Troppa Igiene Fa Male? Rischio di Allergie e Malattie Autoimmuni 13 Ott 2021 | In X115

Curiosità Storiche

Se venissimo catapultati indietro nel tempo fino al medioevo, probabilmente gran parte di noi sarebbe destinata a morire entro breve tempo per gravi malattie infettive.

Il nostro sistema immunitario, infatti, si troverebbe del tutto impreparato a fronteggiare le insidie rappresentate dalle precarie condizioni igieniche tipiche dell’epoca medievale.

A quei tempi non esistevano reti fognarie e le strade delle città ospitavano accumuli di rifiuti ed escrementi, solcati da rigagnoli di acque nere da cui ognuno si difendeva a proprio modo: stivali alti, carrozze e persino trampoli venivano usati per evitare di calpestare la sporcizia.

Anche l’igiene personale lasciava alquanto a desiderare; seppur per ragioni diverse, infatti, la religione cristiana e molti medici concordavano con la pericolosità dei bagni, visti da un lato come pratica peccaminosa di eccitazione dei sensi, e dall’altro come possibile causa di indebolimento fisico e predisposizione al contagio.

I bagni pubblici termali del medioevo, ereditati dai Romani, erano considerati dalla Chiesa dei luoghi di perdizione dediti alla promiscuità sessuale, mentre in campo medico prese piede l’assurda convinzione secondo cui i pori della pelle rappresentano la porta di ingresso delle pestilenze; era quindi importante fare il possibile per occluderli con la sporcizia!

Pertanto, i neonati non dovevano essere lavati ma unti con oli di rosa, di mirtillo e di cera prima di fasciarli nel tentativo di ostruire i pori.

Il Re Sole fu l’emblema di tale credenza; a seconda delle fonti, si narra che il sovrano – che regnò nella Francia dal 1643 al 1715 – fece soltanto uno o due bagni in tutta la sua vita.

Nelle rare occasioni in cui il popolo aveva l’opportunità di lavarsi, i membri della famiglia utilizzavano spesso la stessa acqua. L’onore del primo bagno spettava al capo famiglia, poi era il turno degli altri figli e uomini, poi delle donne e dei bambini, e infine dei neonati.

A quel punto l’acqua era talmente lercia che se il piccolo finiva sott’acqua diventava un’impresa capire dove immergere le mani per recuperarlo; da qui il detto «Non gettare il bambino assieme all’acqua sporca».

Un consiglio per la tua bellezza

X115®+Plus2 è un integratore antirughe di nuova generazione, con una Doppia Formula "Day & Night" che apporta Collagene (5g), Acido Ialuronico (100mg), Vitamina C, Biotina, Zinco, Rame, ed Estratti Vegetali Biostimolanti (utili per sostenere la naturale attività dei fibroblasti nella sintesi di collagene, acido Ialuronico ed elastina).

Integratore Collagene Antirughe
X115®+PLUS – Integratore Antiage | Doppia Formula Day & Night | Con Collagene (5g), Acido Ialuronico, Astaxantina, Coenzima Q10, Acido Lipoico, Resveratrolo, ed Estratti Vegetali Biostimolanti e Antiossidanti (Melograno, Cacao, Olivo, Centella, Echinacea).

Ipotesi dell’Igiene

Nel 1989, il dr. David Strachan, epidemiologo presso la London School of Hygiene and Tropical Medicine, osservò che che i bambini britannici nati in una famiglia con molti fratelli erano meno suscettibili all’eczema nel primo anno di vita, e alla febbre da fieno più avanti nel corso della vita 1.

Strachan suppose che crescere in una famiglia più numerosa permettesse una maggiore "condivisione microbica". Di conseguenza, suggerì che le infezioni della prima infanzia proteggessero dalle malattie allergiche.

L’ipotesi di Strachan venne poi allargata sostenendo che i bambini esposti ad ambienti naturali, animali domestici e parassiti enterici avessero meno probabilità di sviluppare allergie e alcune malattie autoimmuni (rispetto ai bambini che vivevano in condizioni igieniche superiori).

Malattie Potenzialmente correlate all’eccessiva Igiene

Dagli anni ’50, i tassi di sclerosi multipla, morbo di Crohn, diabete di tipo 1 e asma sono aumentati del 300% o più 2. Grafici simili mostrano picchi simultanei anche di febbre da fieno e allergie alimentari 3.

La prevalenza dell’allergia alimentare nei bambini in età prescolare raggiunge ora il 10% nei paesi occidentali, ma rimane solo del 2% in aree rurali come la Cina continentale 4.

Il numero di nuovi casi annuali di diabete di tipo 1 in Finlandia è di 62,3 ogni 100.000 bambini, rispetto a soli 6,2 in Messico e 0,5 in Pakistan 5.

La colite ulcerosa, una forma di malattia infiammatoria intestinale (IBD), è due volte più comune nell’Europa occidentale rispetto all’Europa orientale: 6,5 per 100.000 persone contro 3,1 per 100.000 6.

La crescente incidenza di allergie e malattie autoimmuni si è quindi verificata quasi esclusivamente nei paesi sviluppati e in rapido sviluppo.

È vero che una piccola parte di questa crescente incidenza potrebbe avere a che fare con casi che non vengono diagnosticati in aree meno sviluppate, ma ciò non può spiegare del tutto un divario così ampio.

Evoluzione del Concetto

Oggi, prove epidemiologiche, sperimentali e molecolari supportano un’ipotesi diversa da quella originale del dr. Strachan.

In particolare, i benefici per il sistema immunitario non deriverebbero dall’esposizione a microbi patogeni infettivi, bensì dal contatto precoce con numerosi microbi "amici".

Questo contatto sarebbe necessario per addestrare il sistema immunitario umano a reagire in modo appropriato agli stimoli.

Ipotesi dei Vecchi Amici

Questa ipotesi suggerisce che l’esposizione precoce e regolare a microrganismi innocui (detti "vecchi amici" perché presenti durante l’evoluzione umana) addestra il sistema immunitario a reagire in modo appropriato alle minacce.

Pertanto, il problema non riguarderebbe la ridotta incidenza di infezioni tra i bambini nei Paesi sviluppati, ma la scarsa e limitata esposizione infantile al mondo microbico "benefico" o innocuo (commensale/saprofita).

L’esposizione a microbi "benefici" attraverso il contatto con il nostro ambiente umano, animale e naturale è infatti essenziale per educare il sistema immunitario a rispondere adeguatamente a stimoli sia innocui che pericolosi 7.

Questi microbi ci consentono di costruire un microbioma diversificato nel nostro intestino, nel tratto respiratorio, nella pelle e in altre aree.

Al contrario, il mancato mantenimento di un microbiota diversificato sul e nel nostro corpo sarebbe collegato a una gamma crescente di malattie, che includono allergie (asma, eczema, febbre da fieno e allergie alimentari) e alcune malattie autoimmuni (sclerosi multipla, diabete di tipo 1 e malattie infiammatorie intestinali).

La mancanza di diversità del microbioma è anche collegata ad altre malattie come la depressione e l’obesità 7.

Le scelte di vita moderne ci hanno fatto perdere il contatto con i "microbi benefici". Ciò include trascorrere meno tempo all’aperto e meno tempo a interagire con amici, familiari (a causa delle dimensioni ridotte della famiglia) e animali domestici.

Vediamo alcuni esempi:

Va comunque precisato che la ricerca su fattori come l’esposizione agli antibiotici, l’allattamento al seno e la modalità di nascita rimane controversa e ci sono studi che suggeriscono che questi fattori hanno poco o nessun effetto sullo sviluppo della malattia atopica 8, 9, 10, 11, 12, 13.

Cosa Fare

Poiché l’esposizione nei primi anni di vita sembra essere importante, optare per il parto naturale e l’allattamento al seno è considerato importante. Allo stesso tempo, evitare l’uso non necessario di antibiotici e adottare una dieta sana sono mezzi importanti per sostenere un microbioma sano e diversificato 7.

L’idea che dobbiamo essere "meno igienici" è invece sbagliata. Piuttosto, dovremmo focalizzarsi verso protocolli di igiene più mirati.

Igiene mirata significa puntare sulle pratiche igieniche nei momenti e nei luoghi che contano per spezzare la catena del contagio, riducendo il rischio di esposizione a microbi dannosi e malattie infettive. Ad esempio, occorre particolare estrema attenzione all’igiene 14:

Durante questi "momenti", le misure igieniche devono concentrarsi sulle superfici critiche che hanno maggiori probabilità di diffondere microbi dannosi, comprese le mani, le superfici a contatto con le mani e gli alimenti e i panni per la pulizia.

Ad esempio, dopo aver maneggiato carne cruda e pollame, i patogeni vengono contenuti pulendo e disinfettando immediatamente le superfici a contatto con gli alimenti; utensili per la pulizia, il risciacquo e l’asciugatura; e panni per la pulizia e il lavaggio delle mani.

Allo stesso tempo, è consigliabile favorire l’interazione continua con i microbi essenziali provenienti da ambienti umani, animali e naturali, attraverso:

Per il benessere del tuo sistema immunitario: Vitamina C Suprema®. Con estratti di sambuco nero, echinacea, arancia e zenzero. Con zinco, magnesio, potassio e una formula multivitaminica con Vitamina D3 ad alta biodisponibilità.

Migliore Vitamina C Suprema

Vitamina C Suprema® | Multivitaminico per le Difese Immunitarie | Con 500 mg di Vitamina C naturale da Rosa canina e Vitamina C 100% europea
Sostiene le difese immunitarie | Con Echinacea, Sambuco, Zinco, Selenio, Vitamina D
Contro stanchezza e affaticamento | Con Vitamine del gruppo B, Magnesio, Potassio, Zenzero, Bioflavonoidi

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH
Un Aiuto per le Tue Difese Immunitarie?
Scopri Vitamina C Suprema ®
X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Scopri il Nuovo Siero X115®ACE
Provalo Gratis - Vitamine Pure | A | C | E
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come