Polline | Proprietà, Benefici | Prostata, Menopausa, Salute 07 Feb 2021 | In X115

Che Cos’è

Il polline è un antico rimedio tradizionale e un moderno "super alimento".

Alcuni Autori, forse esagerando un po’, dipingono il polline come “l’unico alimento perfettamente completo” e “il miglior prodotto alimentare del mondo1, 2.

Oggi, molte persone usano il polline d’api come integratore ricostituente, per aumentare le difese immunitarie, sostenere il fegato e combattere stanchezza e affaticamento 3, 4.

La composizione nutrizionale del polline varia notevolmente in base all’origine, alle variazioni stagionali, alla qualità, alle condizioni della pianta e ad altri fattori 5. Tuttavia, in generale, il polline abbonda di proteine, amminoacidi essenziali e diversi componenti bioattivi, come vitamine, carotenoidi e polifenoli.

I componenti pollinici più importanti per l’attività farmacologica sono gli acidi grassi essenziali, i fosfolipidi, i fitosteroli, i flavonoidi e gli acidi fenolici 5.

Polline Benefici

Proprietà

Grazie alla sua composizione, il polline d’api possiede diverse proprietà salutistiche:

Alcuni studi suggeriscono che gli estratti di polline possono essere utilizzati come rimedio complementare per il trattamento dell’iperplasia prostatica benigna, della prostatite cronica e dei sintomi vasomotori della menopausa (vampate di calore).

Tuttavia, l’efficacia clinica del polline dovrebbe essere ulteriormente verificata, in quanto le ricerche condotte fino a oggi sono generalmente piccole e di scarsa qualità 16.

Colore e Sapore

Il colore del polline varia dal giallo brillante al nero, in base all’origine.

Anche il sapore è variabile, ma in genere si possono apprezzare sentori floreali più o meno decisi.

Il polline può essere un’eccellente aggiunta a yogurt, porridge, frullati, dolci, miele, ricotta e succhi.

È importante macinare o schiacciare i granuli di polline prima di consumarli, in modo da aumentare l’assorbimento dei nutrienti. Secondo alcuni articoli, questa accortezza aumenta la disponibilità dei nutrienti dal 10-15% al 60-80% 17, 18.

Ruolo nell’Alveare

Nella biologia vegetale, il polline consiste nelle cellule riproduttive maschili delle piante spermatofite.

Quando visitano un fiore, le api ne succhiano il nettare (una secrezione zuccherina che verrà elaborata in miele).

Mentre succhiano il nettare dal fiore, le api si imbrattano di polline, che raccolgono e trasportano all’alveare confezionandolo in piccole pallottole adese alle zampe posteriori.

Gli apicoltori usano trappole speciali per separare i granuli di polline dalle zampe delle api quando entrano nell’alveare; in questo modo si ottiene il polline d’api. Indicativamente, una colonia di api fornisce da 1 a 7 kg di polline all’anno

All’interno dell’alveare, il polline viene inumidito con la saliva delle api e impacchettato nei favi, quindi ricoperto con un sottile strato di miele e cera.

Queste riserve di polline, chiamate "pane d’api", costituiscono una fonte nutritiva che permette la riproduzione e la crescita all’interno dell’alveare.

Durante la conservazione, il pane d’api subisce una fermentazione che eleva il contenuto di aminoacidi essenziali, vitamine (ad esempio, dei gruppi B e K) e polifenoli bioattivi 2.

Tuttavia, il pane d’api non viene prodotto in grandi quantità ed è difficile da raccogliere dai favi. Speciali tecniche di fermentazione del polline raccolto con tecniche tradizionali mirano ad ottenere una composizione analoga a quella del pane d’api.

Mentre il miele e il nettare forniscono zuccheri alle api e alle giovani larve, il polline fornisce proteine, minerali, lipidi e vitamine. Le api operaie utilizzano il polline per la produzione di pappa reale o direttamente come alimento.

Polline non Apistico

Non tutto il polline presente in commercio è ottenuto dalle api.

Per evitare fenomeni allergici e standardizzarne il profilo nutrizionale, alcuni prodotti contengono polline ottenuto direttamente da fiori coltivati e raccolti in determinate stagioni.

Proprietà Nutrizionali

Il polline d’api è un prodotto vegetale piuttosto vario, composto approssimativamente da 250 sostanze, tra cui 8:

Il polline contiene diversi enzimi e minerali, tutte le vitamine conosciute e oltre 20 oligoelementi.

Le vitamine includono sia le liposolubili (0,1% come provitamina A e vitamine E e D) che le idrosolubili (0,6% come vitamina C e vitamine del gruppo B) 8.

Tra i sali minerali (1,6%) sono inclusi sia i macroelementi (calcio, fosforo, magnesio, sodio e potassio) che i micronutrienti (ferro, rame, zinco, manganese, silicio e selenio).

Tra i lipidi, sono presenti acido linoleico e gammalinoleico (GLA) nella quantità di circa lo 0,4%. I fosfolipidi ammontano invece all’1,5%, mentre i fitosteroli, in particolare il P-sitosterolo, sono presenti nella quantità dell’1,1%.

Un altro gruppo importante è costituito dai composti fenolici, che ammontano in media all’1,6%. Questo gruppo include flavonoidi, catechine e acidi fenolici.

Componenti Bioattivi

Quando si tratta di componenti con proprietà medicinali, il polline è ricco di polifenoli, acidi fenolici, carotenoidi e polisaccaridi, tra cui 5, 10:

Gli scienziati hanno identificato diversi regolatori della crescita, ormoni e antiossidanti nei campioni di polline d’api. Tuttavia, anche la presenza e la quantità di questi componenti variano e dipendono dai fattori sopra menzionati 19.

Biodisponibilità

La digeribilità dei nutrienti del polline è fortemente influenzata dalla presenza di un guscio pollinico, un involucro duro che può diminuire la biodisponibilità dei nutrienti del 50% e oltre.

Pertanto, al fine di aumentare la digeribilità e la funzionalità, i granuli di polline dovrebbero essere macinati e sciolti in acqua calda; in questo modo, l’accessibilità dei nutrienti aumenta fino al 60-80% 18.

Proprietà e Benefici

Limitazioni e avvertenze

Prima di parlare dei potenziali benefici del polline per la salute umana, occorre considerare che:

Colesterolo

Il polline d’api è ricco di flavonoidi e fitosteroli, che possiedono benefici potenziali per il cuore e la prevenzione delle malattie cardiovascolari 21.

In uno studio su 50 donne, un integratore contenente polline (polline di fiori + polline di fiori fermentato + pappa reale) ha ridotto il colesterolo totale e cattivo (LDL), aumentando l’HDL (colesterolo buono). Tuttavia, la mancanza di un gruppo di controllo riduce l’attendibilità di questo studio 22.

In una ricerca su persone con miopia causata da arterie ostruite, gli integratori di polline d’api hanno abbassato i livelli di colesterolo nel sangue, aumentando il loro campo visivo 23.

Nei pazienti che non hanno reagito al farmaco anti-sclerotico fenofibrato, il polline ha abbassato il livello di lipidi e colesterolo dal 20 al 30% e ha diminuito l’aggregazione delle piastrine del sangue del 30% 24, 25:

Nei topi con un aumentato rischio di malattie cardiache, il polline d’api è stato in grado di 26, 27:

Inoltre, il polline potrebbe contribuire a ridurre la capacità di aggregazione piastrinica, con un’ulteriore azione positiva in chiave antisclerotica 28.

Sintomi della Menopausa

Il polline può alleviare diversi disagi legati alla menopausa, comprese le vampate di calore.

In uno studio su 54 donne in menopausa, un prodotto a base di estratti fiorali di polline (Femal) assunto per tre mesi ha ridotto le vampate di calore nel 65% dei casi (rispetto al 38% del placebo).

Nelle donne che hanno risposto positivamente, sono state osservate riduzioni del 23% e del 22% nelle vampate di calore rispettivamente dopo 2 e 3 mesi di trattamento 29.

Le donne hanno anche indicato altri miglioramenti della salute, come un sonno migliore, una ridotta irritabilità, meno dolori articolari e un miglioramento dell’umore e dell’energia.

Un prodotto a base di polline d’api, pane d’api e pappa reale (Melbrosia) ha migliorato significativamente i sintomi della menopausa in due studi clinici. Tuttavia, uno studio non aveva il controllo del placebo e l’altro non ha rivelato il numero di partecipanti, il che limita l’attendibilità scientifica 22, 30.

Un altro studio è stato eseguito su 46 donne con cancro al seno in trattamento antiormonale con tamoxifene e inibitori / inattivatori dell’aromatasi. Il 71% delle donne ha ritenuto che i sintomi della menopausa migliorassero durante l’assunzione di polline d’api 31.

Sindrome Premestruale

Un prodotto a base di estratti fiorali di polline (Femal) viene utilizzato in Scandinavia come trattamento complementare per la sindrome premestruale.

Due studi su 130 donne hanno confermato il suo potenziale per ridurre i sintomi più lievi della sindrome premestruale, soprattutto i disturbi del sonno 32, 33.

Salute della Prostata

L’effetto benefico del polline nelle condizioni infiammatorie della prostata è noto da molto tempo.

In 100 pazienti con prostata ingrossata (iperplasia prostatica benigna), uno specifico prodotto a base di polline d’api (Cernilton) ha migliorato la disfunzione sessuale e la qualità della vita 34.

Una revisione di 10 studi clinici (4 RCT e 6 non randomizzati) ha indagato l’efficacia di diversi estratti di polline, compreso il polline d’api, nel ridurre l’infiammazione della prostata e il dolore pelvico. Circa l’84% dei pazienti ha risposto al trattamento con un miglioramento significativo della qualità della vita senza effetti collaterali 35. Tuttavia sono necessari studi con maggiore solidità scientifica.

Il polline potrebbe anche ridurre la necessità di biopsia prostatica nelle persone con antigene prostatico specifico (PSA) elevato. Tra 61 pazienti, un mese di trattamento con polline d’api ha ridotto il PSA nei soggetti con infiammazione del bacino ma non in quelli con cancro alla prostata 36.

Il polline somministrato insieme ad agenti chemioterapici potrebbe anche aumentarne l’effetto terapeutico 37, 38.

Il polline d’api del cisto (Cistus incanus L.) e del salice bianco (Salix alba L.) può avere proprietà antiestrogene, che contribuiscono a spiegare i potenziali effetti positivi nel trattamento dell’ipertrofia prostatica e dei disturbi della menopausa 39.

Allergie

Uno degli usi più comuni del polline d’api è la gestione delle allergie stagionali, come la febbre da fieno. Si ipotizza che l’ingestione di polline aiuterà il corpo a costruire resistenza a questi potenziali allergeni.

Sebbene pochissimi studi abbiano testato l’uso del polline d’api come rimedio per le allergie stagionali, alcune ricerche sugli animali indicano che il polline d’api può fornire effetti anti-allergici.

In studi sui topi, il polline d’api ha ridotto la risposta allergica, abbassato i livelli di IgE e protetto i polmoni. Ha anche prevenuto l’attivazione dei mastociti, che rappresenta l’evento cruciale delle reazioni allergiche 40, 41.

Tuttavia, le persone inclini alle allergie dovrebbero essere estremamente caute nell’assumere il polline d’api 42.

Sistema Immunitario

Studi in provetta e su animali suggeriscono che gli antiossidanti del polline d’api possono uccidere diversi batteri nocivi o arrestarne la crescita, come 43, 44, 45:

Nonostante i promettenti risultati di laboratorio, sono necessarie conferme cliniche 46, 47.

In un piccolo studio su 20 nuotatori professionisti, l’integrazione di 6 settimane con estratto di polline ha ridotto significativamente il numero di giorni di allenamento persi a causa di infezioni del tratto respiratorio superiore (4 giorni contro i 27 giorni del gruppo placebo) 48.

Per il benessere del tuo sistema immunitario: Vitamina C Suprema®. Con estratti di sambuco nero, echinacea, arancia e zenzero. Con zinco, magnesio, potassio e una formula multivitaminica con Vitamina D3 ad alta biodisponibilità.

Migliore Vitamina C Suprema

Vitamina C Suprema® | Multivitaminico per le Difese Immunitarie | Con 500 mg di Vitamina C naturale da Rosa canina e Vitamina C 100% europea
Sostiene le difese immunitarie | Con Echinacea, Sambuco, Zinco, Selenio, Vitamina D
Contro stanchezza e affaticamento | Con Vitamine del gruppo B, Magnesio, Potassio, Zenzero, Bioflavonoidi

Salute del Fegato

Studi su animali suggeriscono che il polline d’api può sostenere la funzionalità del fegato e proteggere questo organo dalle sostanze nocive.

In particolare, in diversi modelli animali il polline d’api ha fornito una solida protezione nei confronti del danno epatico da 49, 50, 51, 52, 53:

Questi risultati sembrano promettenti e richiedono ulteriori indagini sugli effetti epatoprotettivi del polline negli esseri umani.

Modo d’uso

La dose giornaliera di polline per un adulto varia normalmente da 20 a 40 g (3-5 cucchiaini da tè) 18.

Nei bambini si usano dosi inferiori, da 7,5 ai 15 grammi (1-2 cucchiaini da tè).

Come ricordato, è importante macinare o schiacciare i granuli di polline prima di consumarli, in modo da aumentare l’assorbimento dei nutrienti.

Specifici estratti di polline possono essere assunti in dosi molto più basse (150-300 mg/die), secondo quanto suggerito dal produttore. Alcuni integratori, ad esempio, vengono sottoposti a fermentazione, macinazione a umido o a una pre-digestione enzimatica per aumentarne la biodisponibilità 54, 63.

Effetti Collaterali

Negli studi clinici, i prodotti a base di polline d’api non hanno causato effetti collaterali degni di nota.

I potenziali pericoli derivano da prodotti contaminati, che possono contenere sostanze illegali, muffe, batteri, pesticidi e altre tossine 55, 56, 57.

A causa della mancanza di dati sulla sicurezza e del rischio di contaminazione, per prudenza, le donne in gravidanza o che allattano non dovrebbero assumere polline (salvo diversa indicazione medica).

Un case-report paventa la possibilità che il polline d’api possa aumentare il rischio di sanguinamento nei pazienti che assumono fluidificanti del sangue come il warfarin 58.

Allergie al Polline

Alcune persone assumono il polline d’api per alleviare le allergie stagionali; tuttavia, in alcuni individui questo integratore può scatenare pericolose reazioni allergiche.

Anche se l’assunzione orale è meglio tollerata rispetto all’esposizione respiratoria, è quindi necessaria cautela nelle persone con allergie ai pollini o alla puntura d’ape 59, 60, 61.

Secondo la letteratura, l’allergia alimentare correlata ai pollini è accompagnata dal rapido sviluppo di sintomi di allergia orale, con risoluzione spontanea entro 10-30 minuti 62.

La stragrande maggioranza delle persone potenzialmente allergiche tollera il polline dopo il riscaldamento mediante bollitura o cottura al forno 62.

Un consiglio per la tua Bellezza

Integratore Collagene Antirughe

X115®+PLUS2Integratore Antirughe| Doppia Formula Day & Night | Con Collagene (5g), Acido Ialuronico, Astaxantina, Coenzima Q10, Acido Lipoico, Resveratrolo, ed Estratti Vegetali Biostimolanti e Antiossidanti (Melograno, Cacao, Olivo, Centella, Echinacea).

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH
Un Aiuto per le Tue Difese Immunitarie?
Scopri Vitamina C Suprema ®
X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Scopri il Nuovo Siero X115®ACE
Provalo Gratis - Vitamine Pure | A | C | E
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come