Capillari Rotti nelle Gambe | Cause e Trattamenti Efficaci 27 Apr 2021 | In X115

Cosa sono

I capillari rotti nelle gambe sono la manifestazione visiva di un’eccessiva dilatazione dei vasi sanguigni superficiali (situati nel derma subpapillare).

Oltre ai capillari, quest’abnorme dilatazione può interessare anche venule o arteriole che misurano meno di 1,0 mm di diametro 1.

In termini medici, i capillari rotti nelle gambe vengono chiamati teleangectasie e talvolta "spider veins" (a causa del loro aspetto ramificato che ricorda la "tela di un ragno").

Quando si trovano sulle gambe, le teleangectasie si localizzano generalmente sulla parte superiore della coscia, sotto l’articolazione del ginocchio e intorno alle caviglie, e si manifestano visivamente come piccole ramificazioni superficiali rosse, viola o blu.

Spesso, i capillari rotti nelle gambe sono causati da un reflusso venoso sottostante, correlato all’insufficienza venosa.

Le teleangectasie agli arti inferiori sono molto comuni e sono state riscontrate nel 41% delle donne di età superiore ai 50 anni 2.

La modalità di trattamento classica è basata sulla scleroterapia, inclusa la scleroterapia con schiuma 3. Tuttavia, anche i trattamenti con luce laser sono molto efficaci e vengono sfruttati soprattutto come opzione per trattare i casi di teleangectasia che non rispondono alla scleroterapia 4.

In alternativa al laser, anche la luce pulsata intensa è in grado di affrontare e risolvere efficacemente il problema dei capillari rotti nelle gambe.

Cause

In letteratura è stata descritta una moltitudine di fattori di rischio e diverse ipotesi fisiopatologiche per spiegare l’origine dei capillari rotti nelle gambe, tra cui reflusso venoso, micro-shunt artero-venosi e anomalie del tessuto parietale e connettivo dei vasi sanguigni 5.

La presenza di teleangectasie è spesso associata a insufficienza dei principali sistemi venosi degli arti inferiori; secondo uno studio, nei casi di teleangectasie l’insufficienza venosa interessa dal 50% al 62% delle vene perforanti 6.

Insufficienza venosa

L’insufficienza venosa è caratterizzata da un aumento di pressione del sangue nei distretti venosi superficiali o profondi.

La condizione può essere causata dall’insufficienza dei meccanismi propulsivi oppure da una disfunzione valvolare* o dalla presenza di coaguli ostruttivi (trombosi).

* Le vene delle gambe sono provviste di sistemi valvolari che impediscono il reflusso del sangue venoso verso il basso, favorendone la risalita verso il cuore. Quando queste valvole non funzionano adeguatamente, il sangue tende a ristagnare sfiancando le pareti dei piccoli vasi sanguigni.

Alcuni fattori di rischio per l’insufficienza venosa includono:

Altri Fattori di Rischio

Aldilà dell’insufficienza venosa, altri fattori che possono favorire la comparsa di capillari rotti nelle gambe sono l’eccesso di alcol, la gravidanza, i traumi importanti alla pelle, docce troppo calde, l’eccessiva esposizione solare e diete carenti di vegetali freschi.

Segni e sintomi

I capillari rotti nelle gambe possono essere asintomatici o associati a dolore, bruciore e prurito.

I fattori di rischio includono storia familiare, gravidanza, traumi locali e fattori ormonali 7.

TeleangectasieMisurano meno di 1,0 mm di diametro e si verificano prevalentemente negli arti inferiori 8.
Vene reticolariHanno un diametro inferiore a 3 mm e sono spesso tortuose e localizzate nel tessuto subdermico o sottocutaneo

Diagnosi

Le diagnosi di teleangectasie è clinica e può essere effettuata dal medico secondo il sistema di classificazione Clinica, Etiologica, Anatomica e Fisiopatologica (CEAP) per le patologie venose croniche dell’arto inferiore.

Questo sistema di classificazione è costituito da sette categorie principali: da C0 a C6 e le teleangectasie sono classificate come C1 9.

Classificazione CEAP
C0Nessun segno visibile o palpabile di malattia venosa
C1Teleangectasia o vene reticolari (vene filamentose)
C2Vene varicose (diametro di 3 mm o più)
C3Edema
C4

Alterazioni della pelle e del tessuto sottocutaneo:

  • pigmentazione (C4a);
  • eczema (C4a);
  • lipodermatosclerosi (C4b);
  • atrofia bianca (C4b).
C5ulcera venosa cicatrizzata
C6ulcera venosa attiva

Trattamento

I trattamenti medici per i capillari rotti nelle gambe comprendono la scleroterapia, la terapia laser, il trattamento con luce pulsata intensa, la microflebectomia e la termocoagulazione 1.

Scleroterapia

Il trattamento più comune per i capillari rotti nelle gambe è la microscleroterapia 10.

Questa procedura medica consiste nel danneggiare la parete sanguigna iniettandovi una certa soluzione chimica 11, 12.

L’intervento porta all’infiammazione dell’endotelio vasale e alla conseguente sclerosi (chiusura), fibrosi (cicatrizzazione) e "scomparsa" del vaso sanguigno.

Laser

Il laser agisce emettendo un’energia luminosa che viene assorbita da alcuni composti cutanei chiamati cromofori, che si riscaldano intensamente 13.

A seguito dell’assorbimento da parte dell’ossiemoglobina, l’energia luminosa della luce laser viene convertita in energia termica, che si diffonde nel vaso sanguigno, provocando fotocoagulazione, lesioni meccaniche e infine trombosi e occlusione del vaso bersaglio 14.

Ogni tipo di laser presenta vantaggi specifici per lunghezza d’onda, durata dell’impulso, dimensione dello spot e profilo di raffreddamento cutaneo. A tal proposito, esistono diversi tipi di laser per il trattamento dei capillari delle gambe, con lunghezze d’onda variabili tra 532 e 1064 nm 15.

I laser da 532 a 595 nm hanno molteplici applicazioni nel trattamento non solo della teleangectasia, ma anche della pigmentazione e persino delle rughe sottili. Il vantaggio principale nell’utilizzo di un laser a 1064 nm (Nd:yag) è che la sua lunghezza d’onda maggiore può penetrare più in profondità, consentendo un’efficace termosclerosi 16.

Gli effetti collaterali della terapia laser includono eritema, formazione di croste, gonfiore e formazione di vesciche 17.

Luce pulsata itensa

La luce pulsata intensa (IPL) è simile alla terapia laser in quanto le sorgenti luminose ad alta intensità emettono luce policromatica che va nello spettro di lunghezze d’onda da 515 a 1.200 nm.

Utilizzando specifici filtri è possibile emettere lunghezze d’onda adatte a varie indicazioni, come il trattamento di peli superflui, lesioni vascolari, lesioni pigmentate, acne vulgaris, danni da photoaging e ringiovanimento della pelle

Gli effetti collaterali negativi dell’IPL includono vescicole, ustioni, erosioni, vesciche e formazione di croste, nonché ipo e iperpigmentazioni.

Microflebectomia

La microflebectomia viene eseguita utilizzando ganci che consentono l’estrazione venosa attraverso incisioni cutanee minime o persino punture di ago.

La microflebectomia ambulatoriale è indicata nelle vene varicose in qualsiasi parte del corpo, come braccia, area periorbitale, addome e dorso 19.

Il vantaggio della microflebectomia consiste negli esiti cicatriziali, che sono minimi o assenti, e nell’assenza di necrosi cutanea e iperpigmentazione residua.

Termocoagulazione

La termocoagulazione o il metodo dell’energia a radiofrequenza è una tecnica per il trattamento delle teleangectasie o vene reticolari.

Il metodo si basa sulla produzione di onde ad alta frequenza, 4 ΜΗz, trasmesse attraverso un ago sottile, che provocano danni termici nelle vene.

La termocoagulazione è una tecnologia relativamente nuova con vantaggi come la scomparsa immediata dei capillari rotti nelle gambe, nessuna manifestazione allergica, nessuna pigmentazione e necrosi, e applicabilità a tutti i tipi di pelle.

Per la tua bellezza, ti consigliamo il nostro integratore antirughe X115®+PLUS2, con collagene marino idrolizzato (5g), acido ialuronico (100 mg) e un complesso di altri 17 princìpi attivi antiaging ad alta biodisponibilità.

Integratore Collagene Antirughe

X115®+PLUS2 – Integratore Antiage | Doppia Formula Day & Night | Con Collagene Marino Idrolizzato (5g), Acido Ialuronico ed Estratti Vegetali Biostimolanti | Sostiene la Naturale Attività dei Fibroblasti nella Sintesi di Collagene, Acido Ialuronico ed Elastina

Prevenzione e Altri Trattamenti

Stile di Vita

Per prevenire i capillari rotti nelle gambe è importante osservare uno stile di vita sano; in particolare, si consiglia di:

Farmaci da Banco e Integratori

Diversi estratti vegetali, commercializzati come integratori o farmaci da banco, espletano un’azione antiflogistica e antiaggregante piastrinica che protegge e rafforza le pareti dei capillari e dei piccoli vasi venosi e arteriosi.

Questi prodotti sono disponibili sia per l’applicazione topica che per l’assunzione orale e possono includere ingredienti attivi come:

Per approfondire, ti consigliamo il nostro articolo su come migliorare la circolazione »

Il nostro integratore antiage X115®+PLUS per la bellezza della pelle contiene anche ingredienti specifici per la microcircolazione, come resveratolo, vitamina C ed estratti di Centella asiatica.

Integratore Collagene Antirughe

X115®+PLUS – Integratore Antiage | Doppia Formula Day & Night | Con Collagene (5g), Acido Ialuronico, Astaxantina, Coenzima Q10, Acido Lipoico, Resveratrolo, ed Estratti Vegetali Biostimolanti e Antiossidanti (Melograno, Cacao, Olivo, Centella, Echinacea).

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH
Un Aiuto per le Tue Difese Immunitarie?
Scopri Vitamina C Suprema ®
X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Scopri il Nuovo Siero X115®ACE
Provalo Gratis - Vitamine Pure | A | C | E
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come