Esfolianti | Cosa Sono | Come Sceglierli, Come Usarli 30 Set 2020 | In X115

Cosa Sono

Gli esfolianti sono sostanze in grado di produrre lo sfaldamento (esfoliazione) degli strati più superficiali della pelle.

I trattamenti esfolianti sono chiamati anche peeling (dall’inglese to peel, sbucciare).

Tale pratica può essere eseguita per combattere callosità, verruche, impurità superficiali, macchie della pelle, smagliature, piccole cicatrici e rughe superficiali.

L’uso degli esfolianti contribuisce inoltre a stimolare il rinnovamento dell’epidermide, rendendola più luminosa e migliorando l’aspetto generale della pelle.

Tipi di Esfolianti

In base al meccanismo d’azione, si distinguono esfolianti di tipo fisico ed esfolianti di tipo chimico.

Esempi di esfolianti fisici comprendono sale, zucchero, caffè macinato, microsfere di polimeri sintetici, semi tritati, farine di cereali ecc. L’azione esfoliante dipende dalla durezza del materiale e dall’intensità e dalla durata del suo massaggio sulla pelle.

Esempi di esfolianti chimici includono acido salicilico, acido glicolico, acido tricloroacetico, acido lattico e acido retinoico. L’azione esfoliante dipende soprattutto dalla concentrazione della sostanza chimica, limitata per legge nel settore cosmetico, più elevata nel campo medico.

Il trattamento con esfolianti chimici è noto come peeling chimico; quello con esfolianti fisici è comunemente chiamato scrub o gommage.

A Cosa Servono

I comuni cosmetici esfolianti di libera vendita vengono sfruttati per:

L’esfoliazione più profonda è un trattamento riservato alla dermatologia e medicina estetica, che la utilizza per rimuovere piccoli inestetismi come:

L’epidermide rinnova completamente le proprie cellule ogni 30 giorni circa, ma questo ricambio rallenta con l’avanzare dell’età. Gli esfolianti, se usati correttamente, possono quindi stimolare il rinnovamento cutaneo.

Nell’ambito della medicina antiage, il peeling chimico eseguito da medici specialisti trova indicazione nei casi di:

Esfolianti Fisici

Gli esfolianti fisici (o esfolianti meccanici) sono sostanze più o meno abrasive, che provocano esfoliazione attraverso l’attrito generato dallo sfregamento sulla pelle.

Il più grande vantaggio dell’esfoliazione fisica è la facilità di accesso. Banalmente, anche il semplice passaggio delle unghie o la rasatura determinano l’esfoliazione meccanica della cute.

Come ricordato, il trattamento con esfolianti fisici è noto come scrub o gommage.

Sostanze Esfolianti

Numerosi prodotti, anche naturali, si prestano a essere usati per lo scrub, come zucchero, semi macinati finemente, sale, caffè, riso macinato, farine di cereali, bentonite o altre argille naturali, frutta secca tritata finemente, silice, cannella, bicarbonato di sodio.

Nelle ricette fai da te, questi agenti vengono tipicamente mescolati con acqua e olio (ad es. di cocco, di jojoba, di oliva, di mandorle, di albicocca, di argan, di avocado, di semi d’uva) o miele, fino a ottenere una consistenza semisolida.

Alcuni preferiscono sostituire l’acqua con tè verde o caffè, che possono aiutare per l’azione antiossidante, astringente e anticellulite.

Altri ancora utilizzano come vettore lo yogurt o il miele.

Poiché la pelle del volto è più sensibile e delicata rispetto alla pelle del corpo, gli scrub per il viso dovrebbero contenere particelle più fini e delicate. Anche il massaggio dovrebbe essere appena accennato e meno energico rispetto a quello del corpo.

Esfolianti Usati negli Scrub per il CorpoEsfolianti Usati negli Scrub per il Viso
  • Zucchero
  • Sale
  • Caffè Macinato
  • Semi macinati
  • Panni in microfibra
  • Materiali abrasivi (spugne, luffa, spazzole)
  • Pomice o rocce vulcaniche frantumate (usate in genere per trattare le callosità dei talloni)
  • Farine di cereali macinate finemente (avena, orzo, frumento); la farina di avena è particolarmente adatta per la pelle sensibile e irritata
  • Cannella
  • Bicarbonato di sodio in piccole quantità

Scrub - Come Funziona

Scrub Corpo – Esempio RicettaScrub Viso – Esempio Ricetta
Scrub allo zucchero al tè verdeScrub di farina d’avena e yogurt
Ingredienti

  • 2 bustine di tè verde
  • 1/2 tazza di acqua calda
  • 1 tazza di zucchero di canna
  • 1/4 di tazza di olio di cocco, fuso
Ingredienti

  • 2 cucchiai di fiocchi d’avena macinati finemente
  • 1 cucchiaio di yogurt greco
  • 1 cucchiaio di jojoba od olio di cocco
  1. Aggiungere le bustine di tè all’acqua calda per qualche minuto, quindi lasciare raffreddare.
  2. Mentre il tè si sta raffreddando, aggiungere lo zucchero di canna in una ciotola.
  3. Aggiungere l’olio di cocco e mescolarlo accuratamente allo zucchero.
  4. Una volta che il tè si è raffreddato, aggiungerlo alla miscela di olio e zucchero. È importante che il tè sia freddo in modo che lo zucchero non si dissolva.
  5. Se la miscela è troppo densa, aggiungere più olio di cocco o un po’ d’acqua. Se è troppo molle, aggiungere più zucchero di canna.
  6. Massaggiare delicatamente lo scrub sulla pelle con un movimento circolare per un paio di minuti e risciacquare accuratamente con acqua calda.
  7. Versare il resto dello scrub in un contenitore ermetico e conservare in frigorifero.
  1. Macinare l’avena in una polvere fine usando un macinacaffè o un robot da cucina (in alternativa usare la farina di avena).
  2. Mescolare tutti gli ingredienti in una ciotola.
  3. Applicare sulla pelle con un delicato massaggio circolare per circa 30-60 secondi.
  4. Risciacquare lo scrub con acqua tiepida.
  5. Versare il resto dello scrub in un contenitore ermetico e conservare in frigorifero.

Per ulteriori ricette di scrub fai da Te, leggi il nostro articolo di approfondimento dedicato allo scrub »

Il cosiddetto dermaplaning è un trattamento esfoliante di tipo meccanico, che rimuove le cellule superficiali e i peli del vello attraverso il passaggio sulla pelle di un particolare bisturi (che si curva in una punta acuminata).

Esfolianti Chimici

L’esfoliazione chimica sfrutta sostanze ad azione cheratolitica, capaci cioè di spezzare i legami di cheratina che tengono unite le cellule epidermiche.

Il più grande vantaggio dell’esfoliazione chimica è la capacità di agire, all’occorrenza, anche in profondità e in maniera ben localizzata. Tuttavia, espone a un maggiore rischio di effetti collaterali in caso di uso improprio.

L’intensità dell’azione dipende dal tipo di esfoliante scelto, ma soprattutto dalla sua concentrazione e dal pH della soluzione. In tal senso, si possono distinguere peeling superficiali, peeling medi e peeling profondi.

Maggiore è la concentrazione e minore è il pH,  più intenso è l’effetto esfoliante.

Mentre alcuni cosmetici di libera vendita permettono di eseguire peeling molto superficiali, i prodotti più aggressivi per peeling medi e profondi sono ad uso esclusivamente medico.

Tipi di Peeling

Peeling Superficiali

Peeling Molto SuperficialiPeeling Superficiali

Indicazioni

  • aumentare la luminosità della pelle;
  • favorire la decolorazione delle macchie scure;
  • stimolare la sintesi di collagene e acido ialuronico, e il flusso sanguigno;
  • aumentare l’assorbimento di altri attivi presenti nel cosmetico o in prodotti applicati successivamente;
  • stimolare il ricambio cellulare.

 

  • acne leggera;
  • lievi discromie;
  • secchezza della pelle 1;
  • photoaging (linee sottili, cheratosi attinica, lentiggini solari).

Principi Attivi

  • Acido Tricloroacetico 35%,
  • Soluzione di Jessner,
  • Acido Salicilico 20-30%

Note

  • Per la pelle grassa e acneica viene generalmente preferito l’acido salicilico; anche i retinoidi sono molto efficaci;
  • Per le pelli sensibili (compresa la rosacea e la dermatite atopica) si preferiscono in genere i poli-idrossiacidi 1;
  • Per la pelle secca si preferiscono alfa-idrossiacidi come l’acido glicolico e l’urea; in effetti queste sostanze hanno un’azione prevalentemente idratante a basse concentrazioni ed esfoliante a concentrazioni più elevate;
  • Per la pelle Matura i retinoidi possono essere di aiuto nello stimolare il rinnovamento cutaneo e la sintesi di collagene.
  • L’acido tricloroacetico rientra nella lista delle sostanze vietate per l’impiego nei cosmetici (secondo l’allegato III del Nuovo Regolamento Sui Prodotti Cosmetici).
  • La soluzione di Jessner è un peeling chimico superficiale con attività cheratolitica ed è composto da una soluzione di etanolo al 95% contenente un 14% di acido salicilico, un 14% di acido lattico e un 14% di resorcinolo (resorcina) 2.

Qualunque sia il prodotto che decidi di utilizzare, inizia lentamente. Prova ad applicarlo una volta alla settimana per vedere come reagisce la tua pelle, aumentando fino a due o tre volte a settimana se non si verifica alcuna irritazione.

Un consiglio per la Tua Bellezza

Siero Viso

X115® ACE | Pure Vitamins Antiage Complex |
3 Formule Mono-Concentrate a Utilizzo Ciclico | Altamente Biodisponibili | In flaconcini monodose bifasici | Le Vitamine A | C | E | nello Stato più Puro ed Efficace | Per un Trattamento di Bellezza ai Massimi Livelli

Il Siero C, ad esempio, contiene Vitamina C Pura protetta in forma anidra, stabile e biologicamente attiva, nel tappo serbatoio, mentre il flaconcino sottostante contiene Ascorbyl Tetraisopalmitate (4%) in olio di mandorle dolci. La presenza di polvere di perla e diamante illumina la naturale bellezza del volto; inoltre, con la sua azione levigante, potenziata dall’acido lattico, favoriscono con un “effetto scrub” la penetrazione della vitamina C nella pelle.

Peeling Medi e Profondi

Peeling MediPeeling Profondi
Indicazioni
  • cicatrici superficiali e medie;
  • tono della pelle irregolare;
  • cheratosi attiniche;
  • iperpigmentazioni post-infiammatorie.
  • rughe profonde;
  • cicatrici;
  • escrescenze precancerose.
Esempi di esfolianti chimici utilizzati
  • Acido Glicolico 70%,
  • Acido Tricloroacetico 35-40%,
  • Fenolo,
  • Acido Piruvico 30-40%
  • Acido Piruvico 50-60%,
  • Acido Tricloroacetico 50%

Frequenza d’Uso e Precauzioni

Per quanto riguarda gli scrub e i peeling chimici molto superficiali di libera vendita, è generalmente considerato sicuro esfoliare la pelle due o tre volte alla settimana, o più spesso in caso di pelle grassa e impura.

Per i soggetti con pelle secca e sensibile, è preferibile effettuare i peeling una sola volta alla settimana.

Le persone con particolari condizioni dermatologiche dovrebbero parlare preventivamente con un dermatologo prima di iniziare un trattamento esfoliante “fai da te”.

L’uso di peeling fisici o chimici troppo aggressivi su aree delicate (come la pelle del viso) può portare a:

L’esfoliazione andrebbe anche evitata sulle aree di pelle:

Se si desidera aggiungere oli essenziali agli scrub fatti in casa, è bene eseguire prima un test applicando l’essenza diluita in una piccola area della pelle, per assicurarsi di non essere allergici.

I peeling medi e profondi sono chiaramente più aggressivi e gravati dal rischio di effetti collaterali più importanti, come:

Integratore Collagene Antirughe

X115®+PLUS – Integratore Antiage | Doppia Formula Day & Night | Con Collagene (5g), Acido Ialuronico ed Estratti Vegetali Biostimolanti | Sostiene la Naturale Attività dei Fibroblasti nella Sintesi di Collagene, Acido Ialuronico ed Elastina

Il Gesto d'Amore
Più Prezioso
Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è un trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
Scopri il Nuovo Siero X115®ACE
Provalo Gratis - Vitamine Pure | A | C | E
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come