Sole | Danni, Benefici | Causa o Previene il Cancro della Pelle? 26 Lug 2020 | In X115

Sole: Amico o Nemico?

Troppo sole, si sa, può danneggiare la salute.

In effetti, un’esposizione solare eccessiva o inadeguata aumenta il rischio di:

Soprattutto su quest’ultimo punto, le campagne informative di televisioni, giornali e Autorità sanitarie mettono costantemente in guardia dai pericoli del sole.

Tuttavia, questo atteggiamento "terroristico" potrebbe fare molti più danni che benefici.

Il sole, infatti, possiede sia vantaggi che svantaggi e per fornire consigli adeguati è necessario soppesarli attentamente.

Dato che i vantaggi del sole superano gli svantaggi, è opportuno spendere energie per controllare i rischi ottimizzando i benefici. Nello specifico, l’esposizione al sole dovrebbe essere considerata benefica, purché "non scottante" 7, 8, 9, 10.

Per capire come rendere l’esposizione solare "non scottante", ti consigliamo di leggere i consigli per un’abbronzatura sicura.

Danni del Sole

Quando le radiazioni UV del sole colpiscono la pelle possono determinare un danno diretto oppure indiretto, attraverso i radicali liberi.

Se i meccanismi antiossidanti (vitamine, enzimi, cofattori e così via) non riescono a contrastarla, una sintesi di radicali liberi eccessiva può causare danni al DNA, che aumentano il rischio di melanoma e altri tumori della pelle.

I raggi ultravioletti (o, più semplicemente, raggi UV) possono essere distinti in base alla lunghezza d’onda.

Nello specifico, le radiazioni UVA e UVB sono causa sia dell’abbronzatura che dei danni del sole.

Semplificando, possiamo affermare che:

Tipo di radiazione solareBeneficiRischi da Eccesso
Raggi ultravioletti A (UVA)
  • Abbronzatura immediata
  • Invecchiamento cutaneo prematuro
  • Formazione di tumori cutanei
Raggi ultravioletti B (UVB)
  • Abbronzatura duratura
  • Sintesi di vitamina D
  • Eritemi
  • Infiammazione
  • Scottature
  • Fenomeni fotoallergici e fototossici
  • Formazione di tumori cutanei
Luce visibile
  • Sostiene l’Umore
  • Invecchiamento cutaneo
Raggi infrarossi
  • Sensazione di calore e benessere
  • Disidratazione
  • Dilatazione dei vasi sanguigni (gonfiore)
  • Insolazioni
  • Colpi di calore

Scottature Solari

Trascorrere troppo tempo al sole può portare a un’eruzione cutanea, con arrossamento della pelle fotoesposta e prurito.

Un’esposizione solare ancora più elevata può causare vere e proprie scottature, che sono dolorose, possono causare vesciche e possono interessare tutte le parti del corpo esposte al sole, anche le labbra.

Le scottature solari sono un importante fattore di rischio per l’insorgenza dei tumori della pelle.

L’eruzione polimorfa alla luce, nota anche come avvelenamento da sole, è una reazione fotosensibile ai raggi UV.

Si manifesta entro 12 ore da un’esposizione solare relativamente intensa, con la comparsa di papule-vescicole (piccole bolle sierose) pruriginose sul petto, sulle gambe e sulle braccia.

Melanoma

Il meccanismo che porta alla comparsa del melanoma non è noto, ma si ritiene sia collegato a fattori genetici 11.

Il principale fattore di rischio non genetico per il melanoma è l’esposizione alle radiazioni ultraviolette, sia naturali che artificiali (lampade abbronzanti).

Tuttavia, è importante sottolineare che il sole può essere sia causa che prevenzione della malattia. In particolare 12:

Mentre le scottature solari sono state associate a un raddoppio del rischio di melanoma 12, l’esposizione al sole cronica non scottante e le attività all’aperto sono state associate a una riduzione di tale rischio 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19.

L’incidenza del melanoma negli Stati Uniti è aumentata drammaticamente, da 1 caso su 100.000 persone l’anno nel 1935 a 23 casi per 100.000 per anno nel 2012 20.

Sono state suggerite diverse motivazioni per spiegare questo fenomeno. Una ragione plausibile potrebbe essere ricercata nella sempre più diffusa esposizione insufficiente al sole, unitamente alla relativa crescente carenza/insufficienza di vitamina D.

Alcuni Autori ritengono addirittura plausibile che i messaggi di sanità pubblica degli ultimi 50 anni, per evitare l’esposizione al sole e incoraggiare l’uso di filtri solari, possano aver contribuito all’aumento dell’incidenza del melanoma 17.

Carcinoma cutaneo non melanoma (NMSC)

Le scottature solari sono associate anche a un aumentato rischio di tumori cutanei non melanoma, tra i quali i più diffusi sono il carcinoma a cellule basali (BCC) e il carcinoma a cellule squamose (SCC).

Poiché non esistono registri ufficiali per questi tumori, le stime della loro prevalenza variano ampiamente. Stiamo comunque parlando di patologie estremamente diffuse.

Basti pensare che il cancro della pelle è la forma più comune di cancro. Tuttavia, i tumori della pelle a cellule basali e a cellule squamose raramente provocano la morte.

Come nel caso del melanoma, le scottature solari sono associate a un aumentato rischio di SCC e BCC.

L’esposizione cumulativa al sole "non scottante", pur prevenendo il melanoma, potrebbe aumentare il rischio di carcinomi a cellule basali e a cellule squamose.

Ad ogni modo, non tutti gli studi confermano questa relazione, che rimane pertanto ancora incerta 17, 21, 16, 22, 23, 24, 25.

In uno studio, i filtri solari hanno dimostrato di essere efficaci nel ridurre il rischio di carcinoma cutaneo a cellule squamose, ma non a cellule basali 26.

Il tasso di mortalità per i carcinomi a cellule basali e a cellule squamose è di circa lo 0,3%, causando 2.000 morti all’anno negli Stati Uniti 27. In confronto, il tasso di mortalità del melanoma è del 15-20% e, pur essendo molto più raro, causa 6.500 morti all’anno.

Anche se è molto meno comune, il melanoma maligno è dunque responsabile del 75% di tutti i decessi correlati al cancro della pelle 28.

Photoaging

Il photoaging o fotoinvecchiamento è un termine usato per descrivere i cambiamenti caratteristici della pelle indotti dall’esposizione cronica agli UVA e UVB.

Tali cambiamenti – che includono la formazione di rughe, macchie della pelle, ipercheratosi ed elastosi cutanea – sono causati dagli effetti dei radicali liberi, prodotti in eccesso a causa dell’esposizione solare prolungata ed eccessiva.

I radicali liberi colpiscono infatti le cellule della pelle e attivano enzimi degradativi che attaccano le sue componenti strutturali come collagene ed elastina.

Integratore Collagene Antirughe

X115®+PLUS – Integratore Antiage | Doppia Formula Day & Night | Con Collagene (5g), Acido Ialuronico, Astaxantina, Coenzima Q10, Acido Lipoico, Resveratrolo, ed Estratti Vegetali Biostimolanti e Antiossidanti (Melograno, Cacao, Olivo, Centella, Echinacea).

Benefici del Sole

Specificati nel dettaglio nel nostro articolo dedicato ai benefici del sole, i vantaggi di un’esposizione solare adeguata e non scottante includono:

Siero Viso

X115® ACE | Siero Viso | Pure Vitamins Antiage Complex |
3 Formule Mono-Concentrate a Utilizzo Ciclico | Altamente Biodisponibili | In flaconcini monodose bifasici | Le Vitamine A | C | E | nello Stato più Puro ed Efficace | Per un Trattamento di Bellezza ai Massimi Livelli

Il Gesto d'Amore
Più Prezioso
Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è un trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Scopri il Nuovo Siero X115®ACE
Provalo Gratis - Vitamine Pure | A | C | E
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come