Sistema Immunitario Debole | Analisi del Sangue ed Esami 10 Ago 2020 | In X115

Generalità

Il sistema immunitario è un complesso sistema difensivo, costituito da cellule, sostanze chimiche, organi e tessuti.

Dinanzi al sospetto di un sistema immunitario debole, il medico può valutare le difese immunitarie del paziente prescrivendo specifici esami e analisi del sangue.

Di seguito illustriamo le indagini mediche più importanti per valutare l’immunità.

Carenze Nutrizionali

Un adeguato apporto di nutrienti è fondamentale per far lavorare le difese immunitarie al massimo delle loro possibilità.

In questo senso, sia i difetti (malnutrizione) che gli eccessi alimentari (obesità) riducono la salute immunitaria.

Tramite specifiche analisi del sangue, il medico può valutare lo stato nutrizionale del soggetto e impostare un piano nutrizionale utile a rinforzare le difese immunitarie.

Vitamina D

La carenza di vitamina D può compromettere l’integrità del sistema immunitario e portare a risposte immunitarie inadeguate.

Bassi livelli di vitamina D sono stati associati a una maggiore suscettibilità alle infezioni, alle malattie e ai disturbi immuno-correlati 1.

È stato stimato che dal 20 all’80% delle persone negli Stati Uniti, Canada, Messico, Europa, Medio Oriente e Asia hanno una carenza di vitamina D 2, 3, 4. Le cause vanno ricercate soprattutto in un’esposizione solare insufficiente.

Tramite una semplice analisi del sangue, è possibile misurare il livello ematico di calcidiolo [25(OH)D] e determinare in questo modo lo stato della vitamina D 5.

Concentrazioni sieriche di 25-idrossivitamina D [25(OH)D] e salute
nmol/lng/mLStato di salute
<30<12Associato a carenza di vitamina D, che porta al rachitismo
nei neonati e nei bambini, e all’osteomalacia negli adulti
30-50 12-20Generalmente considerato inadeguato per le ossa e la salute generale
di individui sani
≥50≥20Generalmente considerato adeguato per le ossa e la salute generale
di individui sani
> 125> 50Evidenze emergenti collegano potenziali effetti avversi da eccesso di vitamina D, in particolare per livelli superiori a 150 nmol/l (>60 ng/mL)

I livelli di vitamina D possono essere aumentati e mantenuti attraverso:

Vitamina C

La vitamina C è un’altra vitamina importantissima per la salute del sistema immunitario.

La sua carenza è associata a scarsa immunità e rischio più elevato di infezioni, comprese malattie gravi come la polmonite 6, 7.

I fattori di rischio più comuni per la carenza di vitamina C includono cattiva alimentazione, alcolismo, anoressia, gravi malattie mentali, fumo e dialisi 8, 9.

Alcuni ricercatori ritengono che 10:

Livelli di vitamina C bassi possono precipitare in caso di infezioni, durante le quali il sistema immunitario consuma grandi quantità di questa vitamina.

Concentrazioni plasmatiche di vitamina C e salute 11
μmol/lmg/dlStato di salute
<11<0,19Grave carenza (scorbuto)
11-230,19-0,40Carenza marginale
23-500,40-0,88Valori subottimali
> 50> 0,88Valori ottimali

Per approfondire, leggi: Vitamina C e Raffreddore.

Magnesio

Il magnesio è necessario per più di 300 diversi processi corporei, inclusa l’attivazione della vitamina D.

Una carenza di magnesio può cagionare danni alla salute, compresa quella del sistema immunitario 12, 13, 14, 15. Alcuni rapporti suggeriscono che la carenza di magnesio può aumentare la suscettibilità alle infezioni virali.

Uno studio stima che il 75% della popolazione statunitense non assume abbastanza magnesio dalla propria dieta 16, 17, 18.

Attualmente non esiste un indicatore affidabile dello stato del magnesio. Per una valutazione attendibile, il medico dovrà valutare gli apporti alimentari del minerale insieme ai suoi livelli sierici e urinari 19.

Zinco

Lo zinco è essenziale per il normale sviluppo e la funzione dei globuli bianchi.

La carenza di zinco, comune nelle persone anziane, riduce le difese immunitarie e aumenta il rischio di polmonite e altre infezioni 20, 21, 22, 23, 24.

Secondo alcune stime, la carenza di zinco contribuisce a circa il 16% delle infezioni delle basse vie respiratorie 25.

Come per il magnesio, attualmente non esiste un esame affidabile (sensibile e specifico) per rilevare la carenza di zinco negli esseri umani.

Ferro

Il ferro svolge un ruolo essenziale nel normale sviluppo del sistema immunitario e nella resistenza alle malattie infettive 26, 27.

L’anemia da carenza di ferro è stata collegata a infezioni respiratorie più frequenti nei bambini 28, 29, 30. Inoltre, secondo alcuni studi, la supplementazione di ferro può essere utile per prevenire alcuni tipi di infezioni respiratorie 31, 32.

L’incidenza dell’anemia da carenza di ferro negli Stati Uniti è stata stimata al 19,3%, con quasi 16 milioni di casi di anemia sideropenica nei bambini e negli adolescenti 33.

I biomarcatori dello stato del ferro comunemente usati includono la ferritina sierica (proteina di immagazzinamento del ferro), il ferro sierico, la capacità totale di legare il ferro (TIBC) e la saturazione della transferrina (il principale vettore di ferro nel sangue; TSAT).

Glicemia

Una dieta ricca di zuccheri raffinati e alimenti trasformati, ma povera di frutta e verdura, può influire negativamente sulla salute del sistema immunitario.

Dato che l’obesità, il diabete di tipo 2 e le malattie cardiache possono indebolire il sistema immunitario, la limitazione degli zuccheri aggiunti è una parte importante di una dieta che mira a rafforzare il sistema immunitario 34, 35, 36.

Il medico potrebbe quindi decidere di valutare i livelli di glicemia a digiuno ed emoglobina glicata nell’ambito del panel di esami per il sistema immunitario

Globuli Bianchi

I globuli bianchi, detti anche leucociti, aiutano il corpo a combattere le malattie infettive e le cellule tumorali.

Avere un numero di globuli bianchi troppo basso può essere il segno di un sistema immunitario incapace di gestire adeguatamente le infezioni.

La seguente tabella riporta i valori normali di globuli bianchi nel sangue secondo gli standard normalmente adottati.

Fascia d’etàConta leucocitaria (per µl di sangue)
NeonatiDa 9.000 a 30.000
Bambini sotto i 2 anniDa 6.200 a 17.000
Bambini sopra i 2 anni e adultiDa 5.000 a 10.000

I globuli bianchi non sono tutti uguali. Ne esistono cinque tipi principali, rispettivamente chiamati basofili, neutrofili, eosinofili, linfociti e monociti.

Tipo di Globuli Bianchi% normale della conta leucocitariaValore assoluto (per µl di sangue)
Neutrofili 55 – 73%2500-7000
Linfociti 20 – 40%1700-3500
Eosinofili1 – 4 %100-300
Monociti2 – 8 %200-600
Basofili0,5 – 1%40-100

Oltre al valore assoluto, le analisi di laboratorio possono valutare la morfologia dei leucociti, in modo da escludere alcune malattie associate ad anomalie strutturali dei globuli bianchi.

Sono inoltre disponibili test per valutare la funzionalità dei leucociti.

Ad esempio è possibile misurare la capacità dei linfociti T di rispondere a diversi tipi di stimoli, osservando se si dividono e crescono (proliferazione) o se producono adeguatamente sostanze chimiche chiamate citochine (come l’interferone). Altri esami misurano la capacità dei neutrofili di produrre ossigeno reattivo.

Proteina C Reattiva

La proteina C reattiva (PCR) è un esame che aiuta a capire se il sistema immunitario è impegnato nella lotta contro un’infezione.

Il fegato produce questa proteina in risposta a traumi, infiammazioni e infezioni 37, 38.

Il compito della PCR è di legare i tessuti danneggiati o i microbi invasori ed etichettarli in modo che il sistema immunitario (globuli bianchi) possa riconoscerli e rimuoverli 39, 40.

Le infezioni batteriche possono aumentare notevolmente i valori ematici di PCR (40-200 mg/l o più), mentre le infezioni virali e l’infiammazione lieve di solito innescano un aumento più modesto (10-40 mg/l) 41, 42.

Anticorpi – Immunoglobuline

Se necessario, il medico prescriverà test anticorpali approfonditi.

Attraverso le analisi del sangue è possibile misurare i livelli dei quattro principali tipi di anticorpi:

Infine, esistono test che esaminano gli anticorpi specifici contro determinate malattie (ad esempio, test VCA-IgG e VCA-IgM per il virus Epstein-Barr, anticorpi dell’epatite B e C e anticorpi antitiroidei). I medici li usano per confermare o escludere una potenziale malattia o per valutare l’immunità indotta dalle vaccinazioni.

Il Gesto d'Amore
Più Prezioso
Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è un trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Scopri il Nuovo Siero X115®ACE
Provalo Gratis - Vitamine Pure | A | C | E
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come