopo circa 5-6 mesi – è dovuta alla reinnervazione da parte di giunzioni mioneurali neoformate. Infatti, al fianco della parte paralizzata, si formano nuove giunzioni che esplicano la loro normale funzione rilasciando acetilcolina dello spazio sinaptico.

Proprietà Antirughe

L’azione diretta del Botox (tossina botulinica di tipo A) non è quella di correggere il volume della ruga con un riempimento (azione invece tipica dei filler), ma di provocare un blocco della contrazione muscolare che porta alla paralisi, quindi alla successiva distensione della cute.

Cenni Storici

Le proprietà antirughe della tossina botulinica, molto utilizzata nel campo della medicina estetica, sono state scoperte casualmente nel 1980. In uno studio sullo strabismo oculare trattato con BTX-A era stato riscontrato un miglioramento significativo nelle rughe glabellari. Questo episodio ha suscitato grande interesse, a cui sono seguiti molti studi che hanno portato, nel 1987, un’oftalmologa canadese ad utilizzare questa tossina per il trattamento delle rughe della fronte.

Il suo uso venne ammesso in America dal 1992, dove la tossina botulinica viene commercializzata – tra l’altro – con il nome di Botox. Due formulazioni della tossina sono attualmente approvate per l’uso nel trattamento in caso di rughe glabrellari moderate o gravi in pazienti dai 18 ai 65 anni di età negli Stati Uniti, e sono commercializzate con il nome Botox ® e Dysport ®. Il primo ha ricevuto l’autorizzazione per l’utilizzo a scopi cosmetici dalla FDA nel 2002, mentre il secondo l’ha ottenuta solo recentemente, nel 2009.

Finalità estetiche

L’obiettivo delle iniezioni di botulino è la distensione delle rughe facciali e dei muscoli sopraccigliari.

Sono stati eseguiti studi per valutare la sua efficacia e dopo 120 giorni, iniezioni in 5 diversi siti glabellari hanno mostrato una riduzione di 20 unità nelle rughe. La durata del trattamento varia da quattro a sei mesi ma vi sono soggetti nei quali il trattamento ha avuto una durata di nove mesi.

L‘uso coadiuvante cosmetico del botulino comprende pieghe orizzontali sulla fronte, zampe di gallina, forma dell’occhio e formazioni negli angoli mandibolari.

Rischi, Effetti Collaterali, Controindicazioni

La tossicità del Botox è elevata, ma la quantità utilizzata nel trattamento "estetico" antirughe costituisce circa il 3% della dose letale necessaria a intossicare un uomo; appare quindi difficile avere una intossicazione sistemica a seguito di un trattamento antirughe.

I pazienti che si sottopongono a questi trattamenti sono molto soddisfatti, ma esistono delle controindicazioni e degli effetti collaterali molto importanti. Infatti, a seguito del trattamento si possono avere degli effetti indesiderati, tra i quali:

Alcuni di questi effetti si possono eliminare con una tecnica di iniezione appropriata.

Tra le conseguenze estetiche più frequenti del trattamento si può avere

Le controindicazioni al trattamento con Botox includono gravidanza, allattamento, infezioni al sito di iniezione preposto, casi di disordine neuromuscolare, disfagia e ipersensibilità nota a qualsiasi tipo di tossina botulinica o ad una componente della formulazione.

Trattamento Antirughe X115X115® Antiage System – L’Alternativa al Botulino

Effetti Collaterali in base al sito di iniezione

Di seguito riportiamo gli effetti collaterali di una specilità medicinale destinata al miglioramento temporaneo dell’aspetto di:

Per le rughe glabellari:

Effetti Collaterali Molto comuni (si verificano in più di 1 utilizzatore su 10)

Effetti Collaterali Comuni (si verificano in 1 fino a 10 utilizzatori su 100)

Effetti Collaterali Non comuni (si verificano in 1 fino a 10 utilizzatori su 1000)

Per le rughe cantali laterali:

Effetti Collaterali Comuni (si verificano in 1 fino a 10 utilizzatori su 100)

Effetti Collaterali Non comuni (si verificano in 1 fino a 10 utilizzatori su 1000)

NOTE: Solitamente questi effetti indesiderati si verificano nella prima settimana dopo le iniezioni, sono di breve durata e di intensità lieve-moderata.

Molto raramente sono stati segnalati effetti indesiderati in muscoli diversi da quelli nei quali è stata iniettata la tossina botulinica. Questi effetti indesiderati includono: eccessiva debolezza muscolare, difficoltà a deglutire a causa di tosse e soffocamento quando si deglutisce (se cibo o liquidi entrano nelle vie aeree mentre si tenta di deglutire, si possono verificare problemi respiratori, come infezioni ai polmoni). Se questo si verifica, si rivolga immediatamente al medico.

Conclusioni

In conclusione, l’efficacia clinica del Botox e del Botulino nella medicina estetica appare evidente, sebbene presenti alcuni problemi: l’utilizzo delle iniezioni non è privo di effetti collaterali, specie se praticato da mani non esperte.

Importanti possono essere gli effetti collaterali, reversibili, che riguardano le specifiche regioni anatomiche trattate:

Nel 2009, l’FDA ha ordinato di applicare su ogni prodotto contenete tossine (tra cui il Botox) etichette informative per mettere in guardia i consumatori dagli eventuali gravi effetti che si possono verificare, come debolezza muscolare, diplopia, ptosi, disfagia, disfonia, disartria, dispnea e incontinenza urinaria.

In ogni caso, prima dell’utilizzo, al paziente deve essere fornita un appropiata consulenza, poiché molte volte si tende a sottovalutare la pericolosità dei prodotti contenenti botulino.

Prevenzione dell’Invecchiamento CutaneoPeeling Chimico

Tratto dalla Tesi della Dr.ssa Virginia Conti – Progettazione e sviluppo di un trattamento cosmeceutico antietà per la medicina estetica – Corso di laurea in Scienze e tecnologie dei prodotti erboristici, dietetici e cosmetici. Università di Ferrara. Relatore: Prof. Silvia Vertuani. Correlatore: Prof. Stefano Manfredini

Il Gesto d'Amore
Più Prezioso
Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è un trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Scopri il Nuovo Siero X115®ACE
Provalo Gratis - Vitamine Pure | A | C | E
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come