Litio | Proprietà, Alimenti | Uso come Farmaco e Integratore 28 Gen 2021 | In X115

Che Cos’è

Il litio è un elemento chimico, un metallo alcalino che a piccolissime dosi potrebbe essere importante per una buona salute dell’organismo 1.

Sottoforma di litio carbonato viene usato come farmaco nel trattamento del disturbo bipolare, della depressione e di alcune forme di cefalea.

Il litio è infatti considerato un "equilibratore dell’umore": non ha un’azione sedativa, né euforizzante, ma stabilizza l’umore.

In questo modo, aiuta a ridurre il numero di episodi maniacali e pensieri suicidi nelle persone con particolari disturbi dell’umore, come il disturbo bipolare.

A dosi decine di volte inferiori a quelle usate nei farmaci, l’integrazione di litio o una sua maggiore assunzione con la dieta potrebbero rendere le persone più amichevoli e pacifiche. Tuttavia, non vi sono abbastanza prove scientifiche per sostenere questa ipotesi.

A Cosa Serve

Si sta ancora dibattendo sul fatto che il litio possa essere considerato o meno un oligoelemento, poiché non è certa l’essenzialità di questo minerale per l’organismo umano 2, 1.

Le persone ottengono piccolissime quantità di litio dal cibo e dall’acqua.

All’interno del corpo, il litio sembra importante per il corretto funzionamento di molti enzimi, ormoni, vitamine e fattori di crescita. Inoltre, sembra supportare il sistema immunitario e nervoso 3.

Riguardo agli effetti terapeutici, gli studi suggeriscono che il litio altera il metabolismo dei neurotrasmettitori, in particolare dopamina, norepinefrina e serotonina 4. Inoltre, può attivare la neurogenesi e aumentare il volume della materia grigia 4.

Il litio potrebbe quindi essere necessario per il normale metabolismo e la comunicazione delle cellule nervose.

Litio negli Alimenti

Alimenti Ricchi di Litio

Le principali fonti di litio nella dieta sono i cereali, le patate, i pomodori, i cavoli e alcune acque minerali.

Il litio può anche essere trovato in alcune spezie come noce moscata, semi di coriandolo e cumino 5.

I cereali e le verdure possono coprire dal 66 a oltre il 90% dell’apporto giornaliero di litio. Il resto proviene dal cibo di origine animale e dall’acqua potabile 6, 7, 8

Anche alcuni tipi di tè possono rappresentare una buona fonte di litio.

Contenuto medio di litio (μg/g di peso secco) in diversi alimenti 9
Cereali4,4
Pesce3,1
Funghi0,19
Verdure2,3
Carne0,012
Latticini0,5
Noccioline8,8

Come per la maggior parte dei minerali, l’apporto di litio con gli alimenti può variare sensibilmente, a seconda della sua disponibilità nel terreno e nei prodotti alimentari che da essi derivano (come i vegetali e le carni degli animali che se ne nutrono) 10, 11.

In Europa, l’assunzione di litio è probabilmente bassa.

Secondo alcune indagini, l’apporto medio quotidiano di litio in un gruppo di studenti polacchi ammontava a soli 10,7 μg 12, mentre tra gli adulti del Belgio è stato stimato un livello medio di assunzione di 8,6 μg al giorno 13.

Quanto ne Serve?

Sebbene il litio non sia unanimemente considerato un micronutriente, alcuni Autori lo considerano tale.

Pertanto, hanno provato a stabilire delle assunzioni provvisorie raccomandate, che sono state fissate a 1000 μg al giorno per un adulto di 70 kg (14,3 μg/kg di peso corporeo) 9.

Poiché il litio non è considerato ufficialmente un micronutriente, queste raccomandazioni sono solo provvisorie e non possono essere formalmente utilizzate nella pratica dietetica.

Uso come Farmaco

Il litio è stato il primo stabilizzatore dell’umore (normotimico) ed è ancora l’opzione di trattamento di prima linea, anche se sottoutilizzato perché considerato un farmaco "vecchio" (e probabilmente poco interessante dal punto di vista commerciale) 1.

Il litio viene utilizzato soprattutto nel trattamento della mania acuta e degli episodi maniacali, in particolare nell’ambito del disturbo bipolare.

I principali sintomi bersaglio del litio sono la mania e l’umore instabile 14. In tal senso, sembra particolarmente efficace nel ridurre il comportamento suicidario.

In confronto, risulta molto più efficace della maggior parte dei farmaci antidepressivi e antipsicotici, riuscendo a ridurre dell’80% il rischio di suicidi tentati e completati 15, 16, 17.

Il litio può essere anche prescritto nel trattamento del disturbo depressivo maggiore, come terapia aggiuntiva, del disturbo bipolare senza una storia di mania, del mal di testa vascolare (cefalea a grappolo) e della neutropenia. Questi, tuttavia, sono perlopiù usi off-label nei soggetti che non rispondo alla terapia standard, il che significa che non sono approvati dalla FDA 4.

Sono tipicamente necessarie da 1 a 3 settimane affinché il litio mostri gli effetti e la remissione dei sintomi.

Le dosi terapeutiche di litio sono generalmente di 600-1200 mg di Li2CO3 (litio carbonato) al giorno (contenenti 113-226 mg di litio elementare).

Alcuni pazienti vengono trattati con dosi superiori ai 1.200 mg al giorno, specialmente durante gli episodi acuti.

Litio come Integratore

Studi Osservazionali

Se un effetto normotimico potesse essere raggiunto anche a dosi inferiori, rispetto a quelle farmacologiche, aumentare l’apporto di litio tramite la dieta o gli integratori potrebbe offrire diversi benefici.

In effetti, alcuni scienziati hanno trovato un collegamento tra la carenza geografica di litio ed effetti negativi sulla funzione cognitiva e sul comportamento 10, 11, 18, 19, 20.

Ad esempio, indagini svolte nel Texas hanno osservato che nelle zone con poco o nessun litio nell’acqua potabile si registravano:

Anche gli studi provenienti dal Giappone hanno ottenuto risultati simili; in particolare, il basso contenuto di litio nell’acqua potabile è stato collegato a:

Uno studio condotto in Grecia ha trovato risultati analoghi. Le aree con bassi livelli di litio nell’acqua potabile hanno avuto più alti tassi di omicidi, stupri e abuso di droga 25.

La carenza di litio è stata anche collegata al suicidio in altri paesi, tra cui Italia, Grecia e Austria 26, 27, 28.

Un vasto studio condotto in Danimarca ha confrontato campioni di acqua potabile servita a oltre 800.000 persone. Hanno scoperto che coloro che bevevano acqua con livelli più bassi di litio avevano tassi più elevati di demenza 20. Tuttavia, un altro studio danese non ha trovato legami con l’incidenza del disturbo bipolare 29.

Per il tuo benessere: Vitamina C Suprema®. Formula multivitaminica-multiminerale con estratti naturali di arancia, zenzero ed echinacea; con potassio e magnesio, zinco, selenio e un complesso multivitaminico a elevata biodisponibilità.

Migliore Vitamina C Suprema

Vitamina C Suprema® | Multivitaminico – Multiminerale | Con 500 mg di Vitamina C naturale da Rosa canina e Vitamina C 100% europea
Contro stanchezza e affaticamento | Con Magnesio, Potassio, Zenzero, Bioflavonoidi, Vitamine del gruppo B
Sostiene le difese immunitarie | Con Echinacea, Sambuco, Zinco, Selenio, Vitamina D

Studi Clinici

Sulla scia di questi dati osservazionali e del consolidato uso terapeutico del litio, è stato proposto l’utilizzo di integratori di litio, come l’aspartato di litio e l’orotato di litio, a basso dosaggio (intorno ai 5mg di litio elementare al giorno, contro i 113-226 mg usati in terapia) 9.

Alcuni Autori hanno addirittura suggerito l’aggiunta del litio ai preparati vitaminici per adolescenti e adulti 8.

Tuttavia, l’efficacia clinica e la sicurezza di questi preparati non sono state adeguatamente studiate.

L’orotato di litio contiene circa 3,8 mg di litio effettivo o elementare per dose da 100 mg, mentre il carbonato di litio contiene circa 19 mg di litio per 100 mg 30.

Studi limitati suggeriscono che piccole dosi di litio possono offrire alcuni benefici per la salute. Ad esempio un vecchio studio ha mostrato un effetto normotomico con l’integrazione di litio alla dose di 0,4 mg 31.

In generale, gli studi disponibili sono prove su piccola scala, di bassa qualità e con dosaggi di litio piuttosto eterogenei. Ciò rende i loro risultati inaffidabili e difficili da interpretare 3.

Sono quindi assolutamente necessarie ulteriori e più ampie ricerche.

Avvertenze

Si consiglia cautela nell’uso di integratori alimentari a base di litio; è importante che il consumatore conosca e segua le informazioni fornite dal produttore, dal farmacista e dal medico curante.

La letteratura ha già riportato un caso di lieve intossicazione con nausea e vomito gravi a seguito di un sovradosaggio intenzionale di un integratore alimentare contenente litio; il soggetto ne aveva assunto 18 compresse da 120mg di litio orotato, per una dose totale di 83 mg di litio elementare 30.

Effetti Collaterali

L’assunzione di dosi farmacologiche di litio può causare una lunga lista di effetti collaterali negativi.

A dosi elevate, il litio può ridurre la funzione renale, potendo potenzialmente portare a insufficienza renale 32.

Il litio può anche causare danni alla tiroide e alle ghiandole paratiroidi, che possono provocare ipotiroidismo o iperparatiroidismo 32.

Nella lista dei possibili effetti collaterali rientrano:

In tal senso, si ipotizza che quantità molto più piccole di litio attivo, come quelle contenute negli integratori, riducano la probabilità di effetti collaterali negativi. Anche quest’ipotesi dev’essere adeguatamente sfidata in ampi studi clinici.

Controindicazioni

Il litio non è raccomandato nei pazienti con insufficienza renale e nei pazienti con malattie cardiovascolari.

Inoltre, non è consigliabile somministrare litio nei bambini di età inferiore a 12 anni.

Prima di iniziare il trattamento con il litio, è essenziale sottoporsi a test di funzionalità renale e tiroidea. Nei pazienti di età superiore ai 50 anni è necessario anche un elettrocardiogramma 4.

Il litio può avere effetti tossici durante la gravidanza, per cui è normalmente controindicato in questo periodo.

Tossicità

Il litio ha un indice terapeutico molto ristretto.

Questo significa che i livelli tossici sono di poco superiori a quelli terapeutici.

Diete a basso contenuto di sodio, insufficienza renale o disidratazione con perdite di sodio (ad es. per vomito, diarrea, malattie febbrili, insufficienza renale, esercizio fisico eccessivo, restrizione idrica, sudorazione eccessiva) determinano una ridotta escrezione renale di litio. Di conseguenza aumentano il rischio di tossicità.

I sintomi di tossicità da litio da lieve a moderata includono:

I sintomi di grave tossicità includono:

La tossicità del litio non ha antidoto. Il trattamento si basa principalmente sull’idratazione e sull’interruzione del farmaco.

Un consiglio per la tua Bellezza

Integratore Collagene Antirughe

X115®+PLUS2Integratore Antirughe| Doppia Formula Day & Night | Con Collagene (5g), Acido Ialuronico, Astaxantina, Coenzima Q10, Acido Lipoico, Resveratrolo, ed Estratti Vegetali Biostimolanti e Antiossidanti (Melograno, Cacao, Olivo, Centella, Echinacea).

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH
Un Aiuto per le Tue Difese Immunitarie?
Scopri Vitamina C Suprema ®
X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Scopri il Nuovo Siero X115®ACE
Provalo Gratis - Vitamine Pure | A | C | E
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come