Vitamine Per gli Occhi e la Vista | Quali Assumere? 16 Feb 2022 | In X115

Dieta e Salute degli occhi

Come tutti gli organi del corpo, anche gli occhi hanno bisogno di un adeguato apporto di nutrienti per mantenersi in salute e funzionare correttamente.

Negli ultimi anni sono stati condotti numerosi studi clinici ed epidemiologici per valutare la possibilità di prevenire o trattare vari disturbi oculari attraverso l’assunzione di specifici nutrienti 1, 2, 3, 4.

Molti di questi nutrienti sono potenti antiossidanti e includono:

In generale, mantenere uno stile di vita sano e seguire una dieta equilibrata che contenga cibi ricchi di antiossidanti può contribuire in modo significativo alla salute degli occhi. Al contrario, scelte di vita sbagliate come inattività fisica, dieta scorretta e fumo aumentano il rischio di disturbi oculari.

Ruolo nelle Malattie

Nei Paesi in via di sviluppo, la carenza nutrizionale (soprattutto di vitamina A) e la cataratta continuano a essere la principale causa di cecità.

La degenerazione maculare legata all’età (AMD) e la cataratta sono invece le cause principali di cecità nei Paesi sviluppati.

A livello generale 1:

Vitamina A

La vitamina A svolge un ruolo cruciale nella salute degli occhi.

Innanzitutto, è essenziale per lo sviluppo dell’occhio dei mammiferi ed è necessaria per il normale funzionamento della retina, la visione in penombra e la visione dei colori 6.

Inoltre, rappresenta un componente della rodopsina, una proteina che permette di vedere in condizioni di scarsa illuminazione 1.

Rischi della Carenza

La carenza di vitamina A:

La carenza di vitamina A è rara nei Paesi sviluppati, ma è ancora comune nei Paesi in via di sviluppo

Con una stima di 250.000-500.000 bambini che diventano ciechi ogni anno, la carenza di vitamina A costituisce la principale causa prevenibile di cecità nelle nazioni a basso e medio reddito 35.

Benefici nella Malattia

Alcuni studi suggeriscono che le diete ricche di vitamina A sono associate a un ridotto rischio di cataratta e degenerazione maculare senile (AMD) 3, 4, 5, 6, 7.

Tuttavia, altri studi non sono riusciti a dimostrare un’associazione significativa tra aumento dell’assunzione di vitamina A con la dieta e ridotto rischio di degenerazione maculare e cataratta 37, 41, 42.

Inoltre, mentre la dieta potrebbe avere in qualche modo un ruolo protettivo, l’assunzione di integratori sembra meno efficace (o per nulla efficace) nel prevenire la cataratta o rallentarne la progressione 86.

I risultati di uno studio su 601 pazienti con forme comuni di retinite pigmentosa hanno indicato che l’integrazione con vitamina A ha rallentato significativamente la perdita della funzione retinica in un periodo da quattro a sei anni 86.

La vitamina A, sia per applicazione orale che topica, può aiutare anche a contrastare i disturbi dell’occhio secco, migliorando la qualità del film lacrimale e la salute congiuntivale e corneale 19, 20, 26, 27, 29, 30, 31

Salvo carenze o malattie specifiche, per la salute generale degli occhi è preferibile assumere la vitamina A tramite una dieta equilibrata rispetto agli integratori.

Vitamina C

La vitamina C (acido ascorbico) è un prezioso antiossidante che protegge proteine, lipidi, carboidrati e acidi nucleici dai radicali liberi e dai danni delle specie reattive dell’ossigeno (ROS) 42.

Poiché la vitamina C è un potente antiossidante, è benefica anche per gli occhi e aiuta a prevenire le malattie legate allo stress ossidativo (come quelle indotte o favorite dall’eccessiva esposizione solare) 11.

Basti pensare che nell’umore acqueo e vitreo si riscontrano alte concentrazioni di vitamina C, che superano quelle plasmatiche da 20 a 70 volte 9. Inoltre, i livelli oculari di questa vitamina sono molto più alti negli animali diurni rispetto a quelli notturni 9.

La vitamina C aiuta anche a rigenerare altri antiossidanti, come la vitamina E, e ha dimostrato di svolgere un ruolo nella prevenzione della perossidazione lipidica nelle cellule del cristallino 9.

Infine, la vitamina C è necessaria per produrre collagene, una proteina che fornisce struttura all’occhio, in particolare nella cornea e nella sclera 12.

Benefici nella Malattia

Secondo alcune evidenze, una maggiore assunzione di vitamina C – in sinergia con altri nutrienti come vitamina E e carotenoidi – può ridurre il rischio di insorgenza e progressione dell’AMD 43, 9.

Tuttavia, da sola, l’assunzione di vitamina C non sembra utile nella prevenzione primaria della malattia 46, 47, 40.

Studi osservazionali suggeriscono che la vitamina C può aiutare a ridurre il rischio di sviluppare la cataratta, una condizione che rende l’occhio torbido e compromette la vista 13.

Ad esempio, uno studio osservazionale ha mostrato un rischio ridotto del 75% di sviluppare cataratta quando l’assunzione giornaliera di vitamina C era superiore a 490 mg, rispetto a 125 mg o meno 14. Un altro studio ha scoperto che l’assunzione regolare di integratori di vitamina C può ridurre il rischio di cataratta del 45% 15.

Tuttavia, nel complesso, gli studi clinici non sono riusciti a mostrare effetti benefici convincenti dell’integrazione di vitamina C sull’incidenza della cataratta, tranne nei casi in cui i pazienti avevano bassi livelli di vitamina C 1.

Un Consiglio per il Tuo Benessere

Per il tuo benessere, ti consigliamo il nostro miglior integratore multivitaminico: Vitamina C Suprema ®. Con sambuco, zenzero, echinacea e una formula multivitaminica-multiminerale a elevata disponibilità, con potassio, magnesio, zinco, selenio, vitamina D e tutte le vitamine del gruppo B.

Migliore Vitamina C Suprema

Vitamina C Suprema® | Multivitaminico – Energia e Difese Immunitarie | Con 500 mg di Vitamina C naturale da Rosa canina e Vitamina C 100% europea
Sostiene le difese immunitarie | Con Vitamina D, Echinacea, Sambuco, Zinco, Selenio
Contro stanchezza e affaticamento | Con Vitamine del gruppo B, Magnesio, Potassio, Zenzero, Bioflavonoidi

Vitamina E

La vitamina E è un altro efficiente antiossidante che aiuta a proteggere le cellule, comprese quelle degli occhi, dai danni dei radicali liberi, che sono molecole dannose e instabili.

Si ritiene che molte malattie degli occhi siano associate allo stress ossidativo, che è uno squilibrio tra antiossidanti e radicali liberi a favore di questi ultimi 7, 8.

In effetti, la carenza di vitamina E potrebbe portare all’accumulo di lipofuscina 48, danni alla retina 49 e perdita dei fotorecettori 50.

Benefici nella Malattia

Gli studi hanno suggerito che l’aumento degli apporti alimentari di vitamina E porta a un aumento delle sue concentrazioni nella retina. Inoltre, studi epidemiologici suggeriscono un effetto benefico della vitamina E per rallentare la progressione dell’AMD 54.

Altri studi suggeriscono che le diete ricche di vitamina E possono aiutare a prevenire la cataratta legata all’età. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche poiché, come visto per altre vitamine antiossidanti, altri studi non mostrano benefici 10 40, 56

Uno studio di sette anni su 3.640 persone con degenerazione maculare legata all’età (AMD) ha mostrato che l’assunzione di 400 UI di vitamina E e molti altri nutrienti in un integratore quotidiano chiamato AREDS ha ridotto del 25% il rischio di passare a stadi avanzati 9.

D’altra parte, in un altro studio, l’integrazione di vitamina E da sola fino a 500 UI al giorno non ha mostrato un esito positivo nel prevenire lo sviluppo e la progressione dell’AMD 55.

Vitamine del Gruppo B e Multivitaminici

Negli anni, i ricercatori hanno studiato l’impatto delle varie vitamine del gruppo B sulla salute degli occhi.

Sebbene siano emersi diversi potenziali vantaggi, è improbabile che l’assunzione di integratori multivitaminici possa aggiungere benefici a quelli garantiti dall’adozione di una dieta varia ed equilibrata.

Ad ogni modo, l’uso di integratori multivitaminici potrebbe ridurre il rischio di sviluppare cataratta nucleare 31.

Inoltre, uno studio clinico su donne ha dimostrato un rischio ridotto del 34% di sviluppare AMD durante l’assunzione di 1.000 mcg di vitamina B12 insieme alle vitamine B6 e B9 (acido folico) 17.

Un altro studio ha osservato una riduzione del 31-51% del rischio di sviluppare cataratta quando le diete dei partecipanti includevano 1,6-2,2 mg di riboflavina al giorno, rispetto a 0,08 mg al giorno 21.

Anche la tiamina potrebbe essere efficace nel ridurre il rischio di cataratta 38, 39. Ad esempio, uno studio osservazionale su 2.900 persone in Australia suggerisce che una dieta ricca di tiamina riduce del 40% il rischio di sviluppare la cataratta 38.

La niacina (vitamina PP) può invece svolgere un ruolo nella prevenzione del glaucoma, una condizione in cui il nervo ottico dell’occhio viene danneggiato 24, 25.

In un altro studio, la combinazione di integratori di vitamina B12 e lacrime artificiali ha migliorato i sintomi della sindrome dell’occhio secco 25.

Vitamina D

Una carenza di vitamina D può causare sintomi di secchezza oculare.

Al contrario, la sua integrazione orale può aiutare a ridurre l’infiammazione sulla superficie dell’occhio 2.

Uno studio del 2019 ha rilevato che l’integrazione di vitamina D migliora gli effetti dei colliri lubrificanti per l’occhio secco 2.

Un altro studio del 2018 ha invece stabilito che gli integratori di vitamina D per via orale migliorano la qualità delle lacrime e i sintomi dell’occhio secco 2.

Esistono anche evidenze che la vitamina D, così come il tempo trascorso all’aperto, sia protettiva nei confronti della miopia 1, 2. In uno studio su 946 partecipanti, i soggetti miopi avevano livelli di vitamina D nel sangue significativamente inferiori rispetto ai soggetti non miopi 3.

Un maggiore apporto alimentare e livelli più alti di vitamina D nel sangue potrebbero essere protettivi anche nei confronti della degenerazione maculare senile 3, 5, 4

Nutrienti non Vitaminici

Luteina e Zeaxantina

La luteina e la zeaxantina sono due carotenoidi antiossidanti, privi di attività provitaminica A.

Entrambi si concentrano nella retina, in particolare a livello della macula, dove aiutano a filtrare la luce blu potenzialmente dannosa 28.

Grazie alle loro proprietà antiossidanti, luteina e zeaxantina possono essere efficaci nella prevenzione di varie malattie oculari 26, 27, 12.

In particolare, una maggiore assunzione di luteina e zeaxantina con la dieta potrebbe svolgere un ruolo importante nella protezione contro la degenerazione maculare legata all’età 36. I benefici di una specifica integrazione appaiono invece meno chiari.

Altri studi hanno collegato gli apporti alimentari o i livelli plasmatici di luteina e zeaxantina alla riduzione della cataratta nelle popolazioni dell’India settentrionale 44, nelle donne americane anziane 45 e nella popolazione australiana 42.

Studi recenti hanno anche dimostrato che elevate concentrazioni plasmatiche di luteina e zeaxantina riducono il rischio di cataratta legata all’età nella popolazione anziana finlandese di circa il 41% 46, 47.

Omega-3

Le membrane cellulari della retina contengono un’alta concentrazione di DHA, un particolare tipo di omega-3 33.

Oltre ad aiutare a formare le cellule dell’occhio, i grassi omega-3 hanno proprietà antinfiammatorie che possono svolgere un ruolo nella prevenzione della retinopatia diabetica (DR) 34.

È interessante notare che assumere abbastanza omega-3 sembra anche ridurre il rischio di degenerazione maculare (una delle principali cause mondiali di danni permanenti agli occhi e cecità) 40, 41.

I grassi omega-3 possono inoltre giovare alle persone con malattia dell’occhio secco, aiutandole a produrre più lacrime 33, 35, 36.

Antociani

Gli antociani sono noti per avere proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, che possono invertire lo stress ossidativo e possibilmente migliorare alcune malattie.

L’applicazione terapeutica degli antociani in campo oftalmologico ha quindi mostrato il potenziale per migliorare la salute degli occhi.

È stato ad esempio dimostrato che gli antociani promuovono la rigenerazione e la sintesi della rodopsina 21 e sono utili per proteggere la retina dalla sovraesposizione alla luce visibile 22 e dall’esposizione all’irradiazione 23, nonché per migliorare la vista e aumentare l’afflusso di sangue alla retina 24.

Secondo studi clinici preliminari, l’integrazione di antociani (in particolare di antocianine di ribes nero) può aiutare i pazienti affetti da alcune forme di glaucoma 63, 16, 17

Zinco

Lo zinco, che si trova naturalmente anche negli occhi, è un potente antiossidante che protegge dai danni cellulari.

Nello studio originale (AREDS1), i ricercatori hanno scoperto che l’integrazione con vitamine C (500 mg) ed E (400 UI), β-carotene (15 mg), zinco (80 mg) e rame (2 mg) ha ridotto il rischio di progressione verso un’AMD più avanzata di circa il 25% 37.

Successivamente, lo studio AREDS2 ha aggiunto luteina (10 mg) e zeaxantina (2 mg) nella formulazione utilizzata precedentemente. In un’analisi secondaria, quest’aggiunta ha ridotto la progressione verso l’AMD avanzata, sebbene il beneficio sia stato osservato solo in persone con un basso apporto di luteina e zeaxantina con dieta 38.

Il Gesto d'Amore Più Prezioso Per la Tua Pelle

X115® Antiage System è il trattamento antirughe di nuova generazione, basato sull'utilizzo combinato di due prodotti sinergici a elevata concentrazione di attivi:

  • un integratore per la pelle, con doppia formula DAY & NIGHT
  • una crema antirughe contro i segni del tempo SOS TOTAL YOUTH
X115® - Il Gesto d'Amore più Prezioso per la Tua Pelle
Scopri Come Funziona
X115® FACE | Con Peptidi liftanti di 3a Generazione
Scopri i suoi Benefici
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come
Nuova Crema Corpo X115® BODY
Scopri i suoi Benefici
Un Aiuto per le Tue Difese Immunitarie
Scopri Vitamina C Suprema ®
Condividi L'Efficacia X115®
Condividi su Facebook
Prova L'Efficacia di X115®
Sconto 10% Primo Acquisto - Scopri Come