Creme Dermatite Atopica | Cosa Contengono, Come Sceglierle 06 Dic 2022 | In X115

Dermatite Atopica in Breve

La dermatite atopica (o eczema atopico) è la malattia infiammatoria della pelle più comune al mondo.

Si manifesta con secchezza cutanea generalizzata, prurito ed eruzione cutanea, ed è causata da fattori genetici e ambientali.

Nei pazienti con dermatite atopica, un’innata predisposizione genetica altera l’integrità della barriera epidermica, che rappresenta una linea vitale di difesa della pelle.

Di conseguenza, fattori ambientali normalmente tollerati (ad es. tessuti, prodotti chimici, umidità e secchezza) generano un’infiammazione cutanea eccessiva e persistente.

Purtroppo, non esiste una cura definitiva per la dermatite atopica. Tuttavia, un trattamento adeguato può controllare l’infiammazione, lenire i sintomi e aiutare la pelle a sentirsi sana.

Le creme idratanti sono il trattamento cutaneo più importante per un recupero ottimale dalla dermatite atopica, indipendentemente dalla sua gravità 1, 2.

Rappresentano infatti il trattamento standard per l’eczema lieve e una terapia aggiuntiva ad altri interventi nei casi di eczema più grave 3.

Creme per la Dermatite Atopica

Importanza

I prodotti idratanti contribuiscono a mantenere il giusto grado di umidità nella cute e aiutano a riorganizzare la struttura degli strati superficiali della pelle.

Pertanto, la loro applicazione è raccomandata come passaggio chiave per il trattamento della dermatite atopica, insieme all’evitamento dei fattori scatenanti e alle misure terapeutiche per controllare i sintomi e l’infiammazione.

Emollienti e idratanti sono quindi un aspetto essenziale nel trattamento di tutti i tipi di dermatite.

Il loro impiego dev’essere attento e costante, anche quando la pelle sembra "guarita".

Le creme idratanti per la dermatite atopica dovrebbero essere applicate regolarmente (2-3 volte al giorno) e generosamente, di solito dopo il bagno 3.

Gli adulti con eczema atopico esteso, possono aver bisogno di 500 grammi di crema emolliente alla settimana. Pertanto, anche i costi devono essere considerati.

Altre strategie aggiuntive che fanno parte della cura standard dell’eczema includono fare il bagno con saponi e lavaggi delicati, evitare fattori scatenanti e allergeni ambientali, indossare indumenti realizzati con materiale non irritante e controllare il prurito 4.

Tipi di Crema Idratante

I prodotti cosmetici ad alto contenuto di olio e basso contenuto di acqua sono generalmente consigliati per l’idratazione della pelle e la riparazione della barriera cutanea.

Generalmente, più il prodotto è ricco di grassi e meglio è, ma la preferenza del paziente rimane importante.

Gli unguenti e le pomate per dermatite atopica, ad esempio, sono particolarmente ricchi di olio. Hanno una consistenza unta e sono difficili da spalmare, ma sono la scelta ideale per le zone più fortemente irritate.

Addirittura, per la dermatite atopica molto grave, si considera l’uso di un unguento occlusivo a zero contenuto di acqua.

Per la dermatite atopica da lieve a moderata, sono state raccomandate creme emollienti occlusive, tenendo conto dello spessore della barriera, della variabilità del contenuto lipidico, della gravità della dermatite atopica e della sede corporea. Tuttavia, le creme idratanti grasse senza risciacquo possono dare una sensazione sgradita sotto i vestiti 2.

Al contrario, le creme idratanti più leggere (come le lozioni) macchiano meno e sono più confortevoli, ma possono richiedere un’applicazione più frequente.

Ingredienti Attivi

Gli ingredienti delle creme per la dermatite atopica devono essere valutati con attenzione, poiché i pazienti a cui si rivolgono hanno una pelle più sensibile e incline alla dermatite da contatto 5, 6, 7.

Nella peggiore delle ipotesi, l’applicazione della crema idratante sbagliata potrebbe aumentare il rischio di dermatiti e asma.

Pertanto, la selezione degli idratanti è principalmente influenzata dalla sicurezza, dall’efficacia, dall’assenza di agenti sensibilizzanti e dalle preferenze individuali 3.

Andrebbero inoltre considerati elementi come l’umidità ambientale, il clima, il tipo di pelle e il grado di secchezza, la durata e la gravità della dermatite atopica, l’età del paziente, la sua compliance al trattamento e le risorse finanziarie 7.

Oli naturali

Gli oli vegetali sono ampiamente usati nelle creme idratanti; tuttavia, nonostante la loro origine naturale sia attrattiva per il consumatore, il profilo di sicurezza per la pelle sensibile rimane dibattuto.

A tal proposito, è stato suggerito che il rapporto tra acido oleico e acido linoleico negli oli naturali determina il loro effetto sulla pelle.

Si ritiene che elevate concentrazioni di acido linoleico accelerino la riparazione e lo sviluppo della barriera cutanea, e migliorino l’idratazione della pelle e la gravità della dermatite atopica 9, 8.

Al contrario, la predominanza di acido oleico può danneggiare la barriera cutanea e peggiorare i sintomi dell’eczema, con effetti sensibilizzanti o irritanti.

Per questo motivo, l’olio di oliva non sarebbe adatto per chi soffre di dermatite atopica 8. Al contrario, l’olio di cartamo, l’olio di semi di girasole e l’olio di semi di olivello spinoso offrirebbero benefici grazie all’alto contenuto di acido linoleico 9.

Uno studio condotto su neonati pretermine del Bangladesh ha mostrato gli eccellenti effetti di riparazione e mantenimento della barriera cutanea dell’olio di semi di girasole, con una riduzione del 41% del rischio di sviluppare infezioni nosocomiali rispetto ai controlli 8.

Due piccoli studi condotto nelle Filippine hanno invece mostrato che l’olio di cocco vergine ha ridotto significativamente la gravità dell’eczema nei pazienti con dermatite atopica 10, 11.

Umettanti

Gli attivi umettanti sono in grado di legare e trattenere l’acqua negli strati superficiali della pelle.

Funzionano bene negli ambienti umidi e comprendono sostanze come glicerina, sorbitolo, polietilenglicoli, eteri del glucosio, urea, miele, allantoina, pantenolo, trimetilgicina, mucillagini, lattato di sodio, PCA, acido ialuronico e alfa-idrossiacidi (come l’acido glicolico e l’acido lattico, a concentrazioni inferiori al 10%).

È stato dimostrato che gli umettanti, come l’urea al 10%, riducono la perdita di acqua transepidermica nei pazienti atopici 12. L’urea riduce anche l’irritazione cutanea dovuta all’esposizione al sodio lauril solfato (un tensioattivo), sia nella pelle atopica che in quella normale.

Nei modelli murini di dermatite atopica, l’applicazione di una crema idratante a base di glicerina ha dimostrato un rapido effetto di idratazione rispetto alla pelle non trattata 13.

Gli alfaidrossiacidi sono un altro trattamento efficace per la pelle secca. Ad esempio, l’acido lattico, in particolare il suo isomero L, stimola una maggiore produzione di ceramidi nello strato corneo, migliorando la barriera cutanea 5.

Ceramidi, colesterolo e altri lipidi fisiologici

Pur essendo costose, le ceramidi sono spesso presenti nelle creme per la dermatite atopica.

Studi recenti hanno infatti suggerito che bassi livelli di ceramidi nella pelle sono un importante fattore causale nelle malattie cutanee, inclusa la dermatite atopica 14.

Le creme idratanti con ceramidi aiutano quindi a ripristinare la permeabilità all’acqua e la funzione barriera della pelle.

Secondo uno studio, miscele topiche di 3 lipidi chiave dello strato corneo (ceramidi, colesterolo e acidi grassi liberi in rapporto molare 3:1:1) possono accelerare la riparazione della barriera cutanea in seguito a varie interruzioni esterne, acute o prolungate 15.

A differenza delle miscele lipidiche non fisiologiche come il petrolato, i lipidi fisiologici (ceramidi, colesterolo e acidi grassi liberi) possono attraversare lo strato corneo sia intatto che interrotto 15, 16. Hanno quindi proprietà non solo idratanti (emollienti), ma anche restitutive.

Catrame di Carbone

Il catrame di carbone è un distillato del carbone utilizzato in una varietà di preparazioni topiche, tra cui shampoo, lozioni e creme, a volte mescolato con uno steroide topico per trattare la dermatite atopica squamosa.

Il meccanismo d’azione esatto con cui funziona non è completamente compreso. Sembra avere effetti antimicrobici, antipruriginosi (riduce il prurito) e cheratoplastici (normalizza la crescita della cheratina nella pelle e riduce la desquamazione).

Il suo odore, tuttavia, può risultare sgradevole.

Ectoina

L’ectoina è una sostanza organica sintetizzata da un’ampia gamma di batteri che vivono in condizioni estreme.

La sua funzione è quella di fornire resistenza ai batteri contro gli stress esterni, principalmente la disidratazione 17.

L’ectoina potrebbe quindi aiutare a prevenire la perdita di acqua nella pelle secca associata alla dermatite atopica 18, 19.

Secondo una revisione di 6 studi, l’applicazione di formulazioni topiche contenenti il 5,5 – 7% di ectoina ha influenzato positivamente la secchezza cutanea, attenuando il prurito e l’infiammazione nei pazienti con dermatite atopica 20.

Agenti Antinfiammatori – Lenitivi

Gli antinfiammatori topici liberamente utilizzabili nei cosmetici sono indicati per la dermatite atopica da lieve a moderata.

Il loro impiego può ridurre o sostituire l’uso di corticosteroidi topici, riducendo così al minimo gli effetti collaterali 21.

L’uso di questi agenti deve comunque essere attentamente considerato e selezionato per ogni paziente, considerato il rischio di reazioni individuali di ipersensibilità.

Aloe vera

La polpa succosa delle foglie di aloe viene ampiamente usata nell’industria cosmetica.

Oltre alla sua azione idratante, il gel che se ne ricava ha proprietà antinfiammatorie, antipruriginose, analgesiche e cicatrizzanti 22.

Inoltre, alcuni suoi componenti possiedono azioni antibatteriche e antimicotiche che possono aiutare a prevenire l’infezione secondaria nei pazienti con dermatite atopica 23, 24.

Alcune ricerche hanno dimostrato che l’applicazione di un estratto di aloe vera (a concentrazioni dello 0,1%, 0,25% e 0,5%) per 2 settimane può migliorare l’idratazione della pelle, senza alcun effetto significativo sulla perdita di acqua transepidermica 25.

In uno studio, una crema per dermatite atopica a base di aloe vera e olio di oliva ha dimostrato benefici superiori al betametasone topico, per quanto riguarda la gravità della malattia, la qualità della vita e la conta degli eosinofili 26.

Bisabololo

Il bisabololo è un estratto antinfiammatorio presente nell’olio essenziale di camomilla (Matricaria recutita).

L’effetto antinfiammatorio è attribuito all’inibizione della cicloossigenasi e della lipossigenasi.

Una crema a base di amido, acido glicirretinico e bisabololo è risultata efficace nel trattamento della dermatite atopica cronica da lieve a moderata nei bambini. Solo per un paziente su 30 è stata segnalata una lieve sensazione di bruciore al sito di applicazione 27.

Un altro studio RCT su 278 pazienti con dermatite atopica ha dimostrato che la formulazione di eparina e levomenolo (α-bisabololo), applicata due volte al giorno per otto settimane, ha migliorato significativamente il prurito e i sintomi della malattia. Il bisabololo da solo può migliorare il prurito e l’infiammazione; tuttavia, la combinazione di questi due agenti ha mostrato una maggiore efficacia 28.

Va comunque segnalata cautela nell’uso di creme per la dermatite atopica con bisabololo, in quanto si tratta di un potenziale agente sensibilizzante 29.

Burro di karité

Il burro di karité è un grasso giallastro ricavato dai noccioli di Butyrospermum parkii.

La sua composizione accidica vede la prevalenza di acido palmitico, stearico, oleico, linoleico e arachidico.

Il burro di karité contiene anche triterpene acetato ed esteri di cinnamato, che dimostrano effetti antinfiammatori e antitumorali 30.

Negli studi, il burro di karité ha dimostrato di essere efficace quanto un precursore delle ceramidi nei pazienti con dermatite atopica 31, 32.

Ad esempio, uno studio ha indagato l’efficacia clinica e l’accettabilità di una crema idratante contenente burro di karité su pazienti pediatrici con dermatite atopica.

Dopo 4 settimane di trattamento, è stata riportata un’accettabilità generale “molto buona” o “buona” nel 74% dei 34 pazienti arruolati. Questo gruppo ha ottenuto una significativa riduzione del punteggio medio del prurito e un significativo miglioramento medio dell’indice di qualità della vita 31.

In un altro studio su adulti, è stato dimostrato che un idratante da banco contenente burro di karité ha migliorato significativamente i segni e i sintomi dell’eczema corporeo da lieve a moderato, dopo 2 settimane di trattamento 33.

Liquirizia

L’acido glicirretico è un composto triterpenico estratto dalla radice di liquirizia, con effetti antinfiammatori, antivirali e antitumorali.

Studi su animali e in provetta collegano la glicirrizina (glicoside contenente acido glicierretico) e altri attivi agli effetti antinfiammatori e antimicrobici dell’estratto 34.

Di conseguenza, l’estratto di radice di liquirizia viene utilizzato per trattare una varietà di condizioni infiammatorie della pelle, tra cui acne ed eczema (dermatite atopica).

In uno studio di 2 settimane su 60 adulti, l’applicazione di un gel topico contenente estratto di radice di liquirizia ha migliorato significativamente l’eczema 35.

Altri composti estratti dalla radice di liquirizia e chiamati licochalconi (A, B e D) hanno dimostrato importanti effetti antinfiammatori 36, 37.

Uno studio condotto su bambini con dermatite atopica lieve-moderata ha rilevato che l’applicazione di una formula contenente licochalcone due volte al giorno migliora i sintomi della dermatite atopica in maniera paragonabile a una lozione all’idrocortisone 38.

Niacinamide

La niacinamide migliora le funzioni della barriera cutanea, aumentando la ceramide epidermica e altri lipidi intercellulari 39.

Inoltre, l’applicazione due volte al giorno di niacinamide topica può ridurre l’infiammazione, diminuire la perdita di acqua transepidermica e aumentare lo spessore dello strato corneo 40.

La niacinamide riduce anche la perdita di acqua transepidermica nella pelle secca atopica in misura superiore rispetto alla vaselina bianca 41.

In studi randomizzati, controllati e comparativi sull’integrità dello strato corneo, l’applicazione di creme idratanti contenenti niacinamide ha determinato un miglioramento dell’idratazione e della barriera cutanea superiore rispetto alle creme idratanti convenzionali 42.

Palmitoiletanolamide

La palmitoiletanolamide (PEA) è un lipide endogeno, che possiede proprietà sia antinfiammatorie che analgesiche 43.

La PEA si accumula durante l’infiammazione e diversi studi hanno riportato effetti antinfiammatori e analgesici in modelli animali di dolore infiammatorio.

Un ampio studio che ha coinvolto 2.456 pazienti con dermatite atopica di gravità da lieve a moderata ha dimostrato che gli idratanti contenenti palmitoiletanolamide hanno prodotto riduzioni drastiche dei segni e dei sintomi clinici (secchezza, escoriazione, lichenificazione, desquamazione, eritema, prurito).

Inoltre, il 56% dei pazienti ha ottenuto benefici tali da interrompere l’uso di corticosteroidi topici 44.

In questo studio, tuttavia, non è stato utilizzato un comparatore placebo.

Zinco

Il gluconato di zinco è un trattamento efficace per molte infiammazioni della pelle 45, 46.

Secondo una revisione del 2014, quando il solfato di zinco è stato aggiunto a una crema medicata con clobetasolo, ha mostrato un miglioramento statisticamente significativo rispetto alla crema senza solfato di zinco nelle persone con eczema cronico alle mani 47.

Similmente, anche l’ossido di zinco topico è stato utilizzato nel trattamento della dermatite atopica per la sua forte azione antiossidante e antibatterica.

In uno studio, ad esempio, è stato osservato un miglioramento significativo nella gravità della malattia, nel prurito e nel sonno soggettivo nei pazienti che indossavano tessuti impregnati di ossido di zinco 48.

Combinazioni

MAS063DP (Atopiclair) è il codice identificativo di un prodotto cosmetico approvato dalla Food and Drug Administration statunitense per alleviare i sintomi della dermatite atopica e della dermatite allergica da contatto.

Si tratta di una crema riparatrice barriera non steroidea, che integra acido glicirretico, estratto di Vitis vinifera e telmesteina, in combinazione con burro di karité (emolliente) e acido ialuronico (umettante).

Alcuni studi randomizzati controllati dal veicolo hanno infatti osservato che si tratta di una monoterapia efficace per i casi pediatrici e adulti di dermatite atopica da lieve a moderata 49, 50.

Farmaci

Oltre alle creme per dermatite atopica di libera vendita, esistono anche dei prodotti classificati come medicinali e contenenti veri e propri agenti farmacologici.

Tra questi ricordiamo brevemente:

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH
X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
X115® FACE | Con Peptidi liftanti di 3a Generazione
Scopri i suoi Benefici
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Nuova Crema Corpo X115® BODY
Scopri i suoi Benefici
Un Aiuto per le Tue Difese Immunitarie
Scopri Vitamina C Suprema ®
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come