Polifenoli per una Pelle più Giovane – Proprietà Antiage 23 Feb 2018 | In X115

Caratteristiche chimico-biologiche

I polifenoli sono una classa eterogenea di molecole presenti comunemente nei prodotti di origine vegetale come frutta, verdure, frutta secca, erba, cacao e tè. Nonostante non sia ancora del tutto caratterizzata la loro presenza negli alimenti, al momento è possibile indicare come polifenoli una classe costituita da oltre 500 molecole, caratterizzata da una struttura comune rappresentata dalla presenza dei gruppi ossidrili fenolici. Per semplicità queste molecole vengono classificate, in base alla struttura, in quattro classi principali :

La natura offre quindi un importantissima fonte di elementi dotati di attività neuroprotettiva, cardioprotettiva ed antiossidante con un enorme vantaggio rappresentato dalla complessità biologica delle interazioni tra i singoli principi attivi, che si osserva unicamente nei prodotti vegetali nella loro interezza e che risulta particolarmente complessa da riprodurre in laboratorio.

Polifenoli, campi da studiare

Nonostante esistano attualmente in letteratura centinaia di studi riguardanti l’efficacia dei polifenoli nei vari ambiti della medicina umana, rimane ancora un grande vuoto nella comprensione attenta dell’utilità di questi elementi in ambito clinico. Tale lacuna è determinata dalla enorme eterogeneità dei polifenoli, che rende particolarmente arduo lo studio della biodisponibilità, dei meccanismi d’azione e dei principi farmacocinetici di base di questi composti. I suddetti limiti inevitabilmente aumentano il gap tra le interessantissime osservazioni sperimentali  condotte su modelli in vitro o animali e l’applicazione clinica. Per questo motivo molti gruppi di ricerca sono oggi impegnati nella caratterizzazione molecolare delle cinetiche di assorbimento e delle proprietà farmacodinamiche dei principali polifenoli, affinchè possa divenire chiaro e riproducibile il metabolismo degli stessi, consentendone così un applicazione in ambito clinico sicura ed efficace.

I polifenoli nella medicina antiaging

L’invecchiamento è un processo molto complesso, caratterizzato da una serie di eventi successivi che minano la normale attività di organi, tessuti ed apparati. La particolarità di questo processo è l’interessamento a 360 gradi dell’intero organismo con variazioni funzionali e strutturali che partono da molecole microscopiche come proteine, acidi nucleici e lipidi e che si propagano esponenzialmente all’intera cellula, al tessuto, all’organo, all’apparato ed infine all’organismo umano nella sua interezza. Per questo motivo diventa importante comprendere i meccanismi molecolari presenti alla base di questi fenomeni e porre in atto gli opportuni rimedi. Tra i meccanismi attualmente più accreditati vi sono :

I polifenoli si sono dimostrati in questo ambito particolarmente efficaci nel controllare i fattori di rischio associati all’invecchiamento, agendo prevalentemente sui fenomeni di base come il danno indotto dalle specie reattive dell’ossigeno, lo stato infiammatorio di base che si accompagna all’immunosenescenza e l’accumulo di tossine con il conseguente deterioramento della funzionalità cellulare.

Attività neuroprotettiva dei polifenoli

Di rilevante importanza nella prevenzione della senescenza e delle sue complicanze, è la salvaguardia della funzionalità nervosa. In questo ambito i polifenoli, da un lato grazie alla capacità di chelare gli ioni metallici, dall’altro attraverso la capacità di neutralizzare le specie reattive dell’ossigeno, si sono rilevati efficaci, soprattutto in modelli sperimentali,  nel ritardare il danno neurologico presente ad esempio in patologie neurodegenerative croniche come l’Alzheimer ed il Parkinson. Tuttavia oltre all’azione scavenger, i polifenoli sembrerebbero attivare specifiche proteine, come ad esempio SIRT1 ossia le sirtuine, coinvolte nella protezione cellulare e nella longevità, evidenziando così un ruolo modulatore particolarmente complesso.

Attività cardioprotettiva dei polifenoli

Capitolo sicuramente importante nella medicina antiaging è rappresentato dal mantenimento della corretta funzionalità cardiovascolare. I polifenoli sembrano intervenire accuratamente in questo settore da un lato regolando l’espressione di geni come NF KB, normalmente coinvolti nei processi infiammatori e quindi nella genesi delle patologie cardiovascolari, dall’altro invece mediando la sintesi di ossido nitrico, potente vasodilatatore, efficace nel salvaguardare la corretta funzionalità vascolare e cardiaca. Tale attività si tradurrebbe nel mantenimento anche della corretta ossigenazione tessutale, e quindi nella salvaguardia della funzionalità di differenti organi e tessuti.

Attività fotoprotettiva e cosmetologica dei polifenoli

L’imponente attività antiossidante di questi composti ha inevitabile esteso le potenziali applicazioni d’uso dei polifenoli dalla medicina antiaging alla cosmetologia. Sono diversi gli studi presenti in letteratura nei quali questo gruppo eterogeneo di molecole si è rivelato utile nel :

Queste caratteristiche biologiche hanno consentito così ai polifenoli di entrare a pieno titolo tra le molecole anti-aging, tanto da rientrare nella formulazione sia di integratori per os che di prodotti per uso topico.

Bibliografia

Il Gesto d'Amore
Più Prezioso
Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è un trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi: