Ascorbato di Potassio con Ribosio | Dosi, Benefici 16 Gen 2021 | In X115

Che Cos’è

L’ascorbato di potassio con ribosio è un integratore alimentare a base di vitamina C, potassio e ribosio.

Ricordiamo che il potassio ascorbato contiene, peso su peso:

La quantità di ribosio aggiunta al prodotto varia da integratore a integratore e non c’è una proporzione fissa.

Prima di analizzare i limiti e i potenziali benefici dell’ascorbato di potassio con ribosio, analizziamo brevemente le funzioni di questi nutrienti nell’organismo umano.

Funzioni della Vitamina C

La vitamina C:

Per maggiori informazioni, leggi il nostro articolo sulle funzioni della vitamina C »

Funzioni del Potassio

Il potassio svolge un ruolo fondamentale in molte funzioni del corpo, tra cui:

Moltissimi enzimi che partecipano a processi metabolici essenziali richiedono la presenza di potassio per funzionare correttamente.

Funzioni del Ribosio

Il ribosio è uno zucchero semplice a cinque atomi di carbonio:

Benefici dell’Associazione

Come illustreremo meglio nei prossimi capitoli, il principale beneficio che si potrebbe ottenere dall’associazione di vitamina C, potassio e ribosio è la riduzione del rischio cardiovascolare.

Dosi adeguate di questi nutrienti potrebbero infatti contribuire a ridurre la pressione sanguigna, migliorare la salute e l’efficienza del cuore, e prevenire ictus e malattie cardiovascolari.

Bisogna tuttavia considerare che gli integratori di potassio ascorbato con ribosio sono generalmente sbilanciati, perché contengono in proporzione troppa vitamina C e troppo poco potassio e ribosio rispetto alle dosi utili.

A titolo indicativo, dosaggi adeguati sarebbero di:

L’ascorbato di potassio contiene invece quasi 5 volte più vitamina C rispetto al potassio, mentre le concentrazioni di ribosio sono spesso insufficienti.

Migliore Vitamina C Suprema

Vitamina C Suprema® | Multivitaminico per le Difese Immunitarie | Con 500 mg di Vitamina C naturale da Rosa canina e Vitamina C 100% europea
Sostiene le difese immunitarie | Con Echinacea, Sambuco, Zinco, Selenio, Vitamina D
Contro stanchezza e affaticamento | Con Vitamine del gruppo B, Magnesio e Potassio, Zenzero, Bioflavonoidi

Benefici della Vitamina C

Carenza di Vitamina C

La carenza di vitamina C interessa il 5-15% degli adulti negli Stati Uniti 1, 2. Tassi più alti (30%) si osservano negli anziani 3.

I soggetti più a rischio sono i fumatori e le persone che seguono una dieta povera di frutta e verdura.

Secondo uno studio, l’assunzione media di vitamina C nella popolazione statunitense è di 105,2 mg/die per i maschi adulti e 83,6 mg/die per le femmine adulte.

Tali apporti soddisfano la RDA per la maggior parte degli adulti non fumatori 4. Tuttavia, pur prevenendo carenze, potrebbero non essere sufficienti ad assicurare un ottimale stato di salute.

In assenza di carenze o aumentati fabbisogni, è improbabile che l’aumentato apporto di vitamina C possa dare benefici oltre il normale stato di salute. Tuttavia, diversi Autori suggeriscono che l’apporto ottimale di vitamina C dovrebbe essere almeno doppio rispetto ai 75-125 mg attualmente consigliati agli adulti 5, 6, 7 8, 9.

Benefici dell’Integrazione

Maggiori assunzioni dietetiche e maggiori concentrazioni ematiche di vitamina C sono state collegate a:

La vitamina C ha anche un potenziale beneficio nel rafforzare le difese immunitarie.

Nel dettaglio, l’integrazione a lungo termine con 200 mg o più di vitamina C al giorno non sembra ridurre il rischio di raffreddore negli adulti sani, ma può dimezzarlo nelle persone ad alto rischio di contagio (ad es. militari, studenti in alloggi affollati e corridori di maratona) 25.

Una revisione ha osservato che l’integrazione di vitamina C – in personale militare e altri soggetti che vivono in condizioni paragonabili a quelle delle reclute militari – ha ridotto l’incidenza del raffreddore comune dal 45 al 91%, e l’incidenza della polmonite dall’80% al 100% 26.

Una meta-analisi di 9 studi randomizzati controllati con placebo sostiene che la vitamina C assunta all’inizio del raffreddore in dosi di 3-4g al giorno in aggiunta all’integrazione di routine, riduce leggermente i sintomi e la durata del raffreddore 27.

Benefici del Potassio

Carenza di Potassio

Nonostante una dieta spesso eccessiva dal punto di vista calorico, una larga fetta della popolazione occidentale non assume abbastanza potassio attraverso la dieta.

Secondo le linee guida americane del 2019, l’assunzione adeguata di potassio in età adulta è pari a 3,4 grammi al giorno nei maschi e 2,6 grammi nelle femmine.

In precedenza, negli Stati Uniti venivano consigliate dosi giornaliere di 4.700 mg di potassio negli adulti. Questo livello, che risulta nettamente superiore a quello stabilito in altri paesi (come l’Italia), è considerato vantaggioso per la salute 28.

L’EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) stima che l’assunzione giornaliera di potassio, ai fini di un controllo della pressione arteriosa e di una prevenzione di incidenti quali apoplessia e ictus, debba essere di 3,5 grammi al giorno 29.

Un sondaggio nazionale ha rilevato che solo il 3% degli americani raggiungeva l’assunzione di potassio raccomandata di 4,7 g/die 30. L’assunzione media stimata di potassio era di 2600 mg al giorno.

Le cose non vanno meglio in Italia, dove il il 96% degli uomini e il 99% delle donne hanno un’assunzione di potassio inferiore a 3,9 grammi al giorno 31.

Benefici dell’Integrazione

Una dieta ricca di potassio può ridurre la pressione sanguigna e la ritenzione idrica, proteggere dagli ictus e aiutare a prevenire l’osteoporosi e i calcoli renali.

Potassio e pressione sanguigna

Gli studi hanno scoperto che il potassio può abbassare la pressione sanguigna, soprattutto nei pazienti ipertesi che assumono molto sodio con la dieta 32, 33.

Secondo un’analisi di 33 studi, l’integrazione di potassio ridurrebbe la pressione arteriosa in individui ipertesi di 34:

Potassio e ictus

Da un’analisi di 33 studi con un totale di 128.644 partecipanti, è emerso che le persone che assumevano più potassio con gli alimenti avevano un rischio di ictus inferiore del 24% rispetto alle persone che ne assumevano di meno 36.

Inoltre, un’analisi di 11 studi con un totale di 247.510 partecipanti ha osservato che le persone che assumevano più potassio avevano un rischio di ictus inferiore del 21%. Hanno anche scoperto che una dieta ricca di questo minerale è collegata a un ridotto rischio di malattie cardiache 37.

Potassio e malattie cardiache

Una revisione degli studi clinici sul potassio e sulla salute del cuore ha suggerito che le diete a basso contenuto di sodio e ad alto contenuto di potassio sono una strategia fondamentale per la prevenzione e il trattamento dell’ipertensione e delle malattie cardiovascolari 38.

Uno studio condotto su 12.267 adulti statunitensi ha dimostrato che una maggiore assunzione di alimenti ricchi di potassio era associata a un minore rischio di morte per malattie cardiache 39.

Potassio e diabete

Un basso apporto o una carenza di potassio sono associati a un aumentato rischio di insulino-resistenza e diabete, specialmente negli afroamericani e nei pazienti in trattamento con diuretici tiazidici (farmaci che aumentano le perdite di potassio con le urine) 32, 41, 42, 43, 44.

Potassio e calcoli renali

Ampi studi osservazionali hanno dimostrato che sia gli uomini che le donne che assumono più potassio hanno minori probabilità di sviluppare calcoli renali 45, 46.

Limiti dell’Ascorbato di Potassio

L’ascorbato di potassio è utile per aumentare l’apporto di potassio ma non rappresenta certo una soluzione ottimale.

Bisogna infatti considerare che contiene soltanto il 17,5% di potassio in peso.

Pertanto, anche assumendone un 1 grammo al giorno, si otterrebbero solamente 175 mg di potassio. Un quantitativo di poco conto, considerando che come abbiamo visto l’apporto ottimale nell’adulto (dieta + integratori) è di circa 4.000 mg al giorno.

Benefici del Ribosio

Il ribosio viene pubblicizzato come integratore ergogenico, utile cioè per supportare i livelli energetici, ridurre l’affaticamento e migliorare la prestazione sportiva.

Il ribosio mostra alcune potenzialità come trattamento per le persone con deficit energetici, come la sindrome da stanchezza cronica e la fibromialgia, ma sono necessarie ulteriori conferme.

Aumento delle Prestazioni Atletiche

In uno studio su 24 bodybuilder, 10 grammi al giorno di ribosio per 4 settimane hanno aumentato significativamente la forza massimale espressa nelle distensioni su panca con bilanciere 47.

In un altro studio su 26 persone sane, 10 grammi al giorno di D-ribosio (2 giorni di carico + 3 giorni durante i test fisici) hanno migliorato la produzione di energia riducendo lo sforzo percepito e il livello di creatin chinasi. Tali benefici sono stati osservati soltanto nel sottogruppo di soggetti con scarse prestazioni aerobiche (basso VO2max) 48.

Tuttavia, diversi piccoli studi non sono riusciti a trovare prove a sostegno dei benefici ergogenici del destrosio. Tali studi suggeriscono che gli integratori di ribosio potrebbero non avere alcun effetto sulle prestazioni atletiche 49, 50, 51, 52, 53.

Fibromialgia e sindrome da stanchezza cronica

Uno studio pilota su 41 pazienti ha rilevato che 5 grammi di ribosio, assunti 3 volte al giorno per 19 giorni insieme alla terapia farmacologica, hanno ridotto i sintomi della fibromialgia nel 66% dei pazienti. Tali sintomi si sono poi ripresentati a distanza di una settimana di interruzione dell’integrazione 54.

Tuttavia, questo studio non includeva un gruppo placebo e i partecipanti sapevano in anticipo che stavano ricevendo D-ribosio. Di conseguenza, i miglioramenti potrebbero essere dovuti a un semplice condizionamento mentale.

Uno studio pilota su 41 pazienti con fibromialgia o sindrome da stanchezza cronica ha rilevato che 5 grammi di ribosio al giorno hanno migliorato l’energia, il sonno, la chiarezza mentale, l’intensità del dolore e il benessere percepito 55.

Una revisione del 2017 delle modifiche dietetiche per i pazienti con affaticamento cronico riporta che l’integrazione di D-ribosio ha migliorato significativamente i livelli di energia e l’umore generale 56.

Fibromialgia e Salute del Cuore

Gli integratori di ribosio potrebbero essere di qualche beneficio per i pazienti con insufficienza cardiaca.

In uno studio clinico su 15 pazienti con insufficienza cardiaca congestizia, il D-ribosio assunto in due periodi di 3 settimane intervallati da una settimana di pausa, ha migliorato la funzione cardiaca, la qualità della vita e i parametri ecocardiografici registrati durante una prova da sforzo 57.

In un altro studio, 5 grammi di D-ribosio 3 volte al giorno per 6 settimane, assunti da pazienti con insufficienza cardiaca congestizia, hanno portato a miglioramenti nelle misurazioni della funzione cardiaca nel 64% dei soggetti.

Tali miglioramenti sono stati sostenuti nelle valutazioni di follow-up 3 settimane dopo l’interruzione dell’integrazione 58.

In uno studio su 20 uomini con cardiopatia stabile, l’integrazione di ribosio (60 grammi al giorno in 4 dosi per 3 giorni) ha permesso di aumentare la durata d’esercizio senza sviluppare dolori al petto (angina) o alterazioni dell’ECG 59.

Limiti dell’Ascorbato di Potassio con Ribosio

Come esposto nei capitoli precedenti, il ribosio è stato testato a dosaggi di 10-60 grammi al giorno.

Ancora una volta pertanto, gli integratori di ascorbato di potassio con ribosio potrebbero non essere una scelta ottimale, in quanto l’effettivo apporto di potassio e ribosio risulta trascurabile rispetto alle dosi efficaci.

Migliore Vitamina C Suprema

Vitamina C Suprema® | Multivitaminico per le Difese Immunitarie | Con 500 mg di Vitamina C naturale da Rosa canina e Vitamina C 100% europea
Sostiene le difese immunitarie | Con Echinacea, Sambuco, Zinco, Selenio, Vitamina D
Contro stanchezza e affaticamento | Con Vitamine del gruppo B, Magnesio, Potassio, Zenzero, Bioflavonoidi

Controindicazioni

Nei pazienti con compromissione della funzionalità renale, l’integrazione con alte dosi di ascorbato di potassio può portare a iperkaliemia e gravi alterazioni del ritmo cardiaco 60.

Il rischio di iperkaliemia in caso di megadosi è concreto anche per coloro che assumono diuretici risparmiatori di potassio, bloccanti dei recettori dell’angiotensina o inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina.

Poiché alte dosi di vitamina C interferiscono anche con l’interpretazione di alcuni test di laboratorio (ad es. bilirubina sierica, creatinina sierica e ricerca del sangue occulto nelle feci), è importante informare il proprio medico in merito all’uso del prodotto.

L’assunzione di integratori di potassio ascorbato potrebbe essere controindicata nei soggetti con emocromatosi (malattia da eccesso di ferro), considerata la capacità dell’acido ascorbico di aumentare l’assorbimento intestinale di ferro.

L’uso da parte di pazienti diabetici andrebbe effettuato, previo consulto medico, monitorando la glicemia.

Non ci sono prove sufficienti per supportare la sicurezza dell’ascorbato di potassio con ribosio durante la gravidanza e l’allattamento; andrebbe quindi evitato a scopo precauzionale, salvo diversa indicazione medica.

Effetti Collaterali

Soggetti sensibili potrebbero sperimentare reazioni avverse a livello gastro-enterico, quali dolori addominali crampiformi e diarrea, soprattutto in caso di dosi elevate (> 1-2 grammi).

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH
Un Aiuto per le Tue Difese Immunitarie?
Scopri Vitamina C Suprema ®
X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Scopri il Nuovo Siero X115®ACE
Provalo Gratis - Vitamine Pure | A | C | E
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come