Carenza di Potassio | Cause, Sintomi | Dieta, Consigli 06 Feb 2021 | In X115

Che Cos’è

La carenza di potassio (ipopotassiemia) è una condizione caratterizzata dal calo del potassio nel sangue, che scende al di sotto di un intervallo critico.

L’ipopotassiemia (o ipokaliemia) è una condizione abbastanza rara, ma potenzialmente molto pericolosa (nei casi gravi).

I sintomi comuni della carenza di potassio includono debolezza e affaticamento, crampi muscolari, dolori muscolari e rigidità, formicolio e intorpidimento, palpitazioni cardiache, difficoltà respiratorie, sintomi digestivi e cambiamenti di umore.

La carenza di potassio può verificarsi a causa di molteplici fattori, principalmente per inadeguata assunzione con la dieta o perdite eccessive del minerale (ad es. in corso di vomito, diarrea, malattie renali o uso di diuretici).

L’insufficiente apporto di potassio con la dieta risulta estremamente comune. Tuttavia, il più delle volte, la carenza di potassio non è così grave da determinare cali importanti del minerale nel sangue.

Nonostante la potassiemia risulti normale o solo leggermente ridotta, la carenza di potassio nella dieta è associata a condizioni sfavorevoli di salute. Aumenta infatti il rischio di una lunga serie di malattie.

Al contrario, maggiori apporti di potassio con la dieta sono associati a migliori condizioni di salute e minori rischi di ictus, ipertensione, calcoli renali e possibilmente osteoporosi.

Cause

La carenza di potassio nel sangue (ipopotassiemia) può dipendere da svariate cause, riconducibili a:

  1. Ridotta assunzione di potassio;
  2. Aumentata perdita di potassio (perdite cutanee, gastrointestinali e renali);
  3. Spostamenti transcellulari (aumento dell’assorbimento intracellulare di potassio).

Tra i numerosi fattori che possono diminuire il potassio nel sangue ricordiamo:

L’ipopotassiemia colpisce fino al 21% dei pazienti ospedalizzati, di solito a causa dell’uso di diuretici e altri farmaci, mentre è rara tra le persone sane 12, 13.

Carenza di Potassio con la Dieta

La scarsa assunzione di potassio con la dieta di solito non provoca ipopotassiemia, grazie alla capacità dei reni di minimizzare le perdite di potassio.

Tuttavia, una ridotta assunzione alimentare può contribuire all’ipokaliemia in presenza di cause favorenti, come la malnutrizione o la terapia diuretica.

Sebbene una scarsa assunzione sia una causa rara di carenza, i pazienti con una dieta estremamente povera (alcolisti) e quelli che seguono drastici programmi di riduzione del peso corrono il rischio di sviluppare una grave carenza di potassio 14, 15, 16, 17.

Assunzione Effettiva e Consigliata

Secondo un sondaggio nutrizionale, negli Stati Uniti l’assunzione media stimata di potassio è di 2.600 mg al giorno 18.

In età adulta, l’assunzione consigliata di potassio è intorno ai 3.000 – 3.500 mg al giorno, ma per una protezione ottimale della salute possono essere necessari fino a 4.700 mg di potassio al giorno 19, 20, 21.

Prendendo come riferimento i 4,7 grammi di potassio al giorno, circa il 98% degli americani non raggiunge i livelli di assunzione ottimali 22.

Le cose non vanno meglio in Italia, dove il il 96% degli uomini e il 99% delle donne hanno un’assunzione di potassio inferiore a 3,9 grammi al giorno 23.

Oltre ad essere carenti di potassio, molte persone assumono eccessive quantità di sodio. Come vedremo, l’eccesso di sodio aggrava ulteriormente gli effetti negativi di una dieta povera di potassio.

Potassio negli Alimenti

La tipica dieta occidentale moderna è ricca di cibi ultraprocessati e raffinati, ma povera di alimenti naturali e integrali. Per questo motivo, risulta paradossalmente molto ricca di energia ma scarsamente nutriente 22.

In altri termini, i bambini e gli adulti risultano spesso sovralimentati ma denutriti 24.

Sul fronte dei sali minerali, questo stile alimentare risulta sovrabbondante di sodio e povero di potassio e magnesio.

Molti tipi di frutta e verdura, incluse le patate, sono ottime fonti di potassio, così come alcuni legumi (ad esempio fagioli e soia).

Anche la carne, il pollame, il pesce, il latte, lo yogurt e la frutta secca contengono potassio.

Di seguito riportiamo una lista degli alimenti più ricchi di potassio. Per l’elenco completo e approfondimenti, leggi il nostro articolo sugli alimenti ricchi di potassio »

AlimentoPotassio (mg/100g)%DV* Uomo%DV* Donna
Ketchup, salsa5901173,6227,0
Tè, foglie216063,583,1
Caffè tostato202059,477,7
Soia, secca174051,266,9
Farina di soia166048,863,8
Latte di vacca, in polvere, scremato165048,563,5
Melù o pesce molo, stoccafisso, secco150044,157,7
Fagioli, Borlotti, secchi147843,556,8
Fagioli144542,555,6
Fagioli, Cannellini, secchi141141,554,3
Latte di vacca, in polvere, intero127037,448,8
Pepe nero126037,148,5
Albicocche, disidratate126037,148,5
Pesche, disidratate122936,147,3
Crusca di frumento116034,144,6
Patatine, fritte, confezionate in busta106031,240,8
Parmigiana di melanzane103030,339,6
Fichi, secchi101029,738,8
Zucchine chiare, cotte, in padella grigliate100329,538,6
Piselli, secchi99029,138,1
Lenticchie, secche98028,837,7
Albicocche, secche97928,837,7
Pistacchi97228,637,4
Pistacchio di Bronte DOP96228,337,0
Pesche, secche95027,936,5
Ceci, secchi88125,933,9
Uva, secca86425,433,2
Farina di castagne84724,932,6
Germe di frumento82724,331,8
Prugne, secche82424,231,7
Minestrone liofilizzato80023,530,8
Mandorle dolci, secche78022,930,0
Datteri, secchi75022,128,8
Castagne, secche73821,728,4
Mele, disidratate73021,528,1
Prosciutto crudo, di Modena DOP, sgrassato72321,327,8
Acciuga o alice, sott’olio70020,626,9
Salami italiani alla cacciatora DOP69420,426,7
Pagello69020,326,5
Coppa68520,126,3
Prosciutto crudo, Nazionale, sgrassato68320,126,3
Burro d’arachidi68020,026,2
Arachidi, tostate68020,026,2
Prezzemolo, fresco67019,725,8
Prosciutto crudo, di San Daniele DOP, sgrassato66719,625,7
Salame Napoli66719,625,7
Patate, fritte66019,425,4
Cocco, essiccato66019,425,4
Speck dell’Alto Adige IGP65819,425,3
Salame Milano65719,325,3
Quinoa, cruda65519,325,2
Fagioli, Borlotti, freschi65019,125,0
Pagello bocca d’oro64819,124,9
Salame ungherese63718,724,5
Sarda63018,524,2
Bresaola della Valtellina IGP63018,524,2
Prosciutto crudo, Nazionale62118,323,9
Prosciutto crudo, di Parma DOP, sgrassato61818,223,8
Prosciutto crudo, di Modena DOP61218,023,5
Lievito di birra, compresso61017,923,5
Noci pecan60317,723,2
Aringa, affumicata60217,723,2
Castagnaccio58517,222,5
Prosciutto crudo, di San Daniele DOP58117,122,3
Patate, cotte, arrosto57016,821,9
Patate, crude57016,821,9
Patate, cotte, al microonde57016,821,9
Patate, con buccia, cotte, bollite57016,821,9
Anacardi56516,621,7
Uova di gallina, intero, in polvere55616,421,4
Salpa54015,920,8
Prosciutto crudo DOP, di Parma53815,820,7
Kebab solo carne53115,620,4
Spinaci, crudi53015,620,4
Trota surgelata, cotta, al microonde53015,620,4
Corvina52715,520,3
Castagne, arrostite51515,119,8
Ragù alla bolognese51115,019,7
Pollo, petto, cotto, in padella49714,619,1
Prosciutto crudo, disossato, sgrassato49514,619,0
Frumento duro49414,519,0
Zucchine, scure, cotte, in padella grigliate49214,518,9
Salame nostrano49014,418,8
Pollo, sovracoscio, senza pelle, cotto, al forno48814,418,8
Salame Felino48614,318,7
Agnello, cotto, al forno47514,018,3
Tacchino, sovracoscio, senza pelle, cotto, al forno47514,018,3
Salame Brianza47313,918,2
Trota surgelata47013,818,1
Rughetta o rucola, fresca46813,818,0
Nocciole, secche46613,717,9
Trota46513,717,9
Scorfano46513,717,9
Sugo di pomodoro46113,617,7
Faraona, coscio, senza pelle, cotto, allo spiedo46013,517,7
Tacchino, fesa, cotta, al forno45713,417,6
Salame Fabriano45513,417,5
Prosciutto crudo, disossato45413,417,5
Grano saraceno45013,217,3
Cavoli di Bruxelles, crudi45013,217,3
Avocado, fresco45013,217,3
Muesli44012,916,9
Tarassaco o dente di leone, fresco44012,916,9
Peperoni, rossi, cotti, al microonde43612,816,8
Olive, nere43212,716,6
Milza di bovino42912,616,5
Occhiata42712,616,4
Ciccioli42512,516,3
Salmone, affumicato42012,416,2
Maiale, bistecca, cotto, in padella42012,416,2
Cioccolato, al latte42012,416,2
Gnocchi al ragù alla bolognese41712,316,0
Zucchine, chiare, cotte, al microonde41412,215,9
Pollo, fuso, con pelle, cotto, al forno41312,115,9
Tonno41012,115,8
Farro perlato, crudo40712,015,7
Oca, crudo40611,915,6
Pollo, fuso, senza pelle, cotto, al forno40611,915,6
Pollo, ala, con pelle, cotta, al forno40211,815,5
Kiwi, freschi40011,815,4
Coregone40011,815,4
Castagne39511,615,2
Finocchi, crudi39411,615,2
Tacchino, fuso, senza pelle, cotto, al forno39411,615,2
Pollo, sovracoscio, con pelle, cotto, al forno39211,515,1

* Il valore %DV riportato in tabella esprime il contributo percentuale dell’alimento nel soddisfare l’assunzione giornaliera consigliata negli Stati Uniti per uomini e donne adulte 19.

Per il tuo benessere: Vitamina C Suprema®. Formula multivitaminica-multiminerale con potassio e magnesio, acido citrico ed estratti naturali di arancia, zenzero ed echinacea; con zinco, selenio e una formula multivitaminica ad alta biodisponibilità.

Migliore Vitamina C Suprema

Vitamina C Suprema® | Multivitaminico – Multiminerale | Con 500 mg di Vitamina C naturale da Rosa canina e Vitamina C 100% europea
Contro stanchezza e affaticamento | Con Magnesio, Potassio, Zenzero, Bioflavonoidi, Vitamine del gruppo B
Sostiene le difese immunitarie | Con Echinacea, Sambuco, Zinco, Selenio, Vitamina D

Aumento delle Perdite di Potassio

La maggior parte dei casi di ipopotassiemia deriva dall’aumento delle perdite gastrointestinali o renali di potassio.

Le perdite gastrointestinali dipendono il più delle volte dalla presenza di vomito e soprattutto di diarrea grave o cronica.

Le malattie infiammatorie intestinali (incluso il morbo di Crohn e la colite ulcerosa), aumentano la secrezione di potassio e sono spesso associate a diarrea, potendo quindi causare una carenza del minerale.

Le aumentate perdite renali possono invece dipendere da gravi malattie dei reni con insufficienza renale, da iperreninismo primario, aldosteronismo primario o sindromi di Fanconi, Cushing e Conn.

Anche una sudorazione prolungata e cospicua può favorire l’ipopotassiemia da aumentate perdite cutanee.

Spostamenti transcellulari

Circa il 98% del potassio corporeo si trova all’interno delle cellule, mentre il sodio è molto più concentrato all’esterno.

La cellula spende costantemente energia per mantenere questo equilibrio, tramite un enzima ATP dipendente chiamato "pompa sodio potassio".

In alcune condizioni questo equilibrio può essere perturbato, con un maggiore afflusso di potassio dai liquidi extracellulari all’interno della cellula. Ne consegue una riduzione della concentrazione sierica del minerale, con insorgenza di ipopotassiemia.

Questa condizione è favorita da condizioni di alcalemia, dall’insulina, dalla stimolazione beta-adrenergica, dall’aldosterone e dall’assunzione di xantine, come la caffeina e la teofillina.

L’ipopotassiemia da movimento del potassio all’interno delle cellule può anche essere causata dalla sindrome da rialimentazione (risposta metabolica alla rialimentazione iniziale dopo un periodo di digiuno prolungato).

Gli studi hanno scoperto che l’ansia e lo stress cronico aumentano gli ormoni surrenali, come il cortisolo, che possono diminuire il potassio nel sangue 25.

Farmaci

Alcuni farmaci possono ridurre i livelli di potassio, aumentando le perdite intestinali e renali, o aumentando l’ingresso di potassio nelle cellule:

Sintomi

La debolezza e la stanchezza sono spesso i primi sintomi della carenza di potassio.

Bassi livelli di potassio nel sangue sono anche associati a crampi, dolori e spasmi muscolari (contrazioni muscolari involontarie).

Una carenza di potassio potrebbe anche causare problemi digestivi come gonfiore e costipazione 31.

Nei casi più gravi, la carenza di potassio può causare un battito cardiaco anomalo e accelerato, con aritmie e palpitazioni cardiache.

Livelli di potassio gravemente ridotti possono portare a lesioni muscolari, paralisi, ritmi cardiaci anormali e respirazione alterata, che possono essere fatali 32.

Conseguenze della Carenza Alimentare

Il potassio sierico nelle persone sane non varia in modo significativo con il potassio nella dieta o con la quantità di potassio immagazzinata nel corpo 33.

Di conseguenza, la scarsa assunzione alimentare non si traduce in una ipopotassiemia clinicamente identificabile.

Nonostante ciò, esistono rischi importanti per la salute.

Malattie Cardiovascolari

Diversi studi suggeriscono che un elevato apporto di sale provoca un aumento della pressione sanguigna e un irrigidimento dei vasi sanguigni.

A loro volta, questi cambiamenti possono comportare un rischio maggiore di malattie cardiache e morte prematura 34, 35, 36, 37, 38.

La dieta DASH, che è ricca di potassio e povera di sodio, può ridurre la pressione sanguigna di 5 mmHg (sistolica) e 3 mmHg (diastolica). Inoltre, aiuta a ridurre il rischio di malattia coronarica e ictus 39, 40.

Gli studi hanno scoperto che l’integrazione di cloruro di potassio abbassa la pressione arteriosa, soprattutto nei pazienti ipertesi che assumono molto sodio con la dieta 41, 42.

Uno studio condotto su 12.267 adulti statunitensi ha osservato che una maggiore assunzione di alimenti ricchi di potassio era associata a un rischio inferiore di morte per malattie cardiache 25.

Ictus

Una meta-analisi di 9 studi prospettici di coorte ha mostrato che le assunzioni giornaliere di potassio comprese tra 3.510 mg e 4.680 mg erano associate a una riduzione del 30% del rischio di ictus 43.

In una meta-analisi più recente di 16 studi, l’assunzione alimentare di potassio più alta rispetto a quella più bassa è risultata associata a un rischio di ictus inferiore del 13% dopo aggiustamenti multipli (anche per la pressione sanguigna) 44.

Il rischio più basso di ictus corrispondeva a un’assunzione giornaliera di potassio di circa 3.500 mg.

Calcoli renali

Ampi studi osservazionali hanno dimostrato che sia gli uomini che le donne che assumono più potassio presentano minori possibilità di sviluppare calcoli renali 45, 46.

Osteoporosi

È interessante notare come una dieta ricca di potassio possa aiutare a prevenire l’osteoporosi, riducendo la quantità di calcio che il corpo perde attraverso l’urina 47, 48.

Diabete

Numerosi studi osservazionali hanno trovato associazioni tra minori assunzioni di potassio, o bassi livelli sierici o urinari di potassio, e aumento della glicemia a digiuno, dell’insulino-resistenza e del diabete di tipo 2 49, 50, 51, 52, 53, 54.

Al contrario, in oltre 7.500 adulti coreani, un’elevata assunzione di potassio è stata associata a un rischio ridotto del 39% di sindrome metabolica, che coinvolge obesità e resistenza all’insulina 55.

Valori nel sangue

Le concentrazioni di potassio nel sangue (potassiemia) rappresentano soltanto il 2% circa del potassio corporeo totale 27.

Tuttavia, è fondamentale che la potassiemia rimanga all’interno di un ristretto range di valori. Anche minime deviazioni dal range normale sono infatti associate a significativi effetti negativi 16.

L’intervallo normale per il potassio sierico varia da 3,5 a 5,3 mmol/l 16.

Gli studi hanno dimostrato che gli afromamericani e gli uomini cinesi tendono a mostrare livelli sierici di potassio più bassi rispetto alla media delle persone di origine europea 56, 57.

I sintomi della carenza di potassio dipendono da quanto i livelli ematici del minerale sono bassi 26.

Carenza di PotassioPotassiemiaSintomi
Carenza lieve3-3,5 mmol/lDi solito sintomi assenti
Carenza moderata2,5-3 mmol/l.Crampi, dolori muscolari, debolezza e disagio
Carenza grave< 2,5 mmol/l.Battito cardiaco irregolare e paralisi

Trattamento

Gli obiettivi generali della terapia per l’ipopotassiemia sono:

La carenza di potassio da lieve a moderata viene tipicamente trattata con integratori orali di potassio. Nei casi più gravi o quando l’assunzione orale non è praticabile, si richiede invece l’infusione endovenosa.

Nelle persone con ipomagnesiemia e ipopotassiemia, entrambe le condizioni dovrebbero essere trattate contemporaneamente.

Per quanto riguarda le lievi carenze di potassio associate a una ridotta assunzione del minerale con la dieta, queste possono essere corrette:

Per il tuo benessere: Vitamina C Suprema®. Formula multivitaminica-multiminerale con potassio e magnesio, acido citrico ed estratti naturali di arancia, zenzero ed echinacea; con zinco, selenio e una formula multivitaminica ad alta biodisponibilità.

Migliore Vitamina C Suprema

Vitamina C Suprema® | Multivitaminico – Multiminerale | Con 500 mg di Vitamina C naturale da Rosa canina e Vitamina C 100% europea
Contro stanchezza e affaticamento | Con Magnesio, Potassio, Zenzero, Bioflavonoidi, Vitamine del gruppo B
Sostiene le difese immunitarie | Con Echinacea, Sambuco, Zinco, Selenio, Vitamina D

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH
Un Aiuto per le Tue Difese Immunitarie?
Scopri Vitamina C Suprema ®
X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Scopri il Nuovo Siero X115®ACE
Provalo Gratis - Vitamine Pure | A | C | E
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come