Vitamina C e Raffreddore | Funziona? Dosi, Efficacia 23 Ott 2020 | In X115

Generalità

Negli anni ’70, il premio Nobel (per la chimica e la pace) Linus Pauling suggerì che la vitamina C potesse trattare e/o prevenire con successo il raffreddore comune 1.

I risultati di successivi studi controllati sono stati incoerenti, con conseguente confusione e controversie, ma l’interesse pubblico in materia rimane elevato.

Il dibattito si è recentemente rinnovato in seguito ai tristi eventi legati al SARS-CoV-2, con alcuni Esperti o presunti tali che si sono spinti a suggerirne l’uso in chiave preventiva.

È opinione diffusa da parte del pubblico che la vitamina C rinforzi la funzione del sistema immunitario e possa di conseguenza proteggere dalle infezioni virali e forse da altre malattie. Mentre alcuni studi suggeriscono la plausibilità biologica di queste ipotesi, le ricerche sull’uomo sono contrastanti.

Cos’è

La vitamina C è una vitamina idrosolubile essenziale per la buona salute dell’organismo.

Gli umani, a differenza della maggior parte degli animali, non sono in grado di sintetizzare la vitamina C, quindi è necessario assumerla con la dieta in quantità adeguate.

Nel corpo, la vitamina C agisce come antiossidante, aiutando a proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi.

La vitamina C è anche un cofattore in numerose reazioni enzimatiche coinvolte nella produzione di collagene, L-carnitina e diversi neurotrasmettitori, e nella regolazione dell’espressione genica.

Non da meno, la vitamina C è una parte vitale del sistema immunitario.

Per molti rappresenta un rimedio infallibile per prevenire il raffreddore e l’influenza, al punto da rientrare nella formulazione di comuni farmaci da banco contro i sintomi dell’influenza.

Tuttavia, nonostante alcune conferme scientifiche, complessivamente la ricerca fatica a dimostrare l’utilità della vitamina C nella cura del raffreddore.

Al contrario, le persone che assumono regolarmente integratori di vitamina C potrebbero avere raffreddori leggermente più corti o sintomi leggermente più lievi quando hanno il raffreddore.

In generale, secondo la maggior parte dei medici, non vi è motivo di ritenere che – in persone sane che seguono una dieta equilibrata – l’integrazione di Vitamina C possa potenziare il sistema immunitario oltre il normale stato di salute.

Vitamina C e Sistema Immunitario

La vitamina C è altamente concentrata nelle cellule immunitarie e si esaurisce rapidamente durante un’infezione 2.

In effetti, una carenza di vitamina C indebolisce significativamente il sistema immunitario e aumenta il rischio di infezioni 3.

Per questo motivo, assumere abbastanza vitamina C durante un’infezione come il raffreddore è una buona idea.

È comunque abbastanza facile soddisfare i bisogni quotidiani di vitamina C attraverso la dieta, a condizione che questa includa una varietà di frutta e verdure fresche.

Ad esempio, una sola arancia di medie dimensioni copre il 77% del fabbisogno quotidiano e 150 grammi di broccoli cotti lo coprono abbondantemente.

Chiunque sia carente di vitamina C può trarre beneficio dall’assunzione di un integratore, poiché la carenza di vitamina C è collegata a un aumentato rischio di infezioni 4, 5, 6. Tuttavia, sarebbe preferibile sopperire alla carenza attraverso una dieta sana ed equilibrata.

Come Agisce?

La vitamina C influisce sulla salute immunitaria in diversi modi.

Le cellule immunitarie generano specie reattive dell’ossigeno per uccidere gli organismi invasori e la vitamina C può proteggere le cellule immunitarie e vicine dai danni di queste sostanze.

La sua attività antiossidante può anche ridurre l’infiammazione, aiutando a migliorare la funzione immunitaria 7.

Secondo studi in vitro, la vitamina C aumenta l’attività dei fagociti, cellule immunitarie che possono “mangiare e digerire” batteri nocivi e altre particelle.

Inoltre, promuove la crescita e la diffusione dei linfociti, cellule immunitarie che aumentano gli anticorpi circolanti 3.

Le infezioni virali attivano le cellule immunitarie e causano stress ossidativo, riducendo i livelli di vitamina C. Un aumento dell’assunzione in tali condizioni può garantire la protezione antiossidante, supportare la risposta immunitaria e sopprimere la replicazione virale 8, 9, 10, 11.

Funziona Contro il Raffreddore?

A causa della sua funzione antiossidante e del suo ruolo nella funzione immunitaria, la vitamina C è stata promossa come mezzo per aiutare a prevenire e/o trattare numerose condizioni di salute.

Molte infezioni, in effetti, portano a livelli ridotti di vitamina C 8.

Uno studio osservazionale, ad esempio, ha scoperto che il 75% dei pazienti in condizioni critiche aveva livelli plasmatici di vitamina C che erano anormalmente bassi, risultanti da un aumento del metabolismo da una risposta infiammatoria iperattiva 20.

Se la vitamina C possa effettivamente prevenire o ridurre la gravità delle infezioni, incluso il raffreddore comune, rimane tuttavia un argomento controverso.

Intorno al 1970, Linus Pauling ha reso popolare la teoria secondo cui megadosi di vitamina C aiutano a curare il raffreddore.

Nel suo libro Pauling arriva a consigliarne fino a 18.000 mg al giorno, quando l’assunzione giornaliera raccomdandata per gli adulti è di circa 75-90 mg.

Nei decenni successivi, numerosi studi controllati randomizzati hanno esaminato gli effetti della vitamina C sul raffreddore comune.

Revisione Cochrane

Lo studio ritenuto più significativo in merito è una revisione Cochrane, che analizzando numerosi studi ha concluso che l’integrazione con 200 mg o più di vitamina C al giorno non riduce il rischio di raffreddore negli adulti sani 12.

Tuttavia, è necessario precisare qualche dettaglio in più.

Questa metanalisi ha infatti raccolto i dati di 43 studi sulla vitamina C e ha raggiunto le seguenti conclusioni sull’integrazione preventiva (da 0,25 a 2 g/giorno):

L’integrazione terapeutica (una volta iniziati i sintomi) non ha invece influito in modo significativo sulla durata o sulla gravità del raffreddore.

Stando a un importante revisione scientifica, la vitamina C non ha efficacia certa nel prevenire il raffreddore negli adulti sani, ma può aiutare a superare un raffreddore più velocemente e a rendere i sintomi meno gravi. Inoltre è molto efficace nel ridurre il rischio di raffreddore negli individui fortemente stressati.

Altri Studi Significativi

La vitamina C ha ridotto la durata e la gravità del raffreddore comune in alcuni studi 13, 14.

Ad esempio, in una sperimentazione clinica su 715 studenti, megadosi di vitamina C (prevenzione 3g/giorno, trattamento 6 g/giorno) hanno ridotto i sintomi del raffreddore e dell’influenza dell’85% 13.

La vitamina C ha anche ridotto l’incidenza dei raffreddori nei momenti di stress fisico estremo 15, 16.

La vitamina C ha ridotto la durata e la gravità delle infezioni respiratorie nei nuotatori maschi, ma non nelle donne. Non è stata in grado di prevenire le infezioni in entrambi i gruppi 17.

Uno studio su oltre 1.500 donne ha associato un’elevata assunzione di vitamina C con una ridotta incidenza di infezioni del tratto respiratorio superiore 18.

Una meta-analisi del 2018 di 9 studi randomizzati controllati con placebo sostiene che la vitamina C assunta all’inizio del raffreddore in dosi di 3-4g al giorno in aggiunta all’integrazione di routine, riduce leggermente i sintomi e la durata del raffreddore 21.

Una meta-analisi del 2019 che includeva 3.135 bambini ha scoperto che la vitamina C non ha prevenuto le infezioni del tratto respiratorio superiore ma ne ha ridotto la durata 19.

Carenze metodologiche e caratteristiche altamente variabili delle popolazioni studiate impediscono confronti e conclusioni definitive sui dati disponibili.

Fattori importanti da considerare quando si indagano i benefici della vitamina C per prevenire il raffreddore e altre infezioni includono:

Benefici per Popolazioni Speciali

La vitamina C sembra avere effetti più forti nelle persone che sono sottoposte a intenso stress fisico, come corridori di maratona, sciatori e soldati.

Per queste persone, gli integratori di vitamina C sembrano ridurre della metà il rischio di raffreddore 12.

Effetti Collaterali

I rischi di effetti collaterali e interazioni farmacologiche aumentano in caso di assunzione di megadosi di Vitamina C (>1 grammo al giorno).

Dosi elevate di vitamina C possono ad esempio causare diarrea.

L’assunzione di integratori di vitamina C potrebbe essere controindicata nei soggetti con emocromatosi (malattia da eccesso di ferro), considerata la capacità dell’acido ascorbico di aumentare l’assorbimento intestinale del minerale.

Il Gesto d'Amore
Più Prezioso
Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è un trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Scopri il Nuovo Siero X115®ACE
Provalo Gratis - Vitamine Pure | A | C | E
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come