Monociti Bassi | Funzioni, Cause, Sintomi | Come Aumentarli 11 Ott 2021 | In X115

Cosa Sono

I monociti sono una famiglia di globuli bianchi.

Appartengono al sistema immunitario innato e sono i precursori dei macrofagi e delle cellule dendritiche.

I monociti svolgono un ruolo cruciale nella difesa dell’ospite contro le infezioni. Rappresentano circa il 2-10% dei globuli bianchi e, tra tutte le popolazioni cellulari leucocitarie, sono quelli di maggiore dimensione.

globuli bianchi

A Cosa servono

I monociti circolano nel sangue per diversi giorni prima di entrare nei tessuti, dove diventano macrofagi o cellule dendritiche 1, 2 .

A livello tissutale, difendono l’ospite dall’intrusione di agenti patogeni:

I monociti svolgono un ruolo cruciale nella difesa dell’ospite contro le infezioni virali, batteriche, fungine e da protozoi. Uccidono i microrganismi patogeni, ingeriscono particelle estranee, rimuovono le cellule morte e potenziano la risposta immunitaria.

Tuttavia, i monociti possono anche promuovere malattie come la fibrosi epatica, l’aterosclerosi, la sclerosi multipla, l’artrite e le metastasi tumorali 3.

Inoltre, i macrofagi derivati dai monociti promuovono la regressione della fibrosi, la rigenerazione muscolare dopo la lesione e la degradazione delle fibrille amiloidi nella malattia di Alzheimer.

Molti studi scientifici di tutto il mondo hanno rivelato in modo indipendente che i monociti agiscono come un’arma a doppio taglio, benefica o dannosa. Per questo motivo, è bene che i loro livelli rientrino nella norma, né troppo alti, né troppo bassi 3.

Valori Normali e Bassi

In campo medico, il termine monocitopenia identifica una condizione caratterizzata da un basso numero di monociti nel sangue.

Si parla di monocitopenia (o monociti bassi) quando il numero di monociti scende al di sotto di 0,2×109/litro.

Cause

Possibili cause di monociti bassi includono 4, 5 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17:

I monociti bassi possono dipendere anche dall’uso di determinati farmaci:

Sintomi e Conseguenze

La monocitopenia di per sé non sembra produrre sintomi e i pazienti di solito mostrano solo sintomi correlati a una condizione associata.

Tali sintomi possono includere – tra i segni generali e aspecifici – affaticamento e febbre 20, 21.

Protezione dalle malattie cardiovascolari

Tra tutti i globuli bianchi, la conta dei monociti ha la relazione più forte con i tassi di malattie cardiovascolari.

Monociti e macrofagi sono infatti coinvolti nell’insorgenza e nel peggioramento dell’aterosclerosi (indurimento delle arterie), che può portare a malattie cardiache e ictus 22.

I monociti si accumulano nei vasi sanguigni e contribuiscono allo sviluppo e alla rottura delle placche aterosclerotiche che bloccano i vasi sanguigni 23, 24, 25. Con il progredire dell’aterosclerosi, il numero di monociti nel sangue tende ad aumentare 26.

Livelli più bassi di monociti sono quindi associati a un minor rischio cardiovascolare 27.

Aumentata suscettibilità alle infezioni

I monociti sono coinvolti nella risposta immunitaria all’infezione.

Di conseguenza, un basso numero di monociti è collegato a un aumento dei tassi di infezione.

La monocitopenia è più specificamente associata alla sindrome MonoMAC: maggiore suscettibilità alle infezioni da micobatteri, funghi e papillomavirus umano (HPV) 6, 20.

Disturbi del sangue

I monociti bassi possono dipendere da particolari malattie del sangue, come mielodisplasia, leucemia mieloide acuta, leucemia mielomonocitica cronica e linfomi. 21.

Cancro cervicale

I pazienti con immunodeficienza primaria hanno bassi livelli di monociti e sono suscettibili a infezioni da papillomavirus umano (HPV) gravi e persistenti, che possono causare il cancro del collo dell’utero 22, 23.

Come Aumentarli

La presenza di monociti bassi può essere il segno di un sistema immunitario debole.

Uno stile di vita sano è importante per sostenere l’immunità, evitando sia i difetti (che aumentano la suscettibilità alle infezioni) che gli eccessi (che predispongono a malattie infiammatorie e autoimmuni).

Per sostenere e migliorare la salute del sistema immunitario, è consigliabile:

Per il benessere del tuo sistema immunitario, ti consigliamo il nostro miglior integratore multivitaminico: Vitamina C Suprema® con estratti di sambuco nero, echinacea, rosa canina, arancia e zenzero, zinco, magnesio, potassio e una formula multivitaminica con Vitamina D3 ad alta biodisponibilità.

Migliore Vitamina C Suprema

Vitamina C Suprema® | Multivitaminico per le Difese Immunitarie | Con 500 mg di Vitamina C naturale da Rosa canina e Vitamina C 100% europea
Sostiene le difese immunitarie | Con Echinacea, Sambuco, Zinco, Selenio, Vitamina D
Contro stanchezza e affaticamento | Con Vitamine del gruppo B, Magnesio, Potassio, Zenzero, Bioflavonoidi

Una dieta sana, equilibrata e sobria può anche contribuire a ridurre il numero di monociti nelle persone che soffrono di monociti alti, riportandoli nella normalità.

Si tratta di un effetto benefico, poiché riducendo il numero di monociti pro-infiammatori migliorano le malattie infiammatorie croniche senza compromettere la mobilitazione di emergenza dei monociti durante l’infiammazione infettiva acuta e la riparazione dei tessuti 29.

Letture consigliate:

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH
Un Aiuto per le Tue Difese Immunitarie?
Scopri Vitamina C Suprema ®
X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Scopri il Nuovo Siero X115®ACE
Provalo Gratis - Vitamine Pure | A | C | E
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come