Resveratrolo negli Alimenti | Cibi Ricchi di Resveratrolo 23 Feb 2018 | In X115

Generalità

Vino: la Medicina Antiossidante del Futuro?

Del resveratrolo molti ne parlano come una perfetta medicina antiossidante presente nel vino rosso: effettivamente, trattandosi di una sostanza che si concentra nelle bucce dell’uva rossa, il vino ne rappresenta una delle fonti principali 1, 2.

Oltre che nell’uva, il resveratrolo si ritrova in altri alimenti, quali:

Attenzione

Va ricordato che la presenza di resveratrolo nel vino rosso non dev’essere considerata un espediente per esagerare con l’alcol.

Ruolo Biologico

Il resveratrolo è un piccolo polifenolo prodotto in natura da alcune piante come meccanismo di difesa da insulti esterni sostenuti, ad esempio, da parassiti e dai raggi UV.

A partire da questa evidenza, il resveratrolo è diventato presto oggetto di numerosi studi scientifici, volti ad indagare sulle sue potenzialità antiossidanti, protettive e antinfiammatorie nell’uomo.

Tra Ricerca e Tradizione

Il fascino delle potenzialità terapeutiche associate al resveratrolo viene spesso abilmente sfruttato per la produzione di prodotti cosmetici e nutraceutici, pubblicizzati come "miracolosi".

Va comunque ricordato che simili affermazioni derivano da evidenze cliniche basate esclusivamente su studi eseguiti su topi, animali da laboratorio e colture cellulari: purtroppo, non sono stati eseguiti studi clinici sufficienti a conferma di queste potenzialità nell’uomo 3.

Ricorda che…

I benefici del resveratrolo non sono ancora del tutto dimostrati, dunque non dovrebbero essere sfruttati per curare o prevenire alcuna malattia.

Ad ogni modo, in attesa di ulteriori conferme, va detto che il resveratrolo non sembra suscitare reazioni avverse degne di nota; inoltre, molte fonti naturali che lo contengono sono comunque ottimi alimenti dal punto di vista nutrizionale.

Benefici

Proprietà Principali

La popolarità del resveratrolo è associata principalmente alle sue proprietà antiossidanti.

Tuttavia, il ruolo del resveratrolo potrebbe essere più prestigioso anche grazie ad altre possibili proprietà, per la maggior parte osservate in vitro o negli animali:

Resveratrolo: Ruolo contro le Malattie Cardiovascolari

Le proprietà antiossidanti associate alla sostanza hanno permesso al resveratrolo di ricoprire un possibile ruolo rilevante nell’ambito della prevenzione contro malattie cardiovascolari, quali in particolare:

Secondo altre fonti, il resveratrolo può giocare un ruolo importante anche per favorire la perdita di peso, concorrere alla prevenzione contro il morbo di Alzheimer e proteggere le cellule cerebrali dai danni legate all’invecchiamento 3, 7.

Resveratrolo: Ruolo Anti-Age

A livello della pelle, l’azione antiossidante del resveratrolo può essere sfruttata per prevenire i danni cellulari indotti dai radicali liberi prodotti dal sole e dall’inquinamento 3.

Sembra che il resveratrolo applicato direttamente sulla cute possa aiutare a rallentare il cosiddetto photoaging, ovvero l’invecchiamento della pelle strettamente correlato al grado di esposizione alle radiazioni UV generate dal sole.

Inoltre, le possibili capacità antinfiammatorie possono essere sfruttate per alleggerire segni e sintomi generati dall’acne.

In cosmesi, il resveratrolo viene utilizzato per far fronte ai segni estetici dell’invecchiamento cutaneo, quali:

Integratore Collagene AntirugheX115®+PLUS – Integratore Antirughe con Resveratrolo

Uva, Vino e Resveratrolo

Vino Rosso

Nell’immaginario comune, il vino rosso è classicamente inteso come principale fonte di questo antiossidante. Effettivamente, il vino rappresenta una tra le fonti primarie di resveratrolo, il cui consumo deve tuttavia essere ponderato a causa della gradazione alcolica della bevanda.

Le concentrazioni di resveratrolo nei vini possono variare sensibilmente in base a più elementi, quali in particolare:

In generale, le uve nere sono più ricche di resveratrolo rispetto alle uve bianche.

Infatti 8:

Il Paradosso Francese

Il possibile ruolo cardioprotettivo associato al vino rosso fu analizzato in uno studio passato nella storia come "paradosso francese", in cui si indagava sulla potenziale funzione cardioprotettiva del vino rosso.

In questo studio si è analizzata l’incidenza della mortalità per malattie cardiovascolari nel mondo: si è osservato che in Francia la mortalità era relativamente bassa nonostante l’elevato consumo di alimenti ricchi in acidi grassi saturi.

La possibile spiegazione venne attribuita all’abitudine della popolazione di assumere vino rosso: da allora, il vino venne pubblicizzato anche come possibile bevanda antiossidante.

Sinergia Antiossidante

Le concentrazioni di resveratrolo nel vino rosso, evidentemente, risultano sensibilmente inferiori rispetto quelle analizzate nei vari studi per fini clinici.

Tuttavia, occorre sempre considerare la complessità biologica di un alimento: mentre negli studi viene valutato l’utilizzo del resveratrolo come tale, nell’alimento intero (es. vino rosso) il resveratrolo si affianca a un’altra serie di antiossidanti, come ad esempio i polifenoli.

Questa complessità biologica, difficilmente riproducibile in laboratorio, dona all’alimento una completezza unica e un’attività biologica decisamente più potente ed eterogenea rispetto a quella osservabile con l’utilizzo del singolo elemento.

Succo d’Uva Rossa

Il succo d’uva rossa contiene resveratrolo in dosi medie pari a 0,5 mg/litro: nonostante la dose di resveratrolo sia mediamente inferiore rispetto a quella che si ritrova nel vino, il succo d’uva sarebbe comunque preferibile, non essendo una bevanda alcolica 9.

Secondo alcune fonti, un litro di succo d’uva può contenere fino a 8,69 mg di resveratrolo 8.

Uva Fresca

L’uva è un ottimo alimento, non solo perché contiene un’elevata dose di resveratrolo, ma anche perché, non subendo trattamenti di pastorizzazione o fermentazione, è ricchissima di vitamina C, che concorre a rafforzare l’azione antiossidante, già in parte fornita dal resveratrolo 9.

Una tazza di uva rossa (160 g circa) può fornire 0,24-1,25 mg di resveratrolo.

Altri Alimenti Ricchi di Resveratrolo

Il resveratrolo si ritrova in natura in vari alimenti, non solo nell’uva.

Arachidi

Un legume che cresce sottoterra – come le arachidi – è difficilmente riconosciuto come un "superfood", ovvero un alimento dotato di caratteristiche nutrizionali eccellenti e potenzialmente valide per la salute.

Tuttavia, le arachidi vengono considerate tali, principalmente per la presenza di resveratrolo, grazie al quale viene loro riconosciuto un valore antiossidante.

In generale, sembra che le arachidi contengano una quantità di resveratrolo paragonabile a quella contenuta nella maggior parte dei vini rossi, in egual peso 10, 11.

Il quantitativo di resveratrolo presente nelle arachidi tostate è inferiore rispetto a quello presente nelle arachidi crude e bollite.

Dosaggio 9

Pistacchi, Noci, Mandorle

Le arachidi non sono l’unico tipo di frutta secca a contenere resveratrolo.

Infatti, anche mandorle, noci e – soprattutto – pistacchi ne sono ricchi: questi ultimi, ad esempio, apportano 0,11 mg di resveratrolo ogni 100 g 12.

Lo sapevi che…

I pistacchi sono ricchi anche di quercetina, altro noto antiossidante appartenente alla categoria dei flavonoidi.

Cacao Amaro

Il cacao amaro in polvere, così come le fave crude di cacao sono fonte di resveratrolo: il quantitativo medio stimato si aggira intorno a 0,185 mg/100 g.

Anche il cioccolato fondente rappresenta una fonte di resveratrolo; tuttavia, la presenza di zucchero fa diminuire in proporzione la sua quantità stimata (0,035 mg/100 g) 12 .

Frutti Rossi

Frutti rossi come fragole, mirtilli neri, mirtilli rossi e ribes possono essere sfruttati come fonte di resveratrolo:

Gelsi Freschi

I gelsi freschi apportano un quantitativo straordinario di resveratrolo, ponendosi come una delle fonti più ricche in assoluto con i suoi 5 mg di resveratrolo ogni 100 g.

Per ottenere la stessa quantità di resveratrolo fornita da 100 g di gelsi freschi, si dovrebbe bere un’intera bottiglia di Pinot Nero! 18

Il problema dei gelsi freschi è che hanno una scarsa reperibilità; tuttavia, si possono acquistare in forma disidratata, in cui il quantitativo di resveratrolo potrebbe essere tendenzialmente superiore, poiché lo si trova in dose concentrata.

Sicurezza

Molecola Sicura

Studi clinici suggeriscono che il resveratrolo sia una molecola sicura 19 soprattutto quando assunta nelle quantità presenti negli alimenti, o fino a 1,5 g al giorno 20.

Ad ogni modo, non sono stati eseguiti studi a lungo termine sull’uomo 21.

Biodisponibilità

Il problema della Biodisponibilità

Uno dei problemi a cui far fronte riguardo il resveratrolo è la sua biodisponibilità, dopo la sua assunzione: nonostante venga assorbito efficacemente dall’intestino, il successivo passaggio attraverso il fegato ne ridurrebbe sensibilmente la disponibilità, abbassando così vistosamente le concentrazioni utili alle cellule.

Sembra, precisamente, che questo sia uno dei motivi per i quali i risultati ottenuti dagli animali e in vitro non possono essere applicati nell’uomo 21.

Attenzione

Gli integratori di resveratrolo non sono stati approvati dalla FDA per uso medico a causa di una mancanza di riscontri clinici.

Ipotesi Incoraggianti

Tuttavia, va detto l’assunzione continua di basse quantità di resveratrolo potrebbe risultare efficace e promettente nella prevenzione di differenti patologie per almeno due motivi:

Dosaggio

Integratori di Resveratrolo

Nei casi in cui non sia possibile assumere resveratrolo tramite gli alimenti – o quando l’apporto è insufficiente – per incrementarne il quantitativo è possibile ricorrere a un’integrazione per bocca, tramite:

La maggior parte degli integratori di resveratrolo ne contiene una dose variabile da 50 a 500 mg, anche se alcuni prodotti ne garantiscono ben 1200 mg/dose.

Attenzione

Molto spesso, il resveratrolo viene associato ad altri antiossidanti per rafforzarne l’azione e potenziare l’effetto antiossidante.

Ad esempio, il resveratrolo può essere formulato con vitamine antiossidanti (in particolare, vitamina A, C ed E), estratto di centella, acido ellagico estratto dal melograno, astaxantina, Coenzima Q10.

Integratore Collagene Antirughe

X115®+PLUS – Integratore Antirughe a base di Collagene e Acido Ialuronico – con Resveratrolo, Acido Lipoico, Astaxantina, Coenzima Q10, Estratti di Melograno, Olivo, Cacao, Centella ed Echinacea

Applicazione Topica di Resveratrolo

Per riscontrare benefici rapidi a livello cutaneo, dunque per un effetto antiage, il resveratrolo può essere applicato sulla pelle tramite creme, maschere viso o sieri viso.

Applicato sulla pelle per un massimo di 30 giorni, il resveratrolo è possibilmente sicuro.

Conclusione

Nonostante non ci siano dimostrazioni certe e indiscutibili riguardo l’efficacia antiossidante del resveratrolo, è pur vero che non sono stati riscontrati effetti negativi degni di nota derivati dalla sua integrazione; pertanto, la sua assunzione tramite alimenti e/o supplementazione orale potrebbe comunque apportare benefici e concorrere ad aumentare la quota di antiossidanti all’interno dell’organismo.

Per potenziarne l’efficacia, si consiglia comunque di associare integratori o cosmetici a base di resveratrolo con altri prodotti potenziati con antiossidanti differenti.

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH
X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Scopri il Nuovo Siero X115®ACE
Provalo Gratis - Vitamine Pure | A | C | E
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come