Sebo e Lipidi della Pelle | Funzioni, Proprietà 15 Giu 2020 | In X115

Introduzione

Una delle funzioni primarie della pelle è la protezione dell’organismo dai fattori ambientali (tra cui radiazioni ultraviolette, microrganismi, agenti fisici e chimici).

A sua volta, anche la pelle possiede dei sistemi difensivi.

L’intera superficie cutanea è ricoperta da un importante strato lipidico, che forma una sorta di mantello protettivo invisibile.

Questo strato lipidico, chiamato film idrolipidico cutaneo:

L’integrità del mantello idrolipidico è fondamentale per:

Costituenti del Mantello Lipidico

I lipidi prodotti dalle cellule epidermiche rappresentano solo una frazione trascurabile dell’intero patrimonio lipidico cutaneo, al contrario del più abbondante pull prodotto ed escreto dalle ghiandole sebacee.

I grassi che compongono il film idrolipidico sono di origine prevalentemente sebacea e solo in misura marginale cheratinocitaria (prodotti dalle cellule dell’epidermide).

I lipidi del sebo sono principalmente lipidi non polari come trigliceridi, esteri della cera e squalene, mentre i lipidi epidermici sono formati da proporzioni quasi uguali di acidi grassi liberi, colesterolo e ceramidi 1.

Composizione del sebo umano e dei lipidi epidermici 1
 Lipidi del sebo (%)Lipidi Epidermici (%)
Gliceridi30-5030-50
Acidi Grassi Liberi15-308-16
Esteri Cerosi26-30
Squalene12-20
Esteri del Colesterolo3-615-20
Colesterolo1,5-2,520-25

Sebo

Funzioni del Sebo

La difesa dalla disidratazione, il controllo della termoregolazione, la protezione da microrganismi patogeni e dagli agenti chimico-fisici, rappresentano solo alcune delle funzioni biologiche legate al sebo.

Insieme ai lipidi epidermici e all’NMF, il sebo:

Composizione del Sebo

Le ghiandole sebacee sono un importantissimo organo endocrino a secrezione olocrina, in grado di secernere fino a 5 – 10 mg di sebo per centimetro quadrato nelle zone a maggior concentrazione.

Considerata la sua importanza per l’integrità della barriera cutanea, il sebo diventa un problema dermatologico sia quando ce n’è troppo, sia quando ce n’è troppo poco.

Oltre all’aspetto quantitativo, da sempre legato all’insorgenza di alcune manifestazioni patologiche come la seborrea, è molto importante valutare anche gli aspetti qualitativi (ovvero la composizione dei lipidi sebacei).

Il sebo umano, derivato dalle secrezioni sebacee ed epidermiche, è una miscela di lipidi non polari, soprattutto trigliceridi, esteri cerosi, squalene, acidi grassi e colesterolo, le cui proporzioni ne influenzano sensibilmente le caratteristiche chimico-fisiche e funzionali.

Il viso e il cuoio capelluto contengono la più alta concentrazione di ghiandole sebacee. Il viso, in particolare, può avere fino a 900 ghiandole sebacee per centimetro quadrato di pelle 1.

A complicare la situazione, sottolineando così l’enorme complessità della biologia umana, vi sarebbe anche una certa specificità di composizione in relazione all’area corporea considerate.

Si è notato, infatti, come le caratteristiche chimico-fisiche, quindi funzionali, del sebo possano differire sensibilmente a seconda della sede anatomica. Ad esempio, il sebo prodotto nell’orecchio e più ricco di cere ed esteri a catena lunga (non a caso prende il nome di "cerume").

Durante la vita fetale, le ghiandole sebacee producono la cosiddetta vernix caseosa, un rivestimento bianco e pastoso che protegge e idrata la pelle fino alla nascita.

Lipidi del Sebo

Al contrario di quanto si possa apparentemente credere, la composizione dei lipidi sebacei, soprattutto di quelli umani, è decisamente complessa e strettamente correlata alle caratteristiche istologiche e funzionali della cute e dell’organismo umano più in generale.

Come accennato, questi lipidi rappresentano la frazione più abbondante del film lipidico cutaneo e ne influenzano evidentemente le caratteristiche. In questo senso, con le opportune differenze tra individuo e individuo, nel sebo umano ritroviamo:

Il colesterolo, lo squalene, le ceramidi e gli altri lipidi eudermici risultano fondamentali per garantire l’integrità della barriera cutanea e la fisiologia epidermica: l’idratazione cutanea è strettamente correlata all’integrità di questa barriera.

In ambito cosmetologico, hanno quindi assunto particolare importanza, sia per il ruolo biologico che per le possibili ripercussioni commerciali, vari attivi in grado di integrare e riequilibrare il mantello lipidico della pelle.

Tra questi attivi, rientrano l’acido sapienico, il colesterolo, gli esteri cerosi, le ceramidi, lo squalene ed evidentemente anche gli acidi grassi essenziali e alcuni oli vegetali (come quello di cocco, di avocado, di macadamia, di mandorle dolci ecc).

La secrezione di sebo è regolata da vari fattori. Tra i più importanti ricordiamo l’influenza degli ormoni sessuali: il testosterone ne aumenta la produzione, gli estrogeni la diminuiscono.

Lipidi Epidermici

Nonostante risultino assai meno rappresentati rispetto ai lipidi sebacei, i lipidi epidermici di origine cheratinocitaria giocano un ruolo chiave nella funzione di barriera della pelle.

Infatti questi lipidi garantirebbero:

Anche in questo caso, attente indagini molecolari e microscopiche hanno identificato particolari caratteristiche dei lipidi epidermici, descrivendo una classica struttura lamellare interposta come cemento tra i vari cheratinociti.

Queste lamelle lipidiche sono costituite da ceramidi, colesterolo e acidi grassi liberi.

Sebo e Alimentazione

Alcuni alimenti sono stati collegati alla produzione di sebo in eccesso e all’acne. 
Per chi ha una pelle grassa e acneica, un consiglio importante è di evitare i cibi ricchi di zuccheri, quindi ad alto indice glicemico (come le bevande zuccherate, i dolci, le caramelle, il gelato ecc.), poiché provocano notevoli fluttuazioni glicemiche e possono esacerbare l’acne 2. Alcuni studi hanno mostrato miglioramenti significativi nell’acne in persone che hanno seguito una dieta a basso indice glicemico e ricca di proteine 3, 4.

Un Consiglio per la Tua Bellezza

Siero Viso

X115® ACE | Pure Vitamins Antiage Complex |
3 Formule Mono-Concentrate a Utilizzo Ciclico | Altamente Biodisponibili | In flaconcini monodose bifasici | Le Vitamine A | C | E | nello Stato più Puro ed Efficace | Per un Trattamento di Bellezza ai Massimi Livelli

Bibliografia

Il Gesto d'Amore
Più Prezioso
Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è un trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Scopri il Nuovo Siero X115®ACE
Provalo Gratis - Vitamine Pure | A | C | E
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come